Kung Fu Girls (Chun-Liang Chen, 1978)

Filmetto di arti marziali nella media qualitativa del filone, non emerge né dal punto di vista registico né per coreografie particolarmente ricercate.

Però ha diversi elementi interessanti che hanno attirato la mia attenzione e che lo rendono originale e particolare:

  • È deliberatamente demenziale: non sono un esperto del filone, avevo già visto qualche film di kung fu con elementi comici, ma qui spesso siamo a livelli di nonsense e idiozia che proprio non mi aspettavo, un mélange inedito per me;
  • È un film tutto al femminile, le protagoniste sono quattro combattenti (una di esse è una bambina) di tutto rispetto, ed in generale la stragrande maggioranza dei personaggi (che siano figure di contorno o avversari) sono femminili, uomini ce ne sono ma con ruoli generalmente minori, spesso in secondo piano;
  • Ci sono un sacco di combattimenti;
  • Nella seconda parte del film emerge con impeto un’estetica kitsch, personaggi improbabili e sopra le righe (come l’antagonista maschera infernale ed il suo stuolo di guerrieri mascherati o l’irresistibile avversario prestigiatore/mangiafuoco/trasformista), elementi fantastici come rane giganti meccaniche, tappeti volanti, scheletri di plastica, colpi segreti magici, combattimenti volanti con magiche ali di cartone… Un sacco di sorprese che rendono la visione divertente ed interessante, soprattutto se si ha quel gusto per le trovate improbabili, gli effetti speciali orgogliosamente poveristici, il fantasy pacchiano realizzato con tanta passione e fantasia ma pochi mezzi tipico delle cinematografie meno ricche.

Il film è taiwanese, il regista è lo stesso che 13 anni dopo farà Dragonball: il film (decisamente meglio questo Kung Fu Girls!).

Che io sappia si trova solo in versione francese, uscito in sala col titolo “La masque infernal contre les tigresses du kung fu” e pubblicato in dvd col titolo “La masque infernal contre la panthère du kung fu” (ma perchè?!?!)

Si può guardare anche su youtube ma in una versione coi pixel grandi come dadi knor, il dvd si vede decisamente meglio.