La moglie in vacanza... l'amante in città (Sergio Martino, 1980)

Stasera 7/8/2008 su Rete4 Ore 23,05,Buona (re)visione!

FILM COMPLETO

ADORO STO FILM!!! :oops::oops::oops::oops::oops:

È uno dei miei film preferiti in assoluto!!! Lo vidi la prima volta da piccolo in seconda serata, ma era già cominciato, così ho visto solo la seconda parte, quella su curmaièr (non mi ricordo come si scrive!). La cosa che mi fece impazzire, mi ricordo, era innanzitutto l’ambientazione, l’hotel sulla neve, e poi tutto quel casino con le stanze, per arrivare poi alla resa dei conti finale :D:D!!!
Poi non l’ho più visto. Quando poi sono diventato un drogato di cinema e soprattutto di cinema di genere italiano ed ero nel periodo che stavo studiando le commedie sexy anni 70 e affini, ritrovai sto film e dissi:" Oddio, questo è quel film che vidi da piccolo e che mi piacque tantissimo!!! Lo devo avere!!" Poi la federal video (che dio la benedica) fece uscire tutta la collana delle commedie sexy e c’era anche questo! E rivederlo dopo tanto tempo, ma stavolta con una coscienza cinematografica mooooooolto più vasta e un amore per il cinema di genere italiano senza confini, è stato fantastico! E poi mi sono innamorato del tema principale: PRENDI LA PALLA AL BALZO E VAI!!!
È una delle mie musiche preferite di tutto il genere e non solo! Ragazzi, Detto Mariano, come ho detto nel 3d di acapulco… non mi delude MAI!!! Le sue colonne sonore per questo genere di film mi fanno impazzire! Le canticchio e fischietto sempre!! Mi mettono di buon umore!!

Il cast poi è da leccarsi i baffi: la FENECH e la BOUCHET nello stesso film non sono cose che si vedono tutti i giorni, specie quando sono così in forma come in questo film!!:tuchulcha Poi Montagnani, vabbè, lui è un grande SEMPRE!! Oioioioioioioioioi!! :smiley: OOOOOOODDDDDIIIIIIOOOMIIIIIIOOOOOO!!! Lino come sopra! E poi Pippo Santonastaso nella classica scena del taxi, riciclata poi, sempre con la stessa musica in w la foca, Renzo Ozzano (vedere la sua faccia mi rassicura sempre!), e Tullio Solenghi nella parte del bello (b-b-balbuziente) di turno è simpatico, la grande Marisa Merlini, mitica anche lei! Ci mancavano solo Alvarone Vitali e Jimmy il fenomeno e sarebbe stato un capolavoro assoluto!

GRANDE FILM!!! Stasera me lo rivedo proprio!!! Anche se c’ho il dvd vederlo in televisione è diverso!

caro tony brando devi essere come me un grande fan di questo genere non tutti scriverebbero su questo post i tormentoni di renzo montagnani che sarebbero
oioioioioioioioioioi e oooooooohhhhhhhhh dioooooooooooooo mioooooooooooooo

mancavo solo ho vista la morte in faccia

il tuo commento al film mi rispecchia perfettamente , anche io il film lo vidi da ragazzino , io fortunatamente tutto da vhs regristrata da genitori.

ma sempre quando lo danno in tv non posso fare almeno di vederlo

e io ho una piccola curiosita sul finale del film

montagnani alla fine rimane il pistolino surgelato poi cade con lo slittino , mio fratello dice che lui adesso e tutto congelado , ma io dico che il slittino si e fermato e lui fa un urlo di dolore.voi che ne dite

a mio avviso,
la scena finale di Montagnani rappresenta la figura del perdente.

Spettacolare, praticamente un derby Fenech vs Bouchet, che per me si conclude 2 a 0 per la Bouchet. Sarà che Barbarella si concede di più, le scene in lingerie sono tutte sue (tranne naturalmente il super topless della Fenech, per altro l’unico del film), ma in questa pellicola la Bouchet è devastante. La scena in taxi con Santonastaso o quando Banfi mette la cremina sui “glutei di platino” sono quasi insostenibili…per le coronarie!

A seguire il percorso della vicenda, le sue situazioni comiche, le locations vacanziere, si avverte l’eco dei cinepanettoni a venire; il primo Vacanze di Natale di Carlo Vanzina è dell’83, e comunque quello NON è un cinepanettone, mi riferisco piuttosto ai film di Neri Parenti degli anni '90 e 2000. La settimana bianca nell’hotel super lusso è un must. Tuttavia, per quanto abbondino situazioni erotiche e “scorreggione”, La Moglie in Vacanza…L’Amante in Città non riesce mai ad essere volgare, triviale, superficiale, merito certamente degli attori (Banfi e Montagnani, mica pizza e fichi…), ma anche di una sceneggiatura di ferro, di battute realmente divertenti e di un mestiere assoluto di Martino che trascende la semplice commedia e si fa Cinema. Dopodiché, è chiaro che il genere sia quello della commedia sexy, ma spesso guardando un Natale sul Nilo o un Natale in India si corre il rischio di rimanere impassibili per 90 minuti (a fronte di budget da capogiro impiegati), mentre con La Moglie in Vacanza…L’Amante in Città si ride di continuo senza mai venire “urtati” dal facile ricorso alla natica o alla scorreggia (che altrove fanno da tappabuchi per la comicità che non c’è).

Da notare che ha una minuscola particina anche Maria Teresa Ruta, è l’infermiera che si vede nel finale. Belloccia. Giusti nel Dizionario Stracult millanta un suo “celeberrimo” spogiarello, che nel film non esiste (a meno che la copia del dvd Federal non l’abbia espunto, ma direi di no). Secondo è ultimo film della Ruta dopo Sabato, Domenica e Venerdì, peccato non abbia continuato, il physique du role c’era.

ti quoto in toto e aggiungo che la Ruta è anche la controfigura della Bouchet.

lo dici per sottolineare la somiglianza fisica oppure intendi proprio che in alcune scene di questo film la Bouchet è stata sostituita dalla Ruta?

Può essere che Giusti abbia scambiato la Ruta con Marcella Petrelli protagonista proprio di uno spogliarello televisivo nel film.
Per quanto riguarda il ruolo di controfigura della Bouchet non è chiaro se la Ruta lo sia stata in questo film o (anche) in altri, nel caso si tratterebbe delle sequenze sugli sci.

Grandissimo film, secondo me fra i migliori della commedia sexy all’italiana. Scene divertentissime, attori in formissima (tutti) e location da sogno. Vorrei fare un plauso al grande Renzo Ozzano nel ruolo del violinista Vasha Milova col suo particolare accento russo. Alla fine è lui il più fortunato di tutti e riesce a catalizzare le attenzioni delle protagoniste del film non solo per le sue doti da violinista…anzi.

Verissimo, c’erano tutti gli ingredienti per una gustosa commedia sexy e così è stato, non la migliore di tutte, almeno per me, ma tra le prime. E per i tanti motivi da voi scritti, dal cast chilometrico, alle due “prime” donne, ai bellissimi esterni, a tutto, insomma. Interessante ed a me ignora la storiella sulla ruta, non si finisce mai di imparare…

Benché il film si trovi su youtube chi voglia il supporto fisico, il DVD su amazon è veramente regalato.

Ho rispolverato il topic perché ieri sera ho trovato questo vecchio estratto del Maurizio Costanzo Show, dove Bouchet e un comprensibile Banfi raccontano un breve aneddoto sul film:

3 Mi Piace

Quello affianco a Lino Banfi, all’inizio del video, è per caso Nando Cicero?

Ma crsct
Quello è Tony Musante.

1 Mi Piace