Le figlie di Dracula

Le figlie di Dracula
Horror, GB 1971
di John Hough

Ho rivisto in queste ultime notti (a puntate :smiley: ) questa vampire-story di routine, comunque ben recitata, in particolare da Peter Cushing. Da segnalare la presenza di David Warbeck che interpreterà successivamente vari horror italiani.

Il DVD Pulp Video è di ottima qualità tecnica, in formato 1.78:1 anamorfico.
Il master utilizzato è pulitissimo, evidentemente restaurato. La compressione è giusta. Le immagini sono molto belle, nitide con bei colori; si percepisce solo una lieve grana nelle scene buie, ma bisogna cercarla!
Nonostante il film sia appena guardabile devo ammettere che fa piacere vedere immagini di questa qualità su pellicole così datate :rolleyes:

Concordo sulla bontà tecnica del dvd della Pulp video.Il film è sicuramente un Hammer minore che testimonia il declino della casa inglese all’inizio dei settanta,soprattutto se confrontato con i capolavori degli anni cinquanta e sessanta,ma resta uno dei titoli più validi dell’ultimo periodo anche grazie alla presenza di una delle star-feticcio hammeriane,quel Peter Cushing qui efficace come al solito.Di grande impatto figurativo la scena della decapitazione e curiosa la presenza delle sorelle Collinson nel ruolo delle Twins of Evil del titolo originale,playmates di playboy dell’ottobre '70,doppiate nella versione inglese,che assicurano alla pellicola un certo fascino sexy,in linea con la tendenza della casa inglese soprattutto dalla fine degli anni sessanta.

A me piace molto l’idea che il predicatore puritano interpretato da Cushing sia alla fin fine un personaggio tutt’altro che positivo, un po’ come l’inquisitore Eymerich creato da Valerio Evangelisti. E poi visivamente ha delle trovate davvero efficaci; la scena in cui il malefico signorotto locale copula con Carmilla è splendida sia per la resa scenografica che per il clima torbido e sensuale che riesce ad evocare. Sarà pure un titolo minore, ma il talento di John Hough si vede tutto e di Hammer fatti peggio ce n’è a mio parere.

La mia considerazione sul fatto che sia un titolo minore è dovuta soprattutto al confronto con gli horror Hammer delle decadi precedenti.Ribadisco comunque che delle pellicole hammeriane anni settanta rimane una delle più valide e più riuscite insieme a Hands of the Ripper,Dr. Jekyll & Sister Hyde e a quel Captain Kronos-Vampire Hunter,titolo davvero bizzarro e particolare,che meriterebbe un discorso a parte e un 3d apposito di approfondimento.

Splendida, davvero splendida questa trilogia Hammer dedicata ai Karnstein.
Il primo capitolo fu “Vampiri amanti” (The vampire lovers) di Roy Ward Baker, seguito da “Mircalla, l’amante immortale” (Lust for a vampire) di Jimmy Sangster e appunto da “Le figlie di Dracula” (Twins of evil) di Johh Hough.
W la Hammer!!!

Mircalla non l’ho mai visto, Vampiri amanti è a tutti gli effetti uno dei miei vampireschi preferiti. Comunque di Twins Of Evil amo soprattutto la fotografia, Hough era un maestro in queste cose. Basti pensare al modo magistrale in cui ha illuminato gli interni di Hell House in Dopo la vita, con quelle scenografie superbe…

Peccato, se vuoi ne ho un’ottima versione in dvd in italiano (tutt’ora della trilogia è l’unico che non è ancora uscito in dvd in Italia).
Certo che però nei panni di Mircalla Ingrid Pitt era tutt’altra cosa… :wink:

A me piace questo film, anche se di routine e lontano dai capolavori hammeriani, e’ di discreto intrattenimento, un prodotto più che dignitoso: bravissimo Cushing, funzionale Warbeck.
E poi le gemelle sono molto ma molto sexy. Veramente due fighe.

Ripeto con poca fantasia quanto già scritto, ma non posso che convenire con chi ritiene questo un ottimo film (addirittura stupendo), nonostante sia un “tardo” Hammer, soprattutto per la fotografia, le ambientazioni, le scenografie (le scene al castello Karnstein sono meravigliose), la recitazione degli attori e la infinita incommensurabile quasi insopportabile figaggine delle gemelle Collinson, la prova vera ultima e definitiva che Satana esiste e sa perfettamente come fare per indurre in tentazione.

Infatti non è un Hammer minore, sono totalmente in disaccordo. Il cacciatore di streghe interpretato da Cushing è da antologia, un anti-eroe memorabile che anticipa l’Inquisitore Eymerich ideato da Valerio Evangelisti per i suoi romanzi. Semmai è Mircalla a risultare il più debole della trilogia carmillesca, per quanto gradevole.

Come racconto dettagliatamente in “A qualcuno piace l’horror. Il cinema della Hammer Films”, questo curioso capitolo della saga dei Karnstein ebbe una gestazione alquanto particolare. Annunciato col titolo Village of the Vampires e sviluppato poi come Vampire Virgins in un breve trattamento di Tudor Gates (che destinava a Peter Cushing il ruolo del conte Karnstein), il progetto parve arenarsi definitivamente nell’estate del '70, quando James Carreras rifiutò il lavoro di Gates. Il figlio Michael, nel frattempo, aveva proposto a John Peacock di adattare per la Hammer la sua pièce teatrale Children of the Wolf – la storia di due gemelli, un ragazzo e una ragazza, che si vendicano della madre rea di averli abbandonati –, ma quando il disinteresse della EMI e dei finanziatori bloccò il processo creativo, ecco che Michael suggerì a Peacock di riadattare la struttura della pièce in un film su due gemelle vampire. Incassato il rifiuto dell’autore, la matassa tornò nelle mani di Gates, che ispirato in egual misura da Children of the Wolf e da Il grande inquisitore firmò il nuovo e definitivo script destinato a chiudere la trilogia Karnstein: Twins of Evil.
Curioso, inoltre, come con una lettera del settembre '71 i distributori statunitensi, ovvero la Cinema International Corporation, interrogarono la Hammer sulla possibilità di rilasciare il film col delirante titolo Twins of Dracula, una suggestione di cui rimane traccia proprio nel titolo italiano, Le figlie di Dracula…

Nessun forumista ha preso il bd Pulp di questo film?

http://www.amazon.it/gp/product/B00PHO5QMQ?qid=1453893369&ref_=sr_1_473&s=dvd&sr=1-473

Per me meriterebbe l’upgrade (oltre che per le gemelline) anche solo per il poster riprodotto nella fascetta :smiley:

Se non ricordo male il master del vecchio dvd era ottimo… la cosa che mi “perplime” è la “scena tagliata” inserita negli extra: non vorrei si trattasse della solita scena tagliata aggiunta come extra ma in realtà tagliata solo dall’edizione italiana e non dal regista.

Rispetto ai post precedenti nel frattempo è uscito anche il dvd di Mircalla per Sinister
http://www.amazon.it/Mircalla-LAmante-Immortale-Ralph-Bates/dp/B00A7EEVJ0/ref=sr_1_1?s=dvd&ie=UTF8&qid=1454412238&sr=1-1&keywords=mircalla

ora è Vampiri amanti ad essere fuori catalogo, infatti si trova solo a cifre ragguardevoli
http://www.amazon.it/Vampiri-Amanti-George-Cole/dp/B0082RH1N2/ref=sr_1_1?s=dvd&ie=UTF8&qid=1454412351&sr=1-1&keywords=vampiri+amanti

Ce l’ho io. Bella edizione effettivamente. Film discreto, la Hammer ci ha dato prodotti ben superiori. Ma la bellezza delle due protagoniste, la grinta di un giovane Warbeck e specialmente la bravura di Cushing lo rendono ben degno di una visione.

Ottimo, grazie Zardoz.

Tuttavia un utente amazon nei commenti al bd ha evidenziato uno sfarfallio dell’immagine nei primi cinque minuti… tu l’hai notata questa cosa?

Appena ricontrollato. Zero sfarfallii. Aggiungo che la scena tagliata è la medesima del br UK. Assolutamente superflua alla trama, oltretutto.

Visto ieri sera nel dvd Pulp acquistato tempo fa ad 1,99 euro. Peccato solo per i dialoghi che risultano un po bassi e tocca lavorare di telecomando. Il film tutto sommato è gradevole, sia per la presenza di Cushing che da qualità, sia per il comparto femminile ed anche per le locations suggestive. Un po meno convincente il conte.