Marina e il suo cinema (Arduino Sacco, 1986)

Facciamo una “fetente Trinità”: Sacco, Mattei, Andrea Bianchi. Ognuno a modo suo, ha lasciato “segni”. In negativo. E ci danno ancora, “argomenti di conservazione”. Come in un salotto. Solo che il nostro, di salotto, non è affatto “buono”. Ha pareti scrostate, sedie un po’ sfondate, puzza perfino. Ma vivaddio, come suol dirsi , è il NOSTRO salotto. E ci viviamo bene, nonostante tutto…:lips::relieved::v::man_dancing::beers:

3 Mi Piace

Vabbe’ se vuoi Valery toglilo pure. Gli altri no. E aggiungi pure Pollack. Se ti sfugge cosa abbiano di meglio rivediti i film, salta subito all occhio. Le immagini impazzite dove poco o niente si capisce e le riprese alla dove prendo prendo io le vedo solo con Sacco e Polselli (ammetto che di quest’ultimo non ho visto moltissimi film)

2 Mi Piace

Attenzione! Stiamo parlando di un minimo di cura formale. Io non vado per simpatie, non mi vorrai venire a dire che i film della prima metà degli 80 sono uguali a quelli della seconda metà… Da ultrà comunque rispetto anche il lavoro di Sacco e Polselli, ci mancherebbe, chi cazzo sono io per giudicare, Tullio Kezich? E poi io sono l’anti-critico, non sottolineo i difetti, esalto i pregi, anche se sono pochi, sempre in difesa del cinema italiano che spacca! Qui lo dico e qui lo nego, la tipologia di riprese a volte adottata dai due, oggi materia di studio per il sottoscritto, sembrerebbe, paradossalmente, essere davvero uno stile di regia, del tipo “alla…”, vi farò sapere.

2 Mi Piace

Io ancora non capisco se questo forumista crede davvero in quello che dice. Lodare, anzi solo perdere tempo ad analizzare, i film di questo regista (regista?), uno dei peggiori raffazzonatori di film-pattumiera, è un insulto a qualsiasi logica, capacità di discernimento, persino semplice buon senso. Sapete bene che il mio giudizio è solo di natura estetica, e che anche tra gli autori di hard ci sono registi che apprezzo e che considero “autori” a tutti gli effetti in questo settore. Ma credo anche che il cineasta in questione abbia davvero rappresentato il punto più basso in assoluto della prima fase del porno tricolore. Niente di personale contro il forumista Lorenzo Cardoso, ma semmai un consiglio non richiesto: si ripassi, non dico i capolavori del cinema mainstream, ma anche i migliori hard europei e italiani che ogni tanto segnaliamo anche su questo forum, e si sforzi di ristabilire un minimo di sensata e ragionevole scala di valori.

6 Mi Piace

Penso che dal punto di vista della qualità delle riprese, difficilmente ho visto di peggio.
In calore in corpo e soffocation le riprese a mano libera sono peggiori del peggiore filmino amatoriale di un battesimo o matrimonio.
Mosso artistico??

3 Mi Piace

Mi sono chiesto più volte cone mai ci sono personaggi come l’Arduino Sacco. La risposta credo sia una sola: Arduino esiste e basta!

1 Mi Piace

Parafrasando Roberto “Freak” Antoni buonanima: Arduino Sacco c’è. E odiava il pubblico…:nerd_face::smiling_imp::face_with_raised_eyebrow::black_heart:

1 Mi Piace

Sochmel! Zardoz ti piacciono gli Skiantos? Quando sei libero c beviamo 2 birrette…

1 Mi Piace

ma anche arduino sacco ci deve delle spiegazioni (possibilmente convincenti)

1 Mi Piace

Per Lindo: purtroppo gli Skiantos li ho “frequentati” poco, ma sicuramente mi piacciono. Antoni è stato, a mio modestissimo parere, una sorta di Belushi nostrano. E rispetto a quest’ultimo, è durato di più. Ma non abbastanza…:cry:Per Schramm: spiegazioni? Sacco ormai, non vuole darne. E in fondo, per giudicarlo, basta guardarsi i suoi film. O NON guardarseli…:black_heart::wink::tongue:
P.S. E a differenza di Elio & soci, gli Skiantos non sono mai riusciti a “vendersi bene”. Purtroppo per loro, e per noi…:pensive:

3 Mi Piace