Mercoledì - Wednesday (Tim Burton e altri, 2022 - )

Venerdì Addams viene mandata alla Nevermore, la vecchia scuola superiore dei suoi genitori, per scontare una pena detentiva alternativa. Si tratta di un collegio specifico per i “reietti”, ragazzi particolari bullizzati dai cosiddetti “normali”, nel quale andrà in scena un mistero che lascerà una lunga scia di sangue prima che Mercoledì scopra la verità.

Strano che finora nessuno avesse aperto un topic su questa serie che, al di là di essere la più vista su Netflix, fa riferimento al grande Tim Burton. Ho buttato uno sguardo sulle varie recensioni e mi sentirei di dire che c’è una decisa spaccatura tra coloro ai quali è piaciuto e gli hard-fans del maestro che invece lo hanno snobbato.

Indubbiamente se si cerca la visionarità o le iperboli di Burton si resta abbastanza delusi, fermo restando che lui dirige solo i primi quattro episodi. Se poi si odia la saga di Harry Potter, visto il numero di similitudini presenti soprattutto nella prima parte, si può capire che l’articolo possa non andare genio. Se però non appartenete alle categorie appena citate, la serie è gradevolissima. Viene etichettata come una commedia horror ma direi che è più un avvincente mistery soprannaturale che si segue con attenzione fino alla fine (anche se ho scoperto abbastanza presto chi fosse il colpevole).

Il cast funziona molto bene e Jenna Ortega fa un gran lavoro nel mantenere l’equilibrio fra la gotica amante del macabro e le dinamiche adolescenziali che il contesto sociale della Nevermore fa emergere seppur faticosamente. Una delle critiche più stupide che ho letto è che questa Mercoledì è “piatta”, un personaggio fisso che non si evolve mai nel corso dello show. Una cosa del genere la può pensare solo chi non ha mai visto una puntata della Famiglia Addams.

A proposito, questo spin-off rispetta il mito? Direi di sì, nonostante la presenza solo incidentale degli altri membri della famiglia fatta eccezione per Mano che invece è coprotagonista. L’arto, cicatrizzato per l’occasione, è un vero valore aggiunto della serie… spassosissimo!!!
Anche la coppia Gomez - Morticia funziona bene e forse il vero tocco di Burton è nella scelta dell’orrendo Guzman che contrasta in modo quasi disturbante con la sempre avvenente (anche se siliconata) Zeta-Jones.

Ironico il cliffhanger finale per un eventuale seconda stagione che spero con tutto il cuore Burton ci regali al più presto.

1 Mi Piace

Guzman somiglia molto di più all’originale Gomez del fumetto di Charles Addams di quanto CZJ non somigli a Morticia (agevolo immagine)

image

quindi nessun tocco autoriale o particolare intuizione da parte del vecchio emo, ma d’altra parte non c’è da stupirsi se pensiamo che burton per anni è andato avanti per inerzia facendo robe in cui c’era johnny depp truccato da cretino che faceva le faccette buffe

3 Mi Piace

Se il dubbio se il suo riferimento sia stato il fumetto o la serie tv può permanere, quanto sopra invece rientra nell’ambito dell’oggettivo.

Parte come una rivisitazione della vecchia serie della Famiglia Addams, seppur aggiornata ai tempi nostri, con un mood caratterizzato dallo humor macabro e grottesco ed un focus particolare sul delineare la psicologia della protagonista, estremamente curata ed approfondita nelle mille sfaccettature del suo eccentrico modo di essere (questo nei primi tre o quattro episodi). Poi gradualmente iniziano ad avere sempre più importanza l’intreccio mystery, il dipanarsi delle vicende, le dinamiche tra i personaggi, e la serie si trasforma da una rivisitazione/evoluzione delle atmosfere del serial originale della Addams Family ad una sorta di emulazione da un lato del modello HerryPotteriano, dall’altro di format tipo quelle serie cinematografiche horror/sentimentali/action/fantasy per teenagers come Underworld e Twilight.

Insomma, Wednesday prende il via seguendo binari un po’ sui generis, allettanti per la novità dell’approccio; si conclude invece, andando sul sicuro, proponendoci i soliti fasti delle serie di punta del genere teen-fantasy, con trama intrigante ed effetti speciali mirabolanti.

Una visione gradevole, a conti fatti.

1 Mi Piace

Anche a me è piaciuto, divertente, poi amo le serie non troppo lunghe (poi vedremo come si svilupperà). Concordo con Frank, avrei preferito meno intreccio Mystery e vedere approfonditi più aspetti di “quotidianità”, ma chiaro che per avere un hook ad ogni episodio serve questo.

2 Mi Piace

Semmai qualcuno avesse avuto dubbi, confermata ufficialmente la seconda stagione

1 Mi Piace

Che due coglioni

Almeno non c’è il cameo di Depp truccato da cretino che fa le faccette

Concordo con quelli che l’hanno trovata gradevole come serie.
Si lascia guardare piacevolmente e riesce a non cadere mai nella scontatezza nonostante il rischio fosse sempre latente.
L’attrice protagonista grande rivelazione!

2 Mi Piace