Napoletans - Luigi Russo, 2011

http://www.cinematografo.it/pls/cinematografo/consultazione.redirect?sch=55048

Non so perché ho voluto vedere sto filmaccio ieri sera, forse perché quando leggi Dania Film & Surf Film ti viene la nostalgia, forse tra soggetto e sceneggiatura ci sono Sergio & Luciano Martino, forse per Andrea Roncato. I nsomma, una pietà, vorrebbe fare il verso alle vecchie commedie scollacciate con la “scena della doccia”, ma la regia è pessima, tra rallenty e riprese stile fiction, molti attori son cani, su tutti Nina Senicar, e i vari Maurizio Casagrande, Giacomo Rizzo e Maurizio Battista, pur bravi, nulla possono contro l’alone di mediocrità che permae il film. Atroce la OST che rifà il verso ai Sud Sound System senza averne le capacità. Alla fine ho messo su Fracchia la Belva Umana, dio che abisso, paragonato a questo sembra un capolavoro da 10 Oscar…

Curioso notare inoltre che il Luigi Russo regista sia lo stesso di film come Una bella governante di colore o Adamo ed eva la prima storia d’amore :slight_smile:

Insomma, ma almeno qualche nudo c’è o non soddisfa neppure da questo punto di vista?

Non è lo stesso regista di Pensione Amore Servizio Completo, è un altro Luigi Russo:

http://www.mymovies.it/biografia/?r=32570

C’è una fugace scena della doccia in cui si vede sta Senicar, che non so chi sia a parte che recita da cani, nuda di schiena. That’s all folks.

Ah ok! infatti mi ero informato grazie a Wikipedia e al cialtrone che ha modificato la pagina!

Visto ieri sera. Un filmetto mediocre, addirittura pessimo se non fosse un minimo minimo (ma proprio MINIMO) salvato qua e là da Casagrande (comunque al di sotto dei suoi standard interpretativi), Rizzo e Battista. Sprecato e svogliato Ceccherini. Si rifà in parte a “L’infermiera di notte”, ma quest’ultimo a confronto pare uno dei Monicelli migliori. Eppoi lì c’erano Banfi e Carotenuto, più una giovane e splendente Gloria Guida. La Senicar funziona solo dal collo in giù, e obiettivamente ha un culo da schianto. E in questi filmetti prodotti da Iervolino l’aria è sempre miseranda, tra la fotografia piatta, scene “buona la prima” e attori mandati allo sbaraglio…
P.S. Patetico Andrea Roncato, a proposito. E l’ottimo teatrante Lo Monaco è presente in un paio di scene giusto per raccattare un veloce assegno…