Pan Am

IMDB

Un’altra serie ambientata negli anni '60, racconta la storia dell’omonima compagnia aerea statunitense, la Pan-American Airlines, e principalmente delle vite delle bellissime hostess (scelte con grande cura) e dei piloti (mica male pure loro!!!ahahaha!!!). Io per ora la trovo davvero carina, l’ambientazione è curata nei dettagli al pari di Mad Men, e anche il cast mi sembra funzionare benissimo. C’è una Christina Ricci in un ruolo diverso da quelli in cui di solito si vede e la bionda che interpreta Laura sembra uscita da un film con Dean Martin o con Lauren Bacall.
In questi giorni è partita la programmazione su Fox Life!

Ho visto la pubblicità la scorsa estate in giro per LA, serie che non vedo l’ora di vedere causa mia passione per aerei e hostess (non necessariamente in quest’ordine), ha uno dei più bei trailer realizzati per una serie:

//youtu.be/ChzJ1ZvCclo

perfettamente incorniciato da Come Fly with me di Old Blue Eyes. Ovviamente per i patiti è consigliabile la lettura del libro Coffee, Tea or me?, uscito nel 67 che racconta in dettaglio la vita di due hostess della “jet-age”:

http://www.amazon.it/Coffee-Tea-Me-Trudy-Baker/dp/0142003514/ref=sr_1_1?ie=UTF8&qid=1326794145&sr=8-1

Viste le prime due puntate di questa serie che sulla carta mi intrigava molto in quanto appassionato di anni 60, del loro lifestyle e delle compagnie aeree che c’erano all’epoca… peraltro tra le due grandi compagnie americane ho sempre preferito la Pan Am alla Twa, non solo perché della prima conservo numerosi gadget d’epoca… :cool:

Finora il giudizio è sospeso… per certi versi ha un andamento da “soap”, ma essendo arrivati solo al secondo episodio ancora non si sono delineate bene tutte le linee della serie e le psicologie di ogni singolo personaggio: Cristina Ricci ad esempio nella prima puntata aveve pochissime scene… e nella seconda, nonostante sia vittima di molestie da parte di un passeggero un po’ troppo eccitato, il suo minutaggio è cmq più scarso rispetto a quello delle due hostess sorelle.

Per il resto le ricostruzioni d’epoca sono buone (anche se lo scorcio di Roma, piena di traffico e baccano, fatto vedere nella prima puntata se non fosse stato per le auto sembrava rispecchiare più la situazione odierna), anche se ho notato che molte sono effettuate sovrapponendo gli attori a sfondi posticci, escamotage sicuramente utilizzato per limare i costi ma che in certe scene, soprattutto visionando il telefilm in hd, risulta abbastanza evidente… forse si tratta di un omaggio a certi film d’epoca in cui si utilizzavano sfondi finti?

Negli Usa si era vociferato riguardo una possibile non realizzazione della seconda stagione, ipotesi smentita dalla Abc… ad ogni modo se i produttori per promuovere la serie sono arrivati a concedere il download gratuito delle prime nove puntate significa che si aspettavano un maggiore interesse da parte degli spettatori

Between December 20, 2011, and January 5, 2012, the first nine episodes of the series were made available for free on Internet download sites in an effort to increase viewer interest in the series.

http://en.wikipedia.org/wiki/Pan_Am_(TV_series)

La cosa positiva comunque è che finalmente una serie americana parte pochissimi mesi dopo l’esordio statunitense. Tuttavia ritengo la forbice ancora troppo ampia: i produttori dovrebbero capire che l’unico modo per limitare il fenomeno del download illegale e dei sottotitoli realizzati dai fan e non “bruciare” un telefilm, magari sospendendo serie di qualità solamente dopo la prima stagione (ci sono numerosi esempi, il primo che mi viene in mente è “Flash Forward”), la loro messa in onda andrebbe fatta contemporaneamente in più paesi.

Mi sa che l’effetto soap resterà fino alla fine… cosa può regalarci una serie che fondamentalmente parla di hostess e piloti? :confused: A parte la sottotrama di spionaggio che però non ha ancora regalato momenti epici. In generale, nell’attesa di qualcosa di nuovo, io la guardo con scioltezza.

Probabilmente quello che dici delle scenografie è vero, io in uno schermo piccolo come quello che ho non me ne sono potuta rendere conto, anche perchè i colori sono talmente “pastellosi” effetto “La donna perfetta” con Nicole Kidman che sembra di sfogliare un libro di pubblicità d’epoca in certi momenti! In cielo è celeste baby e i visi hanno pelle liscissima con sfumature perfette!

(Flash Forward è un peccato enormeeeee… sigh)

Ho visto (su Fox Life) solamente i primi 2 episodi di questa serie che attendevo con interesse per due ragioni, la prima è la mia passione per l’areonautica, la seconda che si proponeva come una sorta di Mad men con potenzialità persino superiori date dall’ambientazione, invece finora sono abbastanza deluso, in effetti sembra una soap opera tendente al noioso.

Penso sia una questione di tempi tecnici: adattamenti e doppiaggi non si fanno in un giorno, e sinceramente ci manca anche che lavorino più in fretta di quanto già fanno… già spesso ci si lamenta di adattamenti approssimativi e doppiaggi fatti in economia…

Stagione 1 conclusasi già la scorsa settimana su sky… devo dire che, seppure partita in sordina e lungi dall’essere un must, alla fine è riuscita a conquistarmi… tra i “pro” la commistione tra soap e trama spionistica, sempre più presente negli ultimi episodi. Anche il cast di volti poco noti l’ho trovato adeguato. Alla fine forse la scelta meno azzeccata è stata quella di Christina Ricci, secondo me troppo sopra le righe (anche se il suo personaggio lo prevede) e “fuori standard”: se avete notato è molto più bassina tra le hostess protagoniste… e secondo me alla Pan Am un limite minimo di altezza per essere assunte credo dovesse esserci.

Tra le pecche maggiori… sicuramente gli sfondi e le comparse all’interno dell’aeroporto ricreate al computer che a volte risultavano davvero troppo evidenti.
Anche la scelta di canzoni italiane cantate (male) in italiano da americani nelle puntate (virtualmente) ambientate a Roma è molto discutibile. Ed è un peccato perché, incredibilmente, in Pan Am non sono stati sciorinati i soliti luoghi comuni sugli italiani che affliggono un po’ tutti i film e le serie tv straniere. Tuttavia immagino che entrambe le pecche siano state obbligate dalla ristrettezza del budget: del resto anche le canzoni americane non erano cantate dagli interpreti originali… e con quello che si fanno pagare per ogni singola canzone gli aventi diritto purtroppo credo sia stata una scelta inevitabile.

Vista anch’io tempo sotto coercizione coniugale. Alla fine, seppur non eccezionale ed imperfetta in alcune ricostruzione, e’ comunque godibilissima. Concordo sulla “bassezza” della Ricci, stona parecchio… Non male comunque il gruppo di stewardess in blu!!

Articolo TGCOM:

[i]Il tormentato destino di “Pan Am”, la serie tv della ABC che racconta le vicende dei piloti e delle hostess di una delle compagnie aeree più famose del passato, potrebbe compiersi. Dopo la cancellazione dello show sulle reti televisive, lo scorso maggio, la Sony Pictures TV aveva pensato di trasmettere la serie via web o via cavo. Le trattative si sono però concluse con un nulla di fatto, costringendo la serie a chiudere.
“Dopo che la ABC ha cancellato lo show, abbiamo assistito ad un grande sforzo da parte del team e della Sony per resuscitare la serie attraverso canali alternativi - ha fatto sapere in un comunicato ufficiale Nancy Hult Ganis, produttrice esecutiva - Sfortunatamente per i telespettatori che hanno amato la serie, e per quelli che avrebbero potuto amarla, Pan Am chiuderà ufficialmente”.

“Sarò grata per sempre per il supporto (e le critiche), oltre che per l’opportunità di aver fatto rivivere il passato attraverso le nostre storie - ha continuato la Ganis, lei stessa ex assistente di volo della “Pan Am” - In molti hanno contribuito alle storie e a loro va il mio ringraziamento più amorevole”.[/i]

Su Amazon è già pre-ordinabile la prima stagione di Pan Am in dvd, ucita prevista marzo 2013. Per caso qualche ben informato sa se contestualmente è prevista anche l’edizione italiana?

Se guardi su amazon.it la trovi regolarmente…

piccolo OT
la cosa assurda è che le label si mettono a stampare dvd di serie morte prima di nascere che difficilmente avranno molti compratori piuttosto che terminare le serie arrivate a conclusione dopo molte stagioni di cui qui in Italia hanno interrotto inopinatamente la produzione in dvd

E’ ufficiale, sono ricoglionito :toimonst:
Grazie…

Finita di vedere ieri sera, per me una mezza delusione. Diciamo che visto l’argomento e l’ambientazione ero disposto a perdonare tutto a questa serie, però ci sono fin troppe mancanze, che a mio avviso ne hanno decretato l’insuccesso e la prematura fine, dovute probabilmente ad un budget ridicolo:

  • location fintissime e tutte ricreate in studio: se in Mad Men per le rare volte lo si perdona, qui visto il subject proprio no
  • canzoni italiane inventate e cantate da non italiani, così come gli attori che fanno gli italiani
  • stereotipi a go go
  • CGI ridicola: va bene ricreare tutti gli aerei e l’arrivo al terminal Pan Am di JFK in CGI, ma almeno falla meglio e variala un po’, la scena dell’arrivo a JFK è sempre la stessa…
  • canzoni inglesi tutte rifatte da sconosciuti
  • trama spionistica improbabile

Insomma, alla fine le darei un 6 stiracchiato, per un argomento culto come questo si poteva e doveva fare di più. Però sarei andato avanti a vederla, mi mancherà.