Philosophy of a Knife (Andrey Iskanov, 2008)

A quanto pare un susseguirsi di immagini in bianco e nero sulle vicende della famigerata unità 731.

Mi era sfuggito questo titolo, qualcuno lo ha visto? Ho appena ordinato il doppio DVD su ebay.

1 Mi Piace

Mi era sfuggita l’uscita del DVD italiano:

Si, è da un po’ che ce l’ho nella lista dei preferiti di amazon, se non sbaglio ero arrivato a questo titolo leggendo qualche topic relativo a qualche altra uscita Spasmo video proprio qui su gdr.

Ma spasmo video c’entra qualcosa con qualche nostro forumista?

Ciao!

Io ho il dvd ma la durata mi spaventa :slight_smile:

Se riesco a superare la paura vi faccio sapere :wink:

Ciao!
C.

1 Mi Piace

Attendiamo fiduciosi! :smiley: :+1:t3:

Ciao!

Mi sono immolato.

Penso di aver espiato le colpe di almeno 10 vite precedenti e aver riequilibrato il mio karma.

Già il tema non mi ispira e il soggetto è deprimente; le aspettative erano basse (ho visto altri due film del regista) e la visione non mi ha fatto ricredere. Praticamente si tratta di una puntata di: “La storia Siamo noi”; solo meno interessante, con meno ritmo e il narratore con il tono di chi sembra stia leggendo il volantino del supermercato. A questi filmati di repertorio (e annessi effetti sonori posticci) e un’intervista ad uno sconosciuto (non ho scorto il suo nome o cognome), sono intervallate le scene di finzione degli “esperimenti” sui detenuti; di fattura così dozzinale e sciatta da trasmettere solo noia. Un plauso alle musiche che riescono ad essere fastidiose in continuazione, insieme agli effetti sonori invadenti e patetici (ogni volta che si inquadra un bosco -e non nevica- c’e’ sempre un uccellino che canta).

C’è anche una sottotrama (diciamo cosi’) che, se possibile, rende tutto ancora più squallido, tanto è fuori posto.

Giova ricordare che la durata e’ di 4 ore. Giova nel senso che se qualcuno fosse tentato di vederlo magari saperlo in anticipo potrebbe farlo desistere.

Il mio ultimo pensiero prima di inviare questo post va a chi ha dato soldi al regista per girare questa cosa.

Ciao!
C.

PS: se qualcuno conoscesse il traduttore o la traduttrice che ha scritto i sottotitoli riferite a questa persona che i “piatti petri” non esistono, a meno che si riferisse al giradischi che compare nel film (i giradischi marca “Petri”, immagino)! :slight_smile:

2 Mi Piace

Credo che @cage non abbia potuto usare parola migliore di “immolato”.

Appena uscito lo avevo ordinato con non poca fatica da ebay, quello con la cover blu, ma nel frattempo vidi diversi spezzoni che mi fecero desistere non poco dalla visione integrale. Mi reputo abbastanza erudito al punto di vedere nel film nient’altro che una tragica e involontaria comicità.

Riguardo i suoni stridoli ricordo il vanto del regista di aver usato oltre 10.000 suoni diversi in tutto il film senza mai riptersi.

2 Mi Piace

Ciao!

Allora visto che e’ un appassionato di suoni, dovessi mai incontrarlo, potrei fargli una pernacchia, come non ha mai sentito in vita sua, per farlo contento! :smiley:

Ma purtroppo non so fare le pernacchie. :slight_smile:

Ciao!
C.

1 Mi Piace

Complimenti per esserti sottoposto volontariamente a questa sorta di cura Ludovico, ora potrai fregiarti del titolo di cinefilo militante ad honorem!
Ci vorrebbe un badge gdr fatto ad hoc! :stuck_out_tongue_winking_eye: :+1:t3:

1 Mi Piace

L’ho fatto per il forum. :smiley: :smiley:

Ciao!
C.

1 Mi Piace