Rappresaglia (George Pan Cosmatos 1973)

Con Marcello Mastroianni, Richard Burton, Robert Harris, Leo McKern, Delia Boccardo, Giancarlo Prete, John Steiner, Renzo Montagnani


http://www.archiviodelcinemaitaliano.it/index.php/scheda.html?codice=AG3563

Coproduzione tra Italia e Francia sulla famigerata rappresaglia tedesca delle fosse ardeatine. Gran produzione, film girato coi soldi.

Qualche inevitabile semplificazione, tanto che Kappler e Caruso sembrano quasi due bonaccioni costretti dalle circostanze a fare quello che mai avrebbero voluto. Comunque a livello spettacolare il film funziona benissimo, le due sequenze della bomba a via Rasella e il finale alle fosse ardeatine sono due pezzi di cinema notevoli.

@ A.N. - tra le vittime c’è pure Bruno Alias :smiley:

Se questo film viene visto con l’ottica di una storia inventata oppure che prende solo spunto da una storia vera allora lo si accetta così com’è, se invece si vuole raccontare un fatto realmente accaduto è diverso, lo si vede con occhio diverso. Per prima cosa se si racconta una storia vera non c’è bisogno di inserire personaggi chiave del tutto inventati, seconda e ancora più importante attenersi ai fatti così come sono accaduti. Subito dopo l’attentato i Tedeschi dicono che non ci sono state vittime civili e non è vero, perirono un ragazzino di 12 anni e un uomo a causa dello scoppio, mentre se non ricordo male altre quattro persone morirono a causa dei colpi dei militari tedeschi che aprirono il fuoco dopo lo scoppio Una scena di cui non mi è chiara l’utilità è quando Lastretti segue la Boccardo e poi trova i ragazzini che giocano con la palla e la lancia verso i soldati in marcia Se non fosse per il racconto storico in alcuni punti inventato è un film che va visto anche solo per il grande cast