Snowtown [J. Kurzel, 2011]

http://www.imdb.com/title/tt1680114/

Ancora Australia dopo Animal Kingdom, ancora famiglie ‘particolari’. Ed in questo caso le virgolette sono d’obbligo perchè la vicenda diventa più sporca e terribile. Jamie ed i suoi fratelli vivono in un contesto sociale piuttosto degradato con la madre Liz, è un quartiere povero e deprimente dove regnano le peggiori perversioni morali ed infatti subiscono una serie di abusi da un corteggiatore della madre. La scena che riprende queste attività nella sua sgradevolezza è molto elegante e non mostra assolutamente nulla di nulla ma riesce ad essere forte e tremenda. Questo evento li porta ad incontrarsi con John, una specie di giustiziere morale che la gente del quartiere stima ed in poco tempo riesce a catturare la fiducia dell’intera famiglia e, soprattutto, di Jamie. Comincia quindi il cammino verso l’inferno che John ed il suo compare preparano con estrema sicurezza e vista con gli occhi insofferenti ed incapaci a qualsiasi reazione di Jamie sotto la lente del bravo Justin Kurzel. Infatti la pellicola seppur piena di violenza sia visiva che psicologica riesce comunque a viaggiare su lidi narrativi non eccessivamente spietati. A parte l’ottimo Henshall che interpreta John Bunting il resto degli attori sono tutti esordienti e c’è una squadra artistica esteticamente molto funzionale ed adatta alle circostanze. Colonna sonora molto buona, un uso davvero sapiente del fade in ed out, non un mero pretesto per riempire i silenzi.
Sconsiglio la visione agli amanti degli animali per alcune scene piuttosto cruente.
John Burting esiste davvero e la vicenda si può tranquillamente googlarla cercando ‘Snowtown Murders’, mi prometto di aprire un topic nella stanza true crime appena possibile.

Nonostante ho acquistato il blu ray australiano (bello pieno di extra) è da poco uscito un DVD italiano.

Lo immaginavo diverso e pensavo che mi avrebbe colpito in un altro modo rispetto a come mi ha effettivamente colpito durante la visione di ieri sera.
La cosa che mi è rimasta più impressa è certamente la descrizione delle vite deprimenti di questa gente nell’Australia più degradata e troglodita. C’è uno squallore desolante, tutto è molto triste, dai volti alle case.
La storia dei serial killer mi ha colpito fino a un certo punto, onestamente.
Gli attori sono bravi, la musica effettivamente è usata molto bene e Kurzel dissemina il film di finezze stilistiche eleganti ma discrete.
C’è una scena graficamente forte che però non mi ha turbato più di tanto. Mi ha dato molto più fastidio l’atmosfera sporca che si respirava.
Comunque è un film interessante anche se mi aspettavo qualcosa di diverso.

Ho preso il dvd italiano che ha un master accettabile e l’audio originale (con sottotitoli per non udenti, per fortuna rimovibili dalla versione in inglese). Ha anche alcuni extra (non sottotitolati, quindi occhio se non conoscete la lingua).
L’authoring del dvd è abbastanza irritante (bisogna SEMPRE sorbirsi tutta la lunga animazione del menu ogni volta che si torna indietro) ma la cosa più sconcertante è che nel retro della cover c’è scritto che il film è una commedia (?!)

Incuriosito e terrorizzato da questa affermazione ho fatto una rapida ricerchina in rete e:
http://www.digitalspy.co.uk/movies/news/a324520/snowtown-viewers-faint-suffer-distress.html#~p8MvRtNgeZE9X9

Onestamente le scene con gli animali non mi sono sembrate così terribili. E la scena del link postato da SWAT è completamente fuori campo. Certo, è tosta come idea ma non si vede nulla.

Passa saltuariamente anche alla tele, l’ho visto su Rai Movie. Abbastanza sgradevole ed efficace, in effetti.