Sr Raza - Vero Sardo G

Arrestato per l’ennesima volta IL Bandito sardo “Grazianeddu” non dico niente di nuovo, è agli onori di cronaca.

La cosa curiosa prima di ogni nesso con la situazione è che proprio due giorni fa mi ritrovato ad ascoltare su spotify l’album italiano Wessisla de Sarazza / SR Raza, quello che personalmente è nella top 5 dei miei album di Hip Hop Italiano, di quei bei tempi in cui non si tatuavano il collo e non influenzavano i teenager, era il 1996, poi su come facessero a girare per le disastrate strade dell’aspromonte in Ford Skorpio è un altra storia :smiley:

PS: il capolavoro è stato recentemente ristampato in doppio vinile, per chi fosse in vena di farsi un bel regalo di Natale:

Eh niente, nella riproduzione random di spotty mi parte l’ ep “Vero Sardo G” del 1994 una reverenziale ode all’ex latitante Mesina, così mi ero rimesso un po’ a rispulciare la biografia del Re dell’Aspromonte, questo era il nesso curioso.

Al di là della bellezza del brano e la sua orecchiabilità, si parla di 30 anni fa, in cui la gente era RAP uguale Giovanotti, qua si era davvero avanti, ma molto avanti, vi invito ad ascoltarlo ed analizzare il testo:

One man, one story, di un homies che non parla piu’
Di un vero sardo G con i coglioni e…
Dal sangue del suo gruppo i quattro mori
Ed una terra sarda piena di rancori, eja
Another tipo di Gangsta, ed i suoi video e le sue click-click
Scritti nelle sue leggi e in Supramonte sai quanti sbirri ha sfottuti
E quanti stronzi ha fatto fuori fumati slappati come un blunt, eja
Fatti sparire in mezzo ai sardi boschi senza lasciare una traccia
E sempre pronto col tiro piazzato in testa
E chissà in quanti han stretto il culo alla sua vista
Per me cazzuto come Scarface è l’esempio
Di uomo sardo fiero come il nostro vento
Non hai mai perso G, perche’ non hai mai chiesto
E hai sempre chiuso i conti senza dare il resto G
Lucido, affilato, agile
Latitante esperto in fughe ed intoccabile, nel suo regno
Una leggenda vivente da non scordare mai
Per tutti gli hommies rillassati della sarda sai
Ed ora e’ al buio non so dove in qualche gabbia
Anzichè al sole ed al calore della nostra sabbia
Eja, Sa Razza dedica funky to brekin’
This to my man, Mesina vero sardo G

[Ritornello]
This to my man, dedicated to my man, eja vero sardo G ( x 4 )

[Strofa 2]
E tu mi senti, tendimi l’orecchia
Tu sai chi ti ha salvato il culo e l’hai coperto di merda
Cosa pensi ai sogni persi in quella grotta, umida e fredda
Mentre [?] e l’Aga Kan si son fottuti la mia isola, eja
Incaprettato dentro un buco che tremavi
E grazie a un vero sardo G sei ancora vivo
C’è chi non e’ tornato ed e’ sparito per sempre
In quell’ inferno seppellito, eja
Another check, nass’e’ della calma del rione
Gli hommies sardi vivono distesi
Fottuti cronici, in toni WC
E si racconta degli scazzi quotidiani
Con l’accento raddoppiato west cost
Motherfucker sardo D.O.C
Fiuto come un funky dog, eja
Ed il mio culo è da baciare perché è fresco
Chiaro ed esplicito ritmato per il G maestro
Fino de lingo me sardo primero Quilo
Passo leggero, caldo il mio respiro, eja
Non voglio che se intorno a me i giorni sfilano lisci
Senza parole con i soliti gesti fissi
Ne ho i coglioni a pezzi
E mentre in troppi fanno finta io do solo stima
Qui ci vorrebbe un altro vero sardo G, Mesina

[Ritornello]
This to my man, dedicated to my man, eja vero sardo G ( x 4 )

[Strofa 3]
A sonu 'e [?], eja
Intra sa mia manera
Detto a sa sarda chene passida e check my vida
Another moda, another G, another slang
M-M-M-M-Mesina coming on the band, again
[?] Lassamìdda sei, mi family nc’est
Sa Razza impara a s’òmine
A sardu G atturende su rioni a dònnia dii
As bidu ancu su sole de sa costa
Mesina est su mellus de s’isula nosta
Como mo me pasiu cun su pane calente
E abbardante
Come, stay true
G sardo
Sa Razza no est [?]
One man, one story, Mesina vero sardo G

2 Mi Piace

WESSISLA dovrei avere ancora il cd prima stampa

2 Mi Piace

Anche io ho la prima stampa :sunglasses:

Ironia della sorte, comprato alla Dimar di Riccione, cito da “Non sopporto il grigio” :smiley:

altro che Rimini e vai a fare il figo a Riccione
con un mare da sciffo e le spiagge di mattone
e mentre immergi le tue palle in quella fogna
Quilo si specchia con i suoi homies nel suo mare di sardegna.

1 Mi Piace

Uno dei pochi album di hip hop che ascoltavo ed apprezzavo al tempo, a me che non fa impazzire il genere.
Ovviamente me lo facesti conoscere tu :wink:

p.s.: Aspromonte? :thinking: fortuna che @Giorgio_Brass non è più tra noi…

1 Mi Piace