TG2 Dossier - Eroina s.p.a. (Joe Marrazzo, 1980)

Fin da quando avevo trovato questo reportage citato da più parti durante le mie ricerche per la tesi mi ha preso il desiderio di vederlo.
Per anni però è restato invisibile. Finalmente spunta sul sito di raiplay.

Marrazzo cerca di dare un affresco il più possibile completo del fenomeno droga, andando a indagare su paesi produttori, trafficanti, mafia, collusioni con politica e mondo degli affari, fino ad arrivare ai protagonisti del piccolo spaccio, ai consumatori e alle loro famiglie.

Le interviste sono trasversali, facendo emergere il punto di vista delle forze dell’ordine, della gente legata alla mala, delle famiglie, dei tossici.
I colloqui che più colpiscono sono quelli con le persone che vivono il problema ion prima persona: i tossicodipendenti e i loro genitori. Marrazzo riesce ad arrivare quasi immediatamente ad un forte livello di empatia, le persone gli si aprono e mostrano con sincerità il loro mondo interno, diventano trasparenti davanti amma macchina da presa.

La parte che rimase famosa facendo scalpore, che ho trovato citata a destra e a manca, è la sequenza conclusiva, nella quale dei tossicodipendenti di Verona rispondono con un disincanto e una fredda e lucida consapevolezza alle domande del giornalista, portandolo poi a visitare i fetidi vicoletti del centro dove vanno a farsi, pieni di pattume, siringhe e vomito. Il reportage termina con un lungo piano sequenza ravvicinato che documenta con dovizia di particolari un tossico che si prepara la siringa e si inietta nel braccio l’eroina, con una metodicità rituale mortifera che colpisce lo spettatore anche più scafato. Non può lasciare indifferenti.

Su raiplay sono caricati diversi altri (forse tutti?) reportage di TG2 Dossier firmati da Joe Marrazzo, tra cui quello ancora più emotivamente impattante Sciuscià 80, sugli scugnizzi di Napoli.

3 Mi Piace