The Mist (Netflix, 2017)

La trama la sapete no? Una cittadina del Maine viene improvvisamente inghiottita da una misteriosa nebbia, gli abitanti saranno costretti a nascondersi all’interno di edifici e combattere per sopravvivere.

Liberamente ispirata al racconto omonimo di King con diverse libertà (forse troppe), a quanto leggo, molto meno fedele del film di Darabont anche se non ne mancano le affinità.

L’episodio zero si divora in tutti i sensi, peccato che andando avanti con la visione il tutto si indebolisce, ma a mio avviso rimane comunque avvincente e intrigante, peccato solo che l’entusiasmo venga smorzato dal fatto che è già stato confermato che NON verrà girata una seconda stagione.
Malgrado la severa critica è il basso voto sull’IMDB sarei comunque stato invogliato a proseguire la visione, tanti misteri e tanti interrogativi ai quali sarebbe stato bello avere risposta…

PS: Nella serie, un efebico e uranistico “Russel Posner”, la sua somiglianza con Parzio è sconcertante.

Nonostante la seconda stagione sia stata ufficialmente CANCELLATA, netflix insiste nel ripropinarmene la visione.
Poteva essere davvero una grande opportunità, peccato sia stata realizzata in maniera così approssimativa.