Tolo Tolo (Checco Zalone 2020)

Parliamone.

Il film non ripeterà forse l’incasso dell’ultimo famosissimo film di Zalone, talmente famoso che non mi ricordo che cazzo di titolo avesse, ma ha già superato i 42 milioni di euro.

Io non l’ho visto, perché Zalone che va in Africa a fare il buonista del cazzo non è esattamente una roba che mi interessi, ma qualcuno di voi avrà alzato il culo e sarà andato al cinema a sorbirselo, scommetto.

PS - nonostante il titolo, pare che nel film non ci sia traccia di Marilù Tolo, che proprio oggi compie gli anni (auguri!!!11111)

1 Mi Piace

Visto, e piaciuto molto. Diverso dai precedenti, per ambizioni, e regia. Luca Medici esordiente stupisce in positivo: non sembra nemmeno un film italiano, a dirla tutta. E grazie a un montaggio da premio, il ritmo è sempre sostenuto. Un’ora e mezza che letteralmente vola. Inaspettate certe frecciate, davvero coraggiose, che tanti “registi di sinistra” non farebbero mai. A differenza del vigliacchetto Pieraccioni e dello spompatissimo Verdone, Medici/Zalone si guarda attorno, e si rimette in gioco. Perderà magari un po’ di spettatori, ma “scremare” il pubblico è segno di vera intelligenza. E vero talento…
P.S. Il film non è piaciuto a Ignazio La Russa. Logico e ovvio. Per fortuna…

1 Mi Piace

Non l’ho visto. A leggere la trama, mi pare un remake aggiornato al 2020 di “mollo tutto” di José María Sánchez.

Se vi piace Zalone andate a colpo sicuro, si ride dall’inizio alla fine, con cinismo e buoni propositi nello stile del protagonista. Attualmente disponibile su nowtv.
Il tratto e le velleità disneyane alla fine si tollerano e strappano risate anche loro.

1 Mi Piace

Visto ieri sera, concordo con Zardoz e Swat, leggero ma graffiante, un’ora e mezza che vola in fretta tra risate e surrealismo vedi quando il barcone affonda. A mio avvio segue bene il solco di certe commedie anni 70, mi vengono in mente Finché c’è guerra, Riusciranno i nostri eroi, ma anche Nel continente nero di Marco Risi. Cameo, purtroppo breve, per Barbara Bouchet. Priceless il momento stile film Bollywood con la più atroce canzone della storia di Mino Reitano.

1 Mi Piace

Concordo con tutto quello che ha scritto @almayer :slight_smile:

Certo alla quarta ripresa effettuata col drone mi ero rotto un po’ e ci sono dei passaggi per me risultati incomprensibili. Ma per me ha trattato il tema senza scadere ne’ in paternalismi ne’ in didascalismi: sono rimasto molto felicemente sorpreso!

Ciao!
C.

1 Mi Piace