A simple favor-Un piccolo favore (Paul Feig,2018)


asimplefavor.jpg

Ok, era un pomeriggio molto noioso, non sapevo cosa cazzo fare di meglio e per evitare di prosciugare il mio gia magro conto corrente in banca tra cose dispendiosissime a caso come mangiare-bere-fare shopping-giocare d’azzardo non ho trovato di meglio da fare che entrare al Cineworld di Wood Green strisciare la mia unlimited card e andarmi a vedere questa Black Comedy.
Intendiamoci, Blake Lively da sola nelle scene di apertura quando smonta dalla Porsche vestita con tacchi abito e cappello, quando beve disinvoltamente Whiskey a casa scoprendo i polsini-gemelli vale la visione e infuoca anche il più sopito e tranquillo asceta trasformandolo in maniaco sessuale. Detto ciò il film a me è piaciuto e lo consiglio, una black comedy che parte piano e arriva ad essere fuori controllo fino all’inaspettato finale. Si rivede Anna Kendrick che ricordo in uno stronzissimo ruolo spalla di Clooney in “Tra le nuvole” , qui coinvolta in una curiosa trasformazione.

commediola gialla buona per passare una serata a cervello spento
poteva essere scritta meglio e diretta senza quegli inutili eccessi che, soprattutto verso la fine (quasi 2 ore, troppe), vengono decisamente a noia

visibile su RaiPlay ancora per qualche giorno