''Ad ogni costo'' di Vasco Rossi, ovvero: come uccidere una splendida canzone

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_1674866415.html

No, allora va bene tutto, pure che qualcuno affermi che vasco è bravo.
Ma fare una cover di Creep dei Radiohead no. Non serve, non ce n’è bisogno. È inutile. Creep è già perfetta così.

Eh no cazzo! È bella? Lasciala stare. Sei pretenzioso oltre ogni limite con sto omaggio. Alla peggio mettila come bonus nell’album (che non comprerò mai neanche sotto tortura), non come “”""""""""""“nuovo singolo”""""""""""""

Ma che cazzo…

SLOL!

certo, operazioni del genere si sono sempre fatte (però al momento non mi viene in mente nemmeno un titolo :() ma Vasco Rossi, no! dai! ricoveratelo!

http://www.youtube.com/v/JcAPNU_X_gA

MA NOOOOOOOOOOOO MA NOOOOOOOOOOOOHHHH NON E’ POSSIBILE!!! BLEEEEEEAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAARHHGH! CHEMMERDA! :mad::mad::mad:

Creep rifatta da Fiasco Rossi è come la Nona Sinfonia rifatta a suon di peti e rutti da un borgataro der Tufello. :(:(:(:(:(:frowning:

dopo 1 minuto e 15 secondi sono stato costretto da me stesso ad interrompere il pezzo.
una roba davvero insulsa che deturpa una grande canzone.

eppure un tempo lo ascoltavo pure con piacere il Blasco.
pezzi degni di nota ne ha realizzati pure lui…

ora però ha decisamente rotto il cxxxo:mad:

Infatti che bisogno c’era di rendere brutta una canzone solo un pò noiosa?
Perchè Vasco non la smette di torturarci?

“Oh cazzo troppo figa sta nuova canzone del Dio Vasco “Ad ogni costo”.
Devo avercela ad ogni costo!!! :supz:”

Ma guarda che è una cover di Creep dei Radiohead

“Ma dai cazzo dici, è la nuova di Vasco, Ad ogni costo è di Vasco,punto.”

Quando l’ho sentita i giorni scorsi, presentata al telegiornale, mi sono chiesto “ma perchè?”, che bisogno ha vasco di coverizzare? ha finito gli autori? boh
La cosa bella è che nel servizio non si faceva cenno al fatto che fosse una cover, se non che l’ha precisato la giornalista in studio subito dopo :smiley:

Priceless il banner di “Ad ogni costo” che sovrasta questa discussione comunque…:D:D:D:D:swat::lobster:

Perché probabilmente chi ha fatto il servizio non conosce neppure l’orginale!

Io cmq mi chiedo “perché?” riguardo il bisogno di fare servizi del genere al telegiornale… non mi sembra sia un ‘evento’ e Vasco non ha bisogno certo di pubblicità… un tempo per reclamizzare una canzone si passava in radio e stop!

Sai com’è, gli spazi vuoti sono meglio pieni di merda che vuoti.
Specialmente quando ai fruitori la merda piace…

Perchè è “come uccidere una splendida canzone”?
La musica è uguale. La canzone è quella. La voce è quella di Vasco, può piacere o no. Il testo può piacere o no. La canzone alla fine se piaceva prima come fa a fare schifo dopo?
A me il risultato finale non piace, ma non ha ucciso un cazzo. Se uno vuole non la ascolta, quella originale rimane dov’è. Se ci sono dei fessi che credono sia un pezzo originale che facciano pure, che rimangano nell’ignoranza. Se questa operazione si rivelasse un fiasco l’unico a rimetterci sarebbe Vasco, non i Radiohead. Non capisco questo astio.
Anche Masini ha rifatto Nothing else matters, l’unico a rendersi ridicolo è stato lui, a me ha fatto ridere, non incazzare (in quanto fan dei Metallica).
All’epoca in cui uscì Knockin on heaven’s door dei Guns molti adulti e fan di Dylan storsero il naso, dissero che era una cagata. Ai giovani rockers fan dei guns invece piaceva. Chi ha ragione? Con quale autorità si può criticare una scelta di un artista? Se Vasco è alla frutta lo dirà il tempo, potrebbe anche essersi rivelata una genialata questa cosa. Chi lo sa. Ma se fosse la goccia che ha fatto traboccare il vaso del suo declino sarà peggio per lui, non per noi, non per chi ama Creep dei Radiohead, e non per i Radiohead. I più ridicoli in questa storia sono i fan dei Radiohead che s’incazzano per il “sacrilegio”… Ma quale sacrilegio!!! Per favore!!!

ma giustappunto vasco rossi può piacere o no, a me per inciso non piace (più) seppure è stato il mito assoluto della mia gioventù

però declino una sega

i cantanti della sua generazione son contenti se facendo un tour riescono a riempire un teatro, vasco rossi fa ancora i sold out negli stadi, fate un pò voi, e a dirla tutta non vale neanche solo per quelli della sua generazione ma anche per buona parte di quelle successive

pur essendo il più marcio di quell’epoca è quello che ha saputo col tempo decisamente meglio gestire il suo personaggio, e vale perciò il discorso di sopra

sinceramente quel che non mi torna è che va bene i quarantenni nostalgici ma faccio fatica a inquadrare che ci azzeccano i ventenni di oggi, ma visto che ce ne sono tanti che lo seguono alla fine ha evidentemente ragione lui

non è poi neanche la prima volta che fa la cover di un altro, anzi da Gli spari sopra a Generale ha riportato pure certe canzoni al successo… è ovvio che i fans dell’originale preferiranno sempre quello dalla notte dei tempi

Grande Johnny Global, sono pienamente d’accordo con te.
In fondo Creep resta quel che è, e Vasco altrettanto, con la sua legione di fans che lo adorano per qualsiasi cosa faccia.

Forse perché una canzone è composta da musica più cantato. se avesse solo la parte strumentale sarebbe come dici tu.

Con la stessa con la quale scegli mentalmente che tipo di musica ti piace di più, altrimenti per coerenza con quello scritto sopra dovresti dire che ascolti qualsiasi tipo di musica perché le scelte dei musicisti sono intoccabili.
Che poi sto ragionamento si potrebbe estendere a qualsiasi altro campo: chi non gioca a calcio non dovrebbe permettersi di criticare calciatori e allenatori, chi non fa politica non dovrebbe criticare i politici e così via. A me pare una gran cazzata in verità. Ognuno è libero di fare le scelte che sente di più, quello è indubbio, ma gli altri sono liberi di fare delle critiche a tali scelte.

Il mio astio è nel non trovare una minima logica in una operazione del genere, e mi riallaccio al discorso fatto da lollauser sopra.

Che poi io trovi Vasco un cantante con una voce pessima e dai contenuti nei quali non mi rispecchio affatto con l’unica astuzia di essersi sempre circondato di grandi musicisti è un altro discorso.

ci azzeccano perchè e semplicemente un personaggio mediocre perfetto per l’ascoltatore mediocre. non ha mai espresso un cazzo ne musicalmente ne in termini di contenuti. si e sempre e solo limitato a interpretare lo stereotipo dello sballone di provincia, quello per l’appunto che non esprime un cazzo proprio perche privo di alcuna vera cultura (sia essa dell’autodistruzione come della "ribellione). pura grossolanità in musica. il drogato che pero dice di non esagerare con la droga. vasco rossi è davvero quello che gli italiani si meritano, porca troia. solo in italia una tale merda riempie uno stadio di teste di cazzo inquadrate come pupazzi che pero si canatno le supposte canzoni dello “sballo”. che schifo vasco rossi e che schifo chi lo ascolta.

Quoto ogni singola parole, del resto è assurdo pretendere che quello che è stato un grande cantante lo resti per 20, 30 o magari addirittura 40 anni. I Beatles, che erano i Beatles, sono durati OTTO anni. Oggi Vasco scrive canzoni di merda, ormai da parecchio e quasi senza eccezioni, ed utilizza il vecchio trucchetto delle cover… se la vì

Mmmm di questo dubito molto, ma molto molto… ad ogni album o singolo nuovo, da almeno 15 anni, è un marchettone unico. Un motivo economico è palese.

come ti permetti di criticare gente che manco conosci? tu chi sei? un essere superiore forse? secondo te cosa dovrebbero ascoltare gli italiani? solo de andrè e fossati? (ne sparo 2 a caso di quelli “impegnati” e “poetici”).
io dico PER FORTUNA che in Italia non sono tutti come te perchè se no sarebbe davvero da prendersi a mazzate nella testa!

@Basik:
io criticavo la tua frase “uccidere una canzone”. non la uccide affatto. se per il 90% degli ascoltatori la versione di vasco è una merda allora quella originale risplenderà ancora di più. se invece venderà e piacerà allora devi sottostare alla regola dei gusti: a te fa cagare e ad altri piace, non ha ucciso un bel niente. e se ha uno gli piace non è un cretino che non capisce un cazzo, semplicemente gli piace, perchè per lui ha un testo bello ed è cantata bene. punto.

@ tutti:
che si parli di cinema o di musica ho sempre più spesso l’impressione (ma magari è un abbaglio) che in molti qui dentro si sentano come degli “eletti” e che tutti gli altri siano una sorta di “babbani”. E allora se uno non conosce il cinema giapponese non vale niente, e se uno ascolta vasco è una merda, e il tarantino di oggi non vale un cazzo… mi pare che non si vada più al cinema o non si ascolti più la musica “col cuore” ma soltanto in base ad elucubrazioni e calcoli intellettualistici o semplicemente per sfoggiare una cultura “alternativa” che secondo me non perchè alternativa vale di più di quella popolare. magari sono solo cazzate oh… ma è un’impressione che ho sempre più spesso.

ma stai scherzando, vero?