Birdemic: Shock and Terror (J. Nguyen, 2010)

Questo è un film così brutto che mi ha fatto pensare a Pollanet, non vi dico altro.

È uscito in dvd (e blu ray!!!) per la Severin e solo ieri ho avuto il coraggio di guardarlo.
Sono rimasto davvero senza parole.
Una zozzeria simile non meriterebbe neanche di essere masterizzata dal regista per farla vedere agli amici sul suo divano, figuriamoci se merita un’uscita in dvd (e blu ray!!!) per una label abbastanza importante…

Il film sembra girato da una persona con seri problemi mentali, non sto scherzando. Non so, sembra girato da un ragazzino scemo oppure da un adulto con un clamoroso ritardo mentale.
Non è da me dire queste cose ma guardate il film e poi mi direte.
Dire che il film è girato male è il più pietoso degli eufemismi.
Le inquadrature hanno quasi sempre la fotografia sbagliata, spesso sono gravemente fuori fuoco, i movimenti di macchina sono agghiaccianti per approssimazione e il montaggio è sotto ogni soglia della decenza.
Guardate il film e poi ditemi…
I raccordi sono tremendi, le nozioni più elementari del montaggio vengono calpestate in maniera men che amatoriale. È qualcosa che non si può spiegare, dovete vedere questa roba.
L’audio poi è davvero sconvolgente. Tutto è girato in presa diretta e spesso non si sente NULLA perché è coperto dai rumori ambientali.
Un disastro che trova il suo zenith durante i raccordi con campo e controcampo, dove spesso
l’audio salta anche per un secondo e ha mille altri problemi! Giuro!

Gli effetti speciali meritano una menzione a parte ma adesso ci arriviamo.
Il film è la storia di un tipo che incontra una ragazza (decisamente pheega, va detto) e dopo essersi messi insieme (in circa 50 minuti dove non succede NULLA) si trovano ad affrontare degli uccelli impazziti (aquile…) realizzati con la CGI più pezzente della storia.

Il film è tutto qui, senza alcun senso, con gli uccelli che non potrebbero essere più posticci (fanno solo un paio di movimenti ripetuti in loop) in mezzo ad alcune esplosioni che sarebbero risultate datate anche su un Vic20.

Guardate questa scena spoilerosa per farvi un’idea:

//youtu.be/LrxZblVUkMU

Sicuramente il film è ironico perché nessuno può fare una porcata simile con intenzioni serie però è davvero imbarazzante da quant’è brutto e fatto male.
Terribili poi certi pipponi messi in bocca ai protagonisti dove cianciano di ecologia e di pace.
Non si capisce se siano seri o ironici…

Una cosa è fare roba trash e divertente, un’altra è essere un dilettante incapace che realizza un lungometraggio atroce che gode pure di una grossa distribuzione.
Nel 2011 questa roba non ha molto senso, almeno secondo me.
Mah…

In arrivo il sequel, in 3D…

Per caso è una produzione Asylum?

No, le produzioni Asylum rispetto a questa sembrano film di Michael Bay.

L’avrà prodotto Maccio Capatonda…
P.S.L’altra sera ho rivisto “Plan 9 from outer space”.Gli effetti speciali della scena in questione son "degni"del film di Wood (girato oltre mezzo secolo fa…).Ma anche il resto della pellicola ha effetti di tale fattura?!

Penso che il trailer compensi adeguatamente la visione, siamo ai livelli di:

Hydra - l’ isola del mistero, oppure Yeti: curse of the snow demon è attivo negli aultimi 4/5 anni negli stati uniti questo preoccupante “sottofilone” di pretenziosi horror incomprensibili da quanto siano brutti, partoriti dai vari “Lorenzo Lombardi” d’ oltreo oceano, film sfacciati e assurdi nella loro pochezza, a giudicare dalla scena del film postata siamo decisamente a quei livello.

Tornando a noi, non contento del video postato da Caddeus allego un altro video, ove si ammirano le “ESPLOSIONI” pare sti uccellacci cachino qualcosa di esplosivo:

//youtu.be/9j5tH_H5aN0

Un altro video da vedere senza meno, viene addirittura da pensare che sia uno scherzo:

//youtu.be/c777BPiEhoo

//youtu.be/n17fW2yV7cw

Ma il vero culmine è qui:

//youtu.be/0RyGtcopPk0

Questa cosa è molto fastidiosa perché palesemente in malafede. Mi pare evidente che 'sta roba sia stata coscientemente girata così per creare un caso a tavolino, iin modo da guadagnarsi un’etichetta del tipo “peggior trash di tutti i tempi” e diventare un cult a beneficio di qualche teenager ignaro di cosa sia stato il cinema di genere.

Nessuno che abbia un minimo di conoscenza in materia può girare una cosa così in buona fede. E anche in questo caso, al massimo mi aspetto una clip autocaricata su youtube, non certo una distribuzione su blu-ray e anche, a quanto leggo in giro, la presentazione a festival horror.

Tra l’altro, nonostante la sciatteria del tutto, si notano cose che stonano con la presunta ingenuità di una produzione da quattro soldi: gli attori sono comunque fotogenici (la bionda è una bona stratosferica), l’uso del dolly (anche se agitato artificiosamente), il camera tracking che nelle inquadrature mosse aggancia gli uccelli alle riprese reali. Poi st’assurda vignettatura circolare che affligge tutto il film, manco l’avessero girato con una cinepresa anni '20.

Oggettivamente (e con tutto il rispetto) il regista sembra essere ritardato.