Cross of Iron - La Croce di Ferro (Sam Peckinpah, 1977)

Finalmente!!!

http://www.amazon.com/gp/product/B000E5N63Y/ref=reg_hu-wl_item-added/103-2025553-4124643?_encoding=UTF8&v=glance&n=130

Se la durata effettiva è quella indicata,si tratterebbe finalmente di una versione uncut.Ben diversa,quindi,da quella editata in VHS da Hobby & Work(monca nella scena in cui i protagonisti lottano con le soldatesse russe) e dal master passato su Studio Universal(tagliato quasi del tutto nella love story fra Coburn e la Berger).

Non sapevo ci fossero altri DVD:

http://www.dvdbeaver.com/film/DVDCompare5/crossofiron.htm

In effetti versioni integrali italiane di questo film nisba: il master rai era cut, quello che passa sul sat manca un rullo…un vero peccato perchè il film che recentemente ho rivisto in pellicola è davvero molto bello. Ho recuperato una edizione in dvd (che non è una di quelle indicate nei link) in Pal, audio inglese e spagnolo, zero extra. Qualità video e audio ottima e versione integrale.

Alma, la versione da te linkata nel primo post ha i subs e se si in che lingua?! Su dvd pacific nn sono indicati. Grazie!

Cavolo, mi ero illuso che fosse uscito in Italia… invece niente. Peccato perchè il film merita davvero.

Se guardi il link di DVDBeaver hai tutte le infos che vuoi. La versione da me linkata nel primo post non ha i subs, e per DVDBeaver l’edizione migliore è comunque quella coreana, che li ha.

http://film-dvd.dvd.it/dvd-guerra/la-croce-di-ferro-dvdbooklet/dettaglio/id-2925003/

Visto oggi da Mediaworld il dvd del film di Peckinpah, su etichetta Eagle, al prezzo di 12,90 euro (nella medesima collana c’era anche la riedizione “di Convoy”)

Qualcuno del forum per caso ha già preso questa edizione? Qualità complessiva? Integralità? La scheda di dvd.it indica 120 minuti.
E il booklet spacciato come allegato “extra” sono due paginette o qualcosa di più sostanzioso?

p.s. mi ricordavo ci fosse già un thread sul film ma siccome, come ultimamente accade spesso, il thread già esistente non era emerso con la ricerca ne stavo aprenso un altro… per fortuna poi ho provato su google ed è uscito fuori…

L’ho ordinato, lo ritiro settimana prossima: vi dirò com’è.

Non ce l’hai più detto :smiley:
L’hai ritirato? Qualità?

Purtroppo è la versione cut da 119 min e non l’integrale da 127

Eh si.
Master buono, invece, niente da dire. All’interno c’è un corposo booklet molto interessante, non ultima l’analisi uniformologica del film, che ricorda come questo capolavoro sia la “madre” del Treno di Castellari e poi dei Bastards di Tarantino…insomma, nasce tutto da lì…

cosa manca ? quale master hanno usato tra i tre in circolazione da noi ?

Veramente, il modello ispiratore di Castellari era dichiaratamente Quella sporca dozzina…

C’entra anche questo film, lo diciamo anche nel commentary.

Ah boh ci può stare. Castellari ama anche Peckinpah, l’uso del ralenti nelle scene d’azione ne è un palese esempio.

Non solo per il ralenti, come del resto e giustamente viene citato da Bertolino nella scheda del film all’interno del dossier di Nocturno, “Il punto G” del 2008.
La croce di ferro “a detta degli estimatori di contaminazioni e citazioni…è considerato il nonno dei Bastardi senza gloria di Tarantino.
Tesi confermata dalla stesso Castellari…che avrebbe deciso di cimentarsi con uno spaghetti-western dopo aver visto gli esiti al botteghino, davvero imprevisti all’epoca, di La croce di ferro”. (Marco Bacci, pp.3-4, in La croce di ferro, La storia del film, booklet contenuto all’interno del dvd Eagle).

Se guardiamo bene, tutta l’estetica del film di Peckinpah viene ripresa da Tarantino, e mutuata prima da Castellari.
Bacci individua, ad esempio, tutta la tematica dell’uniformologia e delle armi…
Se è vero, come è vero, che alla base dell’idea di Quel maledetto… c’è Quella sporca dozzina (come ricorda anche Laura Toscano nell’extra di Brass), ritengo che tale base sia lo spunto intellettuale degli sceneggiatori, perchè poi il film si esprime con un linguaggio più alla Peckinpah che alla Aldrich.
Guardando la scena del bagno alle cascate di monte Gelato, come non ritornare alle donne soldato dell’Armata Rossa che vengono incontrate dal gruppo guidato da Steiner?

Finalmente (dal 3 agosto) la versione integrale disponibile anche in Italia!!! :slight_smile:

http://www.amazon.it/Croce-Ferro-Extended-Version/dp/B0057LA7IM/ref=sr_1_13?s=dvd&ie=UTF8&qid=1312219582&sr=1-13

è uscito anche in BD, sembra niente male

http://www.dvdbeaver.com/film/dvdcompare5/crossofiron.htm

Appena ordinato su Amazon UK, appena arriva posterò le mie impressioni. Comunque pare proprio essere un’edizione quasi “definitiva”.