Dark Crystal [1982 - Jim Henson & Frank Oz]

http://www.imdb.com/title/tt0083791/
http://it.wikipedia.org/wiki/The_Dark_Crystal
http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=6952

Visto per la prima volta grazie al bd sony questo film del geniale e compianto Jim Henson, ossia il creatore dei Muppet, qui coadiuvato alla regia da Frank Oz, suo collaboratore da sempre nonché oggi apprezzato regista di film “normali” come “The Little Shop of Horrors”, “Due figli di…”, “Tutte le manie di Bob”, eccetera.

Il film si inserisce pienamente nel solco del fantasy alla Tolkien e similia e la trama è incentrata sulla lotta e il dualismo tra bene e male. Ma se per la sceneggiatura non si può certo gridare al capolavoro, lo si deve fare sicuramente per tutto il resto: dalla scenografia al character design dei vari pupazzi protagonisti del film, dal lavoro immenso degli animatori alla fantasia e il carisma di Henson, capace di coinvolgere i suoi collaboratori in un progetto che richiese ben 5 anni di lavorazione. Ovviamente per meravigliarsi completamente durante la visione si devono considerare gli anni in cui il film è stato realizzato e concepito, ossia dalla seconda metà degli anni 70 ai primi anni 80: un film così perfetto, realizzato tutto “artigianalmente” e con pochissimi effetti speciali (curati dalla “industrial light & magic”) al giorno d’oggi sembrerebbe quasi impossibile da realizzare.
Per certi versi il film, che mi sembra molto poco conosciuto qui in Italia (al contrario del successivo “Labirynth”), è da considerare, oltre che una gioia per gli occhi dello spettatore, una pietra miliare del cinema fantastico “d’animazione” e perciò sicuramente da recuperare per tutti gli appassionati del genere e per i fan di Jim Henson.

Passando all’aspetto tecnico, il bd riguardo la definizione non fa gridare al miracolo: a tratti sembra un dvd ben realizzato più che un bd, tuttavia credo si sia voluto intervenire il meno possibile con i vari effetti per non snaturare troppo il girato originale. Cmq il “bonus” più consistente del bd sono i numerosi extra inclusi, per un totale di più di 140 minuti, comprendenti, oltre ad un commento audio, un documentario “vintage” di ben 57 minuti sulla realizzazione del film ed altre 2 featurette (di 20 minuti ciascuna) girate nel 2007 per l’uscita in dvd commemorativa del 25° anniversario, con numerose interviste agli autori del film, tra cui il character designer Brian Froud, lo sceneggiatore David Odell, vari animatori/attori nonché il figlio di Jim Henson, Brian.

Ultima notazione riguardo il doppiaggio: leggendo sul retro fascetta che l’audio italiano era, come quello inglese originale, decodificato in Dolby 5.1 TrueHD mi ha fatto pensare subito ad un ridoppiaggio effettuato ad hoc per questa uscita in bd, tuttavia, non appena ad inizio film si sente parlare la voce del narratore, sentendo che era quella di Nando Gazzolo ho subito tirato un sospiro di sollievo. Tra le altre voci note “storiche” si riconoscono anche Armando Bandini e Gastone Pescucci. Ovviamente la codifica 5.1 per l’audio italiano è una sorta di specchietto per le allodole, dato che gli effetti “surround” sono limitatissimi e la maggior parte del parlato “italiano” del film esce dal canale centrale peraltro in maniera abbastanza compressa.

Il doppiaggio/adattamento sembra abbastanza fedele all’originale, tuttavia alcune delle variazioni apportate nell’edizione italiana restano difficili da capire: la più clamorosa riguarda il personaggio di Aughra, la quale, anche per via delle tette immense di cui è dotato il pupazzo, è sicuramente di sesso femminile. Detto questo resta da capire perché se nella versione originale chi presta la voce al personaggio è una donna (l’attrice inglese Billie Whitelaw), nella versione italiana il compito è stato affidato ad Armando Bandini (per intenderci il Rigel storico di Goldrake/Atlas Ufo Robot), nonostante che ad un certo punto il personaggio venga, anche in italiano, apostrofato come “strega”: mah!
L’altra incongruenza, anch’essa un po’ clamorosa, è la traduzione di “Dark Crystal” con “Pietra Nera”: a parte il fatto che la pietra che si vede nel film non è affatto nera ma quasi ciclamino, non sarebbe stato meglio tradurre come “Pietra Scura” o, meglio ancora, “Pietra Oscura”? :confused:

Visto il successo della discussione immagino nessuno sul forum abbia mai visto il fim :frowning:

Ammetto che in Italia questo titolo di Henson sembra del tutto sconosciuto… vabbé, ne approfitto per postare il trailer, chissà che a qualcuno non venga voglia di approfondire…

//youtu.be/j679RgrnPVE

Purtroppo qualitativamente il trailer lascia abbastanza a desiderare, credo non sia l’originale ma uno approntato per l’uscita in bd…

p.s. cmq se cercate sul tubo qualcosa di meglio si trova…

io l’ho visto, avevo preso anni fa il dvd uk.
Meraviglioso, uno spettacolo di animatronica e ottimo design delle creature.
Avevo anche recuperato il libro No-Strings-Attached-Hensons-Creature che descrive in generale gli effetti speciali meccanici dei vari film del Jim Henson Creature Shop.

Piace molto anche a me e lo trovo persino migliore del ben più celebrato Labyrinth (che è comunque fantastico, sia chiaro).
Henson era un genio e questo film ne è l’ennesima dimostrazione.
Concordo sul fatto che la sceneggiatura non è davvero gran cosa ma personalmente non è stato un problema per me perché, esattamente come in Labyrinth, ero troppo preso dall’ambientazione e dall’incredibile tecnica di animazione per dare troppo peso alla storia. Non so se è un limite ma quando vedo un film di questo tipo rimango sempre rapito dall’aspetto tecnico e tutto passa in secondo piano.

Anch’io ho il dvd UK, di qualità buona.

C’è da dire che il lavoro di preproduzione per realizzare le creature, durato diversi anni, ebbe un test di prova eccezionale: Yoda di L’impero colpisce ancora (animato e con la voce di Frank Oz, con la tecnologia di Dark Crystal ma costruito da Stuart Freeborn). In cambio, la ILM curò gli effetti visivi di Dark Crystal.
La stima reciproca tra Lucas e Henson non era una novità, che venne ribadita nella collaborazione produttiva di Labirynth.