Dune - David Lynch, 1984


BR-ITA https://amzn.to/3bqSSa9

Rivisto per l’ennesima volta Giovedi sera nel dvd di Repubblica, ormai scarsino visti gli standard, oltreche non anamorfico. Dune sta a Lynch come Caligola sta a Brass, le rispettive più grosse produzioni, geniali e sregolate, titaniche in costi e produzione, nonche` nei flop al botteghino (anche se Caligola stava andando benissimo quando venne bloccato dalla censura). Peccato che la gran visione di Lynch fu poi cassata dalla produzione in fase di editing, e la versione che abbiamo ora (l’unica autorizzata da Lynch) sia fin troppo breve per quanto deve raccontare. Cast stellare, da Kyle MacLachlan a José Ferrer, da Silvana Mangano a Sean Young, da Jürgen Prochnow a Max von Sydow. Spledidi i set barocchi, le creature di Rambaldi, le musiche di Brian Eno, Daniel Lanois e i Toto. A mio avviso comunque fondamentale per il genere.

Del film di Lynch è in arrivo una nuova edizione in dvd a fine Gennaio per la Dell’Angelo,con la speranza che questa volta sia adeguata alla pellicola in questione.

Speriamo! Io ho la versione in VHS della Pulp Video e una bella edizione DVD o BD sarebbe l’ideale.

Il film in questione lo vidi al cinema: spettacolare, anche se la fantascienza stile fantasy e/o steampunk non mi ha mai appassionato molto. La saga originale di Herbert, comunque, l’ho mai letta.

Mi ricordo ancora la presentazione TV del film in anteprima italiana, una puntata di “Domenica in…” condotta da Mino D’Amato con ospiti proprio Lynch e MacLachlan.

PICCOLO OT RIGUARDO Caligola, citato da Almayer: sono cresciuto in un palazzo che stava proprio di fronte a una sala cinematografica e ricordo benissimo che Caligola rimase a lungo in cartellone, credo un mese se non di più! CHIUSO OT

Questo é uno dei pochi film che mi riguarderei volentieri tutti i giorni,senza mai annoiarmi.

Fondamentale per la fantascienza,a mio parere,é dire poco.

Grandissimi attori,i protagonisti,ma anche per i ruoli secondari non si scherza : Linda Hunt nei panni della Shadout Mapes é strepitosa,Brad Dourif in quelli di Piter DeVries,al servizio degli Harkonnen,ma anche Dean Stockwell in quelli del dottor Yueh…e come non menzionare anche Patrick Stewart (molto tempo prima di Star Trek) ed Everett McGill (nel film Stilgar,un capo Fremen)?

Per il resto ha già detto tutto Almayer,non si può aggiungere altro…

Nel mio dvd,edito dalla M.T.C.,é presente,nel secondo disco,un Dune diretto da Alan Smithee : leggendo qua e là ho scoperto essere un rimontaggio dello stesso “allungato”,ma talmente brutto,che il regista non volle metterci il nome,e così firmò con uno pseudonimo…prima o poi ci darò un occhio,ma volevo sentire i vostri commenti al riguardo.

Pur essendo un grande fan di Lynch, Dune è l’unico suo film che non ho visto almeno 3-4 volte. L’ho sempre visto come una mosca bianca, un grande incompiuto…e poi mi ha sempre affascianto l’idea originale di Jodorowsky, il primo a prendere il mano il film, che avrebbe dovuto avere scenografie di Dalì, musiche dei Pink Floyd, la partecipazione di Orson Welles, ecc.
Mi riprometto diu riguardarmelo per bene.

Dune di Lynch durava originariamente circa 5 ore.

Quindi esistono integralmente queste 5 ore di girato o sono solo teoriche?

L’edizione Dell’Angelo poi differiva da quella Univideo?

Premettendo che, da “non fan” di Lynch, anch’io come lucifer rimpiango che non l’abbia diretto Jodorosky con i vari annessi e connessi, stavo facendo un confronto tra le due edizioni dvd in mio possesso… attualmente sul mercato dovrebbe esserci l’edizione Dall’Angelo, ma i precedenti dvd, ossia quello MTC e il Pulp, in cosa differivano?
Se non ricordo male ai tempi in giro si diceva che il Pulp fosse tagliato, ma ho fatto un controllo della durate e risulta più lungo di qualche secondo il dvd Pulp.

Per il resto il Pulp è 2.35 anamorfico mentre lo MTC è 2.35 letterbox 4:3; il Pulp presenta un master da copia positiva italiana (i colori sono sbiaditi e ci sono diverse righe verticali sulla pellicola) con i titoli di testa in italiano, mentre lo MTC ha all’inizio il logo “Paramount” e i titoli di testa in inglese, oltre che colori e definizione decisamente maggiori. Probabilmente quelli della Pulp hanno “zoomato” un master letterbox, per questo il loro dvd risulta meno definito rispetto all’altro. Lo MTC non ha extra mentre il Pulp ha 5 schede con i disegni originali dei mostri di Rambaldi.

Qualche post sopra TommyV parlava di un disco della MTC doppio… il mio invece è singolo: per caso uscì in due versioni?

Univideo??? No, quella è l’associazione di categoria che riunisce i produttori di home video, non una label :smiley:

Ma il Dall’Angelo invece lo possiede qualcuno? Rispetto a quanto ho riportato sopra, rappresenta davvero un upgrade?

è quello che mi sono chiesto anch’io: nessun fan di Lynch ne sa di più?
Certo che un film così, benché probabilmente del tutto non riuscito (anche per via della mutilazione di durata), esigerebbe davvero di una edizione bd coi controcazzi fatta da una label seria, magari con la fantomatica edizione da 5 ore come extra!

E’ un po’ come la storia di Apocalypse now che durava 5 ore… solo perché c’era un pre-montaggio di quella durata.

Io comunque ho il primo dvd uscito nelle edicole tipo 10 anni fa, se può servirti qualche informazione fammi sapere Ale

Ossia? Intendi dire che hai la versione uscita con Repubblica a cui alludeva almayer in apertura di thread? Perché mi sa che in edicola uscì anche la MTC a disco singolo come quella che posseggo io… la Pulp/Cvc invece (che è quella con la copertina migliore) uscì in edicola ma solo come “omaggio” con una rivista…

Boh, è a disco singolo e sulla cover c’è scritto sia MTC sia La Repubblica

Quindi trattasi del dvd MTC concesso in licenza a Repubblica per l’uscita in edicola…

Comunque stando ad amazon praticamente edizioni bluray del film sono uscite in uk, francia e germania… la versione crucca strilla in copertina addirittura un extended edition e ha una durata di 177 minuti, quando il nostrano dvd Dall’Angelo dura 132 min!

Oltre alla “extended” in Germania sono disponibili altre tre versioni bd, una a disco singolo della durata di 136 min

e un’altra, della medesima durata, ma in versione 3D

e infine una special edition che, oltre al film in versione 2D e 3D, contiene anche il cd con la “original soundtrack”

poi c’è l’edizione francese

e due edizioni inglesi… la prima con diversi sottotitoli disponibili
l’altra con nessun sottotitolo, marchiate entrambe Universal Pictures

la copertina della “extended” uscita in germania… pare esista anche in versione dvd a 3 dischi
l’unica cosa che non mi quadra è che sul sito tedesco c’è scritto “formato 4:3”, anche per il bluray :confused:
c’è qualcuno che vuol fare da cavia? :smiley:

A tutt’oggi, il Lynch più sottovalutato. Impressionante il gigantismo delle scenografie (in epoca pre-digitale…), alcune scene indimenticabili (il “test” alle mani, i vermoni giganti, Sting cattivissimo, il Barone Harkonnen…), storia complessa ma non indecifrabile (basta stare un minimo attenti, fare un pò di sforzo all’inizio per orientarsi: Lynch tratta lo spettatore da individuo col cervello). Non lo vedo da qualche anno (ho anch’io il vecchio dvd de “la Repubblica”), e me lo rigusterei volentieri in un bel br…
P.S. Ed è meglio visionare un “nobile fallimento” come questo, che sorbirsi anche solo pochi minuti dell’insopportabile, presuntuosissimo, ridicolo “Inland empire”…

Infatti mi chiedevo se qualcuno si è posto il problema di come fosse stato il film se lo avesse girato Jodorowsky invece di Lynch.

Perlomeno a livello visivo Alien di Ridley Scott è quanto di più vicino ci sia al mai nato Dune di Jodorowsky.
E’ sul set di Dune infatti che Dan O’Bannon iniziò a collaborare con Ron Cobb, Chris Foss, Moebius e H. R. Giger, che poi traghettò nel film di Scott quando Dune fu cancellato.
Esiste comunque una mostra itinerante con i materiali e le realizzazioni originali, più alcuni documentari, uno dei quali, Jodorowsy’s Dune, uscito pochi mesi fa, e alcuni spezzoni si trovano su youtube.
Qui c’è invece un documentario più vecchio.

//youtu.be/vuvd5e6e2EY

Le tavole sono incredibili secondo me, un sogno a occhi aperti, quelle di Giger - soprattutto il castello Harkonnen, poi scippato in Prometheus - spaventosamente belle.

Meglio tardi che mai, ho preso ieri il dvd Dall’Angelo. Finalmente in formato anamorfico, il master è molto buono, a volte ottimo. L’audio si può cambiare solo accedendo al menù “lingue”. Nell’edizione MTC c’era il logo Paramount, qui invece è Universal, ma la durata è la stessa. Per gli estimatori del film, un bell’acquisto. Purtroppo, zero extra…
P.S. Comunque, per non sbagliare, ho pure ordinato il br UK!

Al museo permanente di H.R.Giger a Gruvyer in Svizzera sono tutte visibili dal vivo e ci si può pure fare un aperitivello su un trono Harkonnen. (priceless)

Nemmeno lo stesso Lynch lo considera un suo film… in ogni caso un ottimo lavoro sia a livello tecnico che artistico.
Per le 5 ore bisognerebbe domandare a De Laurentis :-p

Non mi risulta che Lynch abbia mai ripudiato l’opera, semmai ha (giustamente, visto che lui non ha messo mano al montaggio) disconosciuto l’edizione tv dell’88 (“firmata” infatti da Alan Smithee). Ricordiamo inoltre che nei titoli non solo la regia, ma pure la sceneggiatura è attribuita a lui. Quindi ovvio che ci siano state “ingerenze” da parte dei produttori (De Laurentiis padre e figlia), visto che stiamo parlando di un film di 40 milioni di dollari dell’83-'84 (a tutt’oggi il più grande budget che Lynch abbia mai avuto), ma dire che “non lo considera un suo film” è sbagliato e falso…
P.S. Confronto fra edizione cinematografica e televisiva su www.movie-censorship.com/report.php?ID=1380
Immagini del br yankee su www.dvdbeaver.com/film3/blu-ray_reviews51/dune_blu-ray.htm