Enigma rosso (Alberto Negrin, 1978)

[b][i]

Regia: [/i][/b]Alberto Negrin
Con: Fabio Testi, Bruno Alessandro, Fausta Avelli, Ivan Desny, Christine Kaufmann, Jack Taylor, Brigitte Wagner
Musiche: Riz Ortolani
Anno: 1978

Ieri me sò sparato sto thrillerozzo di Negrin, purtroppo recuperato in copia oscena. Il film, epigono di Solange, ne riprende in parte la tematica morbosa-adolescenziale ma in maniera piuttosto sciatta e più calcata sul tema sesso. D’altronde in sceneggiatura c’è la penna di quel porcellone di Dallamano e ciò spiega i nudi integrali e insistiti delle collegiali, che oggi gli sarebbero costati minimo una denuncia per sfruttamento di minorenni. Ma d’altronde si sa che il quinquennio 77-81 è stato il periodo di massimo permissivismo del nostro cinema commerciale…
Priceless la battuta del commissario Fabione Testi Lo volete capire che Angela è stata uccisa da un cazzo così??!!.
Ottima la soundtrack funkeggiante di Ortolani

Bello Enigma Rosso…peccato che anch’io ho una versione pessima…ai limiti dell’inguardabile…

Altro film che ho rivisto di recente con molto piacere, visto che è tra i miei gialli italiani preferiti…

Personalmente apprezzo molto i lavori di Dallamano nel giallo/thriller, sia come regia che come sceneggiatura (infatti, come giustamente fa notare Vassili, “Enigma Rosso” è un “Cosa avete fatto a Solange?” più cheap e più virato verso l’exploitation, ma con l’impronta delle ossessioni di Dallamano ben chiara). La trama gialla scricchiola un po’ qui e là, ma è apprezzabile sia il colpo di scena finale che la doppia linea di omicidi, ovvero quelli per coprire il primo delitto e quelli per la vendetta della sorellina, che si intersecano e svelano solo verso il finale.Peccato per gli accenni di sottotrama non sviluppati e alla fine inutili, come il rapporto tra il commissario e la sua fidanzata… ma forse sono stati abortiti per puntare di più sul ritmo, che effettivamente è ben sostenuto sino alla fine. Cmq io lo ritengo un ottimo film, pur se molto derivativo… sarà che il filone “omicidi in collegio” mi è sempre piaciuto…

La versione che ho visto io ultimamente è quella che passa per le solite ‘vie traverse’ e mi è sembrata passabile, anche se di certo non eccezionale… di certo meglio della prima copia in vhs che vidi molti anni fa. Cmq io possiedo pure la vhs originale, purtroppo con un fastidiosissimo problema sul finale, e vi assicuro che anche in questo caso non è che la resa audio/video sia uno splendore, anzi. Ci vorrebbe proprio un bel dvd, me lo prenderei al volo…

Slo, a proposito del tuo spoiler, non vorrei sbagliarmi anche perchè il film l’ho visto ieri notte dall’1 all’2.30 tra i fumi del sonno e non solo del sonno :-p
però la regazzina alla fine materialmente commette solo tentati omicidi:la cerbottana contro il cavallo, le biglie sulle scale, e il tentato strangolamento col laccio rosso

Si, hai assolutamente ragione, intendevo anch’io questo e mi sono dimenticato di specificare che erano solo tentati omicidiLa cosa comunque non cambia che a livello di sceneggiatura è un’ottima idea. :wink:

Tra l’altro è pure brava la roscetta, una nicoletta elmi dei poveri. Chissà com’è c’era l’ossessione de ste regazzette coi capelli rossi. Mi viene in mente pure la Lucy del Macabro di bava…

Nella narrativa del terrore la rossa è simbolo di malvagità o quantomeno di pericolo occulto.Lo diceva anche Fulci,nell’esporre il suo concetto di “bionda in pericolo”(difficile far fare la cattiva ad una bionda nel cinema horror/thriler,anche se non impossibile).

bello enigma rosso,l’ultima volta l’ho visto parecchi anni fa ma ricordo che m’era piaciuto assai…bello anche sul genere morte sospetta di una minorenne

ecco cosa scrissi tempo fa su enigma rosso


ho appena visto questo film del 1978,che doveva essere diretto da massimo dallamano(il quale ha anche scritto la sceneggiatura)ma che purtroppo per la sua prematura morte è stato diretto da alberto negrin.
il film che ha per protagonista fabio testi ricorda molto "cosa avete fatto a solange?"ed ha anche un altra attrice di quel film che ricompare in questo,l’ambientazione è come in solange un collegio dove avvengono misteriosi delitti,c’è addirittura una scena di un aborto e ragazze spiate sotto al doccia…
il film è un po troppo corto (80 minuti a meno che non ho visto una versione cut)non regge assolutamente il paragone con solange,non è comunque malaccio,buona l’nterpretazione di fabio testi ma la regia è poca cosa,inoltre manca quella grande suspense è quell’atmosfera che solange sa dare.anche il finale è molto sbrigativo
chissa come poteva essere se lo avesse diretto dallamano

Me lo sono rivisto qualche giorno fa, e confermo il mio precedente parere.

ma…

ho notato solo io che le musiche di Ortolani (come in altre sue opere…) non c’entrano nulla con le scene del film? momenti di suspence sono sottolineati da temi che andrebbero bene per delle commedie di Ridolini, attimi di estrema drammaticità hanno delle sviolinate da incontro sulla spiaggia…e via discorrendo. La musica è estremamente slegata rispetto alle immagini…quasi fosse gestita a casaccio.

Qualcuno sa se è prevista in futuro una edizione in dvd di questo film? Attendo da anni senza però vedere niente… Credo proprio che sia un titolo che manca fortemente tra gli appassionati (anche per chiudere la trilogia di Dallamano)

in italia è in dritti per minerva-rarovideo
devo fare una verifica dei materiali disponibili prossimamente

Eh si, dai, questo film è davvero un titolo da riesumare in dvd, sarebbe sicuramente di alità migliore rispetto alla vhs che circola.
Speriamo che sia in programma!

P.S. Quali altre uscite del genere targate raro sono previste in futuro?

sto discutendo con loro in questi giorni un mio rapporto collaborativo in questo senso. ho già fatto una mia lista di uscite che hanno in testa a tutto “il dio chiamato dorian”, “autostop rosso sangue” e “blow job” di cavallone, ma nulla è ancora partito ufficialmente, sia chiaro. vi faccio sapere cmq

Il dio chiamato dorian ?,questa sarebbe una notizia stupenda,sarebbe ora di sostituire l’unica copia circolante (ovvero la registrazione da canale tedesco)
che tra l’altro non posseggo.

ma non è l’unica copia circolante. io ho una registrazione da una tv locale italiana (avuta da un altro collezionista) e la cassetta originale brasiliana

Uscito in DVD con ben tre cover e tre lingue…ovviamente l’italiano non è presente.

http://xploitedcinema.com/catalog/advanced_search_result.php?keywords=Alberto%20Negrin

English, German and Spanish audio options

Boh, io non riesco a capacitarmi di come possa essere concepibile una cosa del genere!? Inglese ci sta; tedesco ce lo faccio stare per ringraziare gli amici crucchi delle varie riedizioni in dvd di film italiani con traccia italiana, ma lo spagnolo? Compagni miei! Lo spagnolo??? Se ci sono motivi logici (che io non conosco) perchè avvenga una scelta tale ci passiamo sopra, altrimenti suona quasi come un presa per il culo…

dopo cinese e inglese, lo spagnolo è la lingua più parlata al mondo.

Non dovrebbe essere solo una questione di numeri. Se il film è italiano mi sembra rispettoso e corretto inserire la lingua italiana, che non credo necessitasse di ricerche così impossibili.