Fracchia, la Belva umana (Neri Parenti, 1981)

Lunedì 27/2/2006 ore 23.30 , LA7


FRACCHIA, LA BELVA UMANA (1981)
di Neri Parenti.
con Paolo Villaggio, Lino Banfi, Anna Mazzamauro, Gianni Agus…

Vedere e rivedere questo film non può che giovare all’umore!!!

Villaggio in formissima, la Mazzamauro eterno sogno erotico, Gianni Agus cinico direttore, Gigi Reder in versione “mamma sicula”, un “temibile” trio di delinquenti (Massimo Boldi, Francesco Salvi e Roberto della Casa!) ma soprattutto l’impagabile Commissario Auricchio (Lino Banfi) e il suo assistente De Simone (Sandro Ghiani).

Per quei pochissimi che non lo ricordano (o peggio ancora non l’hanno mai visto) è un film imperdibile!!

La scena culto rimane quella dei frocioni :smiley: Gran film, un set di attori davvero in grande forma. Villaggio ha dimostrato di essere convincente anche nel ruolo del cattivo.

Villaggio ha dimostrato di essere convincente anche nel ruolo del cattivo.

Villaggio era bravissimo nei ruoli di cattivo solo che ha avuto fortuna con Fantozzi, Fracchia e tutti i suoi cloni (da Ciottoli di “Ho vinto la lotteria…” a Colombo dei pessimi “Banzai” e “Io no spik inglish”) e quindi è rimasto legato al ruolo di sfigato cronico.
Il miglior “Villaggio cattivo” per me lo si trova ne “Il volpone” di Maurizio Ponzi.
Divino!

Ma lo sai che ho sempre pensato che quella scena venisse da “Il commissario Lo Gatto”?
Grazie 1000, allora è imperdibile davvero!!!:smiley:

Il Commissario Lo Gatto…che capolavoro…
Banfi è sottovalutato ma ha fatto una serie di film incredibili…

L’onorevole con l’amante sotto il letto
Al bar dello sport
Spaghetti a mezzanotte
Cornetti alla crema
Fracchia la belva umana
L’allenatore nel pallone
Il Commissario Lo Gatto

…pensare che oggi sia diventato per molti “Nonno Libero” oppure vederlo in altre fiction patetico/piagnucolose è un colpo al cuore…

ps. la scena dei “frocioni” per molti fu girata al ristorante trasteverino “La parolaccia”, regno (ancora oggi) del mangiare bene ed essere offesi allegramente dai camerieri!
Invece la location del film (ispirata chiaramente al ristorante di trastevere) è il Barcone sul Tevere vicino Ponte Marconi a Roma.
Nella vera “Parolaccia” fu girata una analoga scena (ma meno riuscita) del film di De Sica jr “Simpatici e antipatici”.

A me chi faceva più ridere era l’assistente del commissario, l’agente De Simone al quale funzionava tutto

Prima febbre da cavallo e,a seguire,Fracchia la belva umana…La vera serata da frittatona di cipolle,birra gelata e rutto libero!!!:smiley:

Appena visto…davvero divertentissimo!
Un cast in splendida forma, su tutti il Double Villaggio e Banfi.
Degno di nota il simpatico cameo di Ugo Bologna e il bravissimo “Mammo” puttanezzo siciliano sifilidico Gigi Reder…

La scena dei frocioni è indimenticabile!Appare in quella sede anche Ennio Antonelli.

Secondo me il film riprende parecchie tematiche fantozziane: I Rapporti infelici sul lavoro e in amore del protagonista, (l’invito a colazione), il rimedio rovente che brucia la carne, la bomba a mano nell’ascella…

Segnalo anche i miei 3 Idoli di questo film: Tino, Pera e Neuro(mi hanno fatto scoppiare quando sono apparsi)…

La scena più “Dolorosa”…Il calcio che Lino banfi sferra al calorifero: (non voglio immaginare che male faccia…)

E’ una vecchia gag, già vista in La Poliziotta a New York, La Poliziotta della squadra del buon costume (con lo stesso Banfi, e Vitali che fa l’assistente a cui funziona tutto), e probabilmente anche da qualche altra parte che ora mi sfugge. Bellissima anche la colonna sonora di Fred Bongusto. Film importantissimo per il primo connubio dei titani Villaggio-Banfi.

Avere riconosciuto il film che Fracchia va a vedere al cinema, ovvero “Squartami tutta”, che in realtà è una sequenza di “La morte cammina coi tacchi alti”? E anche in “Fracchia contro Dracula” il ragioniere va al cinema e in quel caso proiettano “Il Ritorno dei morti viventi”.

Rivisto ieri pomeriggio. Vi dirò, l’ho trovato parecchio invecchiato! Banfi giganteggia ancora adesso, effettivamente la parte ambientata in trattoria continua a farmi ridere di gusto; ma Villaggio… gags che già all’epoca erano ripetitive e col passare degli anni mostrano la corda. Altra nota negativa aver relegato Agus a un ruolo tanto striminzito, e sì che era d’una bravura…Comunque un classico, magari le commedie italiane attuali fossero altrettanto divertenti.

Bmw andresti badreputato… :smiley:

Altra scena cult che mi fa ridere fino alle lacrime é quando fracchiaviene interrogato per l’ennesima volta dalle forze dell’ordine prima che si scopra che é un sosia della belva e lui, prendendo in mano la foto della moglie del brigadiere dei carabinieri, finita in mezzo a quelle delle rapine commesse dalla belva umana, dice che é un noto troione maltese che lui si é ciulato varie volte

Contiene moltissime scene davvero esilaranti, e solo per esse ho apprezzato moltissimo il film (alla sua prima uscita) di cui possiedo il dvd CGHV, ma un pò slegate (tra di esse) e frammentate in modo tale da togliere ritmo (complessivo) al film stesso (che ne risente, conseguentemente, tantissimo…anche nel finale piuttosto scialbo ed insipido). :slight_smile:

Be’, mica tanto insipido. Le evoluzioni di Carabinieri e Polizia nei corridoi dell’ospedale m’avevano fatto abbastanza ridere, come la cattiveria con cui si chiude il film.

Altra scena esilarante è quella in cui: con la scusa di sincronizzarsi, tra Forze dell’Ordine, aggiustati comicamente gli orologi non riescono ad aprire le portiere delle autovetture. :smiley: :smiley: :smiley:

Quella degli orologi è una scena (spesso ricorrente) ma quasi identica a quella di Super Rapina a Milano di Celentano&Vivarelli

Gigi Reder poi, nell’interpretazione della mamma della Belva Umana, è fortissimo davvero. :clap: :razz: :smt045

Dopo aver visto questo film, tanti anni fa, il termine bagascia maltese entrò a far parte del mio vocabolario (al pari di cagata pazzesca dopo aver visto Fantozzi … …non ricordo quale di preciso).
Il film è, a mio avviso, uno dei migliori comici italiani.

Rivisto ieri.
Lo adoro.
Quanto si sarà ispirato Benignaccio con il suo “Stecchino” a questo capolavoro della commedia italiana del 1985.
Notate che Paolo Villaggio quando fa Fracchia è più leggero e libero nell’interpretazione?
Un Mr. Bean ante litteram, niente satira alla Fantozzi.
Riguardate pure Fracchia contro Dracula, non ha nulla da invidiare alle commedie americane alla Mel Brooks, infatti è stato esportato pure nei paesi stranieri (ricordo almeno una locandina tedesca…).
C’e’ qualche possibilità da qualche parte di rivedere il Fracchia televisivo?
Lo sceneggiato era bellissimo con una splendida Ombretta Colli, e se non ricordo male il collega “Ragioner Fantozzi” era interpretato proprio dal “Puttanazzo” Gigi Reder (Dio l’abbia in gloria…uno che non verrà celebrato mai ma che ha fatto la storia del cinema leggero italiano).