Il Capo Perfetto ( Fernando León de Aranoa, 2021)

Blanco (Javier Bardem), proprietario di una storica azienda spagnola di bilance industriali, amato e stimato dai dipendenti per la sua grande umanità, è in gara con la sua impresa per un premio di eccellenza locale. Considerato da tutti e da se stesso un capo magnanimo, è disposto a qualunque cosa pur di risolvere i problemi dei suoi dipendenti affinché non riducano la produttività e gli consentano di aggiudicarsi l’ambito riconoscimento.

Non lo so, commedia “nera” che mi ha divertito nella parte centrale, dove addirittura si intravede qualcosa del cinema dei Cohen, ma alla quale non riconosco sufficiente coraggio nello spingere il pedale sugli aspetti più “complicati” della vicenda lasciando i personaggi di contorno tutti un po’ stereotipati e poco approfonditi. Insomma per essere davvero “nera” come commedia mi sarei aspettato più cattiveria. Bardem si porta in compenso l’intero peso del film sulle spalle e, come al solito, lo fa magistralmente. Leggo che questo film ha battuto Madres Paralelas di Almodovar nella gara per rappresentare la Spagna agli Oscar, non che il secondo fosse tutto sto’ capolavoro, ma insomma sarebbe stato giusto riconoscergli uno spessore sicuramente più elevato di questo “El buen patrón”

2 Mi Piace