il giorno del ricordo

http://www.ansa.it/opencms/export/site/visualizza_fdg.html_2085180867.html

http://www.leganazionale.it/
http://www.rigocamerano.org/icsfiumebase.htm
http://members.xoom.alice.it/histria/
http://www.italia-rsi.org/foibe/foibe.htm

Che ne pensano lor signori del battibecco tra Croazia e Italia a seguito delle parole di Napolitano?

Niente di nuovo da Mesic. Troppa coda di paglia, pulizia etnica è stata. Se si può parlare di loro discolpa, è che la pulizia etnica in quelle zone la iniziarono i fascisti nei confronti dei non-italiani.

ovvio che per i croati era di gran lunga preferibile lasciare le cose come stavano, ossia che su tutta la faccenda restasse il silenzio, a maggior ragione adesso che lentamente stanno intraprendendo il cammino per entrare nella cee

però il massacro c’è stato, è stato ampiamente documentato ed è passato tanto di quel tempo da ‘dovere’ anche far passare in secondo piano la realpolitik; che poi tutto ciò fosse una delle tante conseguenze della scellerata italia del ventennio è un altro discorso e bisogna accettare anche quello

ma se per caso qualche governicchio africano tipo la somalia o l’eritrea, stavolta ‘ufficialmente’, dovesse tirare fuori qualche storiella cattiva del periodo coloniale che ogni tanto viene fuori ‘ufficiosamente’ e subito zittita noi italiani come la prenderemmo, a partire dal capo del governo in giù?

spiace dirlo ma mi sa tale e quale al croato

Ad Addis Abeba c’è un museo dedicato ai crimini di guerra italiani, in particolare a quel pavido macellaio di nome Graziani.

Da triestino (di conseguenza coinvolto “in prima persona” nelle questioni di “pulizia etnica” prima e dopo la Seconda Guerra) dico: eccellente l’idea lanciata dai croati di una commissione italo-croata (e, aggiungo, pure slovena ci starebbe bene) per DEFINITIVAMENTE chiarire, appurare, quantificare le stragi prima e dopo il conflitto, compiute da ambo le parti. Anche perchè i partiti italiani (di destra, ma ahimè non solo…), a furia di invocare la memoria “condivisa”, sembrano “scordare” che per vent’anni, nelle zone poi passate alla Jugoslavia il fascismo fece il brutto e il pessimo tempo…

L’italia non ha mai chiesto scusa a nessun governo per i crimini commessi in Africa e nei Balcani…Il Regime fascista fu il primo ad utilizzare armi chimiche nel continente nero.

Alla fine si arriva lì: i fascisti hanno commesso di tutto, i comunisti porelli…solo alcune piccole cose… che crepino anche loro all’inferno insieme ai nazisti, fascisti, khmer, cazzilliani e marziani!

No, no, nessuno ha detto questo, tutt’altro.

No Geepy, gli unici porelli sono i civili che sono morti in quella zona, italiani o jugoslavi cambia poco. È a questo che credo si stia cercando di arrivare, chi in modo chiaro, chi meno.

Mi fa ridere in generale l’indignazione che viene fuori adesso, i vari paroloni come pulizia etnica et similia… Ma la gente è ancora convinta che la guerra sia: “in guardia fellone, La sfido a colpi di baionetta!”. In guerra tutti gli uomini si dimostrano animali (come in realtà sono), e questo accade nei Balcani, in Africa, in Medio Oriente e da qualsiasi altra parte. Il vantarsi d’esser un paese civilizzato non esiste più in queste situazioni. E aprite gli occhi un po’…

Includerei, in ogni modo, anche i militari.

io ovviamente concordo a mani basse con quello che dice basiko il barbun, e voglio aggiungere anche un’altra cosa, che a me pare del tutto scontata ma forse non lo è

ieri, oggi, domani, quando decidi di ficcarti con tutti e due i piedi dentro una guerra TE NE DEVI ASSUMERE tutte le responsabilità, di quello che accade e di quello che può accadere nel momento in cui le cose non vanno esattamente come te le sei prefigurate

comodo invadere la jugoslavia e poi dire cazzo ma questi fanno la pulizia etnica, comodo invadere l’iraq e poi dire cazzo ma quì è scoppiata la guerra civile

comodo dire io a questi gli sto facendo una guerra convenzionale secondo la convenzione di ginevra con l’esercito e l’aviazione e siccome questi pezzenti non hanno nè un esercito nè un aviazione, perchè tra l’altro io gliel’ho sempre impedito di averne, mi rispondono facendosi saltare dentro gli autobus e i bar perchè sono ‘terroristi’

aldilà della affermazione banale che ‘la guerra è guerra’ è però inconfutabile che la guerra ognuno se la combatte con le armi che ha e questo vale per tutti, dagli israeliani/palestinesi ai russi/ceceni passando dagli americani/irakeni a tutti gli altri, e l’unica maniera per evitare brutte sorprese di qualcuno che ti risponde in modi che sono più forti o diversi da quelli che ti aspetti è NON ENTRARCI

Sì non era tanto per generalizzare… È che in queste situazioni anche il soldato che ha a disposizione mitragliere col calcio in platino, tute Fremen e razzi con Windows Mobile 6.0 e UMTS si comporta tale e quale al contadino-soldato che veste tappeti persiani e lancia somari dai mortai perchè non ha più munizioni.
Questo la gente NON-LO-HA-ANCORA-CAPITO.

Mesic fa marcia indietro:

http://www.repubblica.it/2007/02/sezioni/cronaca/foibe-memoria/incidente-chiuso/incidente-chiuso.html

Mesic vigliacco e cagasotto…cosa non si fa,pur di tentare di farsi “ammettere” nella UE!

va beh, la sua uscita non era certo da persona equilibrata…normale che abbia ritrattato.

Veramente,su tot cose che ha detto,diverse le aveva azzeccate…Ma evidentemente la “fame” per l’ingresso nella UE ha prevalso!

Veramente,su tot cose che aveva detto,alcune le aveva azzeccate in pieno…Ma la sua “fame” per entrare nella UE ha prevalso!Dimodochè l’Italia NON continua ad ammettere le proprie responsabilità storiche…allegria!

è tutto un magna-magna