La prima volta in un videonoleggio

image

…a proposito, @SWAT: esiste un topic sulla nostra prima volta in un videonoleggio?

1 Mi Piace

Certo che esiste @schramm, lo hai aperto tu adesso! :smiley:

2 Mi Piace

ach so!! :open_mouth:

1 Mi Piace

Ahhh che bel ricordo da spolverare per i posteri!
La prima esperienza di noleggio la ricordo di famiglia, fine anni '80 avevamo da poco comprato un videoregistratore Hitachi, costato circa L. 700.000😱

Dopo settimane di stress a mio padre di portare me e mia sorella in un videonoleggio, andammo di famiglia alla prima, unica e ulitima videoteca di Gabicce Mare, tale VideoCiak, era piccola uno stanzino di pochi metri quadri e il film da noleggiare dopo mille dubbi e insistenze fu affidato al gestore che ci consiglio con estremo entusiasmo Arizona Junior, dipinto come un film divertentissimo per tutta la famiglia (!!!) a me sinceramente non ispirava, c’era quel bambino con gli occhiali da sole sulla sdraio che rideva non era di buon auspicio, io volevo qualcosa più “da maschi” con mostri e astronavi, ma la sorte non fu dalla mia:

image

Ma il vero fail factor fu a inizio film, dove un tizio prende una lampadina e la caccia in un occhio a una altro… non è il film di cui sopra vero? Si, avevano sbagliato film quelli del videonolo :smiley: anzi, dovrei aprire un topic ne il vuoto di memoria!

3 Mi Piace

I miei primi noleggi sono stati permessi dal vcr del suocero. Non mi ricordo il primo titolo ma direi che era un bootleg. Il videostore infatti aveva le copertine in esposizione e leggeva alla carta i titoli dei film di prima visione piratati. Il primo che ricordo è I Picari di Monicelli che mi annoió da morire.

3 Mi Piace

al dunque: ricordo che ero così impazzito di gioia all’idea di poter rivedere ad libitum titoli anelati e fantasticati per anni dopo bombardamenti di trailer e collezioni di flani che i primi me li rivedevo fino a impararli a memoria anche se erano mezze sole o pacchi totali:
il primissimo fu l’ascensore, seguito da profonde tenebre, poltergeist, murderock, il vizietto, base artica zebra, virus, maniac, lo squartatore di new york, vedo nudo, fuga di mezzanotte, terrore cieco, le facce della morte n.2, africa addio, philadelphia security, la settima donna, amityville possession

tra i film già visti in sala poco tempo prima e che volli rivedere, the day after e la casa

il primo acquisto fu fuga di mezzanotte, che peraltro funziona ancora perfettamente nonostante dozzine e dozzine di revisioni e ben 36 anni sulla gobba!, alla cifra tutt’altro che modica di 50mila lire.
il secondo fu 9 settimane e mezzo, pagato il doppio, per fare un regalo a una mia fiamma, mettendo via una paghetta settimanale via l’altra…
il terzo mi venne regalato da una cugina: lo squartatore di new york (costava 65mila lire e come la vhs di parker, va ancora una bomba pur avendolo usato almeno un centinaio di volte da allora) che mi fece felice come un capodanno.

non ricordo invece la marca del vcr con sistema LP (il cui rovescio della medaglia era l’incompatibilità coi vcr che ne erano sprovvisti, che erano allora il 95%) duratomi una dozzina d’anni, costato attorno al milione e mezzo. ricordo che l’idea di archiviare per sempre l’onnipossibile mi esaltava a tal punto che inizialmente registravo a cazzo qualsiasi cosa, vezzo scemato rapidamente considerati i costi dei nastri. il primo film videoregistrato in via sperimentale fu un maggiolino tutto matto.

ab extra ci sarebbero anche le prime vhs pirata: arancia meccanica, sempre scucendo un sudato centone, tre anni prima che uscisse ufficialmente (mancava però tutto il passaggio finale in cui il ministro imbocca e si ingrazia alex e un pezzo del suo rientro a casa finita la cura) e classe 1984, che di lì a poco sarebbe uscito per la gala e la stella ma che non trovai mai presso i miei videonoleggi locali.

@SWAT tra cattolica e riccione c’era un videonoleggio storico chiamato manolo il videonolo: lo ricordi? a scuola erano tutti convinti fosse di mia proprietà…

1 Mi Piace

Fatico a ricordare il mio primo noleggio, sinceramente arrivai a noleggiare molto tardi, perché il vcr l’ho dapprima interpretato come strumento per registrare dalla tv (la scelta cmq era ampia, ricordo che film dalle scuole medie mi studiavo la guida tv e registravo parecchi film alla settimana), e poi per visionare le vhs originali che compravo miratamente. Probabilmente ho sempre avuto questa idea di dover possedere un film, il noleggio mi sembrava troppo effimero, dopo la visione il film “scompare” dalle tue mani e non ce l’hai più a disposizione. Anche le poche volte che ho noleggiato, l’ho fatto con l’intento di acquisire nella mia collezione dei film che non era più possibile trovare in originale perché erano fuori catalogo.

Probabilmente sono arrivato a noleggiare tardi anche perché abitavo un po’ fuori città e non c’erano videonoleggi nel mio quartiere.

I primi noleggi che feci li ricordo da blockbuster, ma già anni dopo che aveva aperto, per copiarmi appunto alcuni film che cercavo da tempo e non trovavo altrimenti.
I titoli non li ricordo tutti, sicuramente c’erano From Beyond, Phantasm e I Frati Rossi.

Poi ricordo quando a bologna feci una testa tanta al tizio di Balboni video, che all’inizio non voleva farmi la tessera perché non risultavo residente in città (voleva avere un recapito ufficiale in caso non fossero stati restituiti i film): la videoteca è tuttora fornitissima con migliaia di titoli anche di periodo videoarcheologico, mi feci una scorpacciata!

2 Mi Piace

Primo noleggio Il bosco 1 seguito da La casa e poi da uno dei primi venerdì 13. Penso nel 1989 o giù di lì.
Ma l’occhio cadeva sempre sui pornazzi proibiti…

3 Mi Piace

per me il noleggio allora aveva la stessa funzione che ha ora il p2p: giro di prova per decidere l’acquisto quando un titolo mi appassionava tanto. il problema allora (zona 1985-1987), erano i costi, davvero proibitivi, di una singola vhs, per cui un film era più facile anelarlo o registrarlo dalla tv che acquistarlo. difatti con l’arrivo di un secondo lettore e annessa cavetteria, chi più chi meno prendemmo tutti a duplicare… :smiley: finché nei primi anni 90 i costi non sono diventati più umani e abbordabili - ma per allora stava calando esponenzialmente la qualità dei nastri…

beh proprio il caso di dire chi ben comincia…

…cacchio, vero! il primo venerdì 13 fu il terzo o il quarto che noleggiai. mi piacque zero o poco più, ma l’ho visto fino a non poterne più e lo ricordo quasi a memoria!

3 Mi Piace

Impossibile dimenticare : luglio 1988. Come regalo per la licenza di terza media, videoregistratore ITT (4 o 500mila lire dell’epoca). Dopo averlo collegato al televisore, sono corso giù per le scale, e c’era una piccola videoteca proprio appena uscito dalla porta di casa. E presi, a noleggio, “L’ululato”. Il resto, nel bene e nel male, è storia (di un cinefilo)… :wink::clinking_glasses:

3 Mi Piace

Non per dire, ma cominciamo a sembrare un branco di vecchietti sulle panchine dei giardini pubblici. Di quelli che cominciano i discorsi con “Ti ricordi…” e “Ai miei tempi…”. Solo che i vecchietti magari tirano in ballo “la prima volta al bordello”. Noialtri, la prima volta in… videoteca. Segno dei tempi? :grin::grin::grin::stuck_out_tongue_closed_eyes::thinking:

2 Mi Piace

A Rimini! Esistito fino a poco tempo fa, hanno svenduto tutto, tentando in vano di convertirsi in negozio di biciclette cargo (!!!) c’è ancora la pagina FB dove supplicano la svendita dei loro prodotti:

Da Manolo presi alcuni pezzi molto importanti della mia collezione, parlo dei primi anni 2000, pagati all’epoca circa L. 40.000 l’uno, all’epoca facevo il cameriere e il lunedì mattina sperperavo tutto lì :smiley: :

La cavalcata dei resuscitati ciechi (cinehollywod)
Virus (gvr)
Ultimo Mondo Cannibale (videoA)
Terminators 2 (avo)
Una lucertola con la pelle di donna (Mitel)

E molti altri che ora non ricordo…

2 Mi Piace
2 Mi Piace

Anno 1987, il negozio che vendeva il vcr regalava 10 film a noleggio (addirittura per 3 giorni). La prima volta feci l’accoppiata “Casablanca” (Warner Home Video) e “Ultimo tango a Parigi” (De Laurentiis - Ricordi) nonostante fossi decisamente minorenne (ma al tempo c’era estrema tolleranza).

3 Mi Piace

Avrei voluto il videoregistratore dalla prima elementare (1987) ma arrivò a casa 10 anni dopo. Invidiavo i miei amici che lo possedevano, ma lo usavano solo per guardare i classici film Disney ed altri film famosissimi.
Non ho mai noleggiato film da videonoleggio, però siccome a 2 mesi dall’arrivo del primo VHS ( Grundig stereo) arrivò come per miracolo un secondo VHS ( sempre Grundig, ma 2 testine mono, pagato 50.000lire, probabilmente di dubbia provenienza…) Iniziai a duplicare VHS prese a noleggio da altre persone. La paga era una VHS vergine da 180 per ogni film registrato.
Naturalmente la maggior parte erano pornazzo, oppure film pirata (come Titanic, lo si trovava una settimana dopo la sua uscita, telecinemato da cani). Fin da subito mi scontrai con la protezione macrovision, ma nel giro di qualche giorno recuperai in prestito uno sprotettore vivanco. La cosa bella è che riuscivo a registrare anche 2 film su due canali diversi contemporaneamente.

3 Mi Piace

l’incubo dei duplicanti a oltranza, saltò fuori attorno alla fine del 1988 e la prima casa ad adottarlo rendendola difficile a chi aveva due vcr fu la panasonic.

2 Mi Piace

:laughing: :laughing: :laughing:

@SWAT anche peppe nigra era convinto fosse di mia proprietà! fu una delle prima cose che mi chiese quando ci conoscemmo.

2 Mi Piace

qui il metodo per crackarlo (un po’ fuori tempo massimo)

2 Mi Piace