L'Occhio Nel Labirinto (Mario Caiano, 1972)

appena finito di vedere, non sono rimasto affatto deluso. La regia è efficace e anche le interpretazioni di buon livello e i vari buchi nella storia trovano una spiegazione nel finale (qualcosa resta irrisolto ma credo avvenga sempre o quasi in questo genere di film). La copia da me visionata riporta l’indicazione iniziale “seconda edizione - vm 14” e infatti ci sono certamente dei tagli censori, in particolare nel finale mancano i dettagli splatter dell’accoltellamento dello psichiatra nel flashback/spiegazione e quello ultimo mentre si odono le sirene della polizia. I diritti dovrebbe averli la Medusa, chissà che prima o poi si ricordi di editarlo in dvd.

Rivisto ieri e confermo 2 brevi tagli, all’inizio (la scena del sogno con l’assassino che insegue lo psichiatra colpendolo a morte) e alla fine (ricordo una bellissima inquadratura dal basso con le coltellate che colpivano Adolfo Celi alla schiena attraversando la sedia a sdraio su cui era seduto, purtroppo è stata amputata).
A me piace e non poco… ammetto di avere un debole per questo genere di thriller morbosi all’italiana anni '70…
Però m’è rimasto un dubbio:

come faceva uno dei matti che vediamo all’inizio a sapere che lo psichiatra era andato proprio a Maracudi? Lo urla e lo sbraita un sacco di volte!! E poi è da quel momento che la protagonista decide di recarsi lì… :confused:

Stessa sindrome tua dell’ “aspettativa troppo a lungo maturata”: il film non è certamente da cestinare ma forse dal buon Caiano mi aspettavo di più, anche se la regia tra riprese malate e super-grandangoli è una vera goduria, congeniale al rendere la storia più malsana. Più che altro mi ha un po’ deluso lo svolgimento della trama, non troppo articolata. Riguardo al finale, non mi è sembrato per niente debole, anzi è uno dei momenti migliori assieme all’inizio (il sogno).

La tua ultima affermazione riguardo a “Nelle pieghe della carne” (che comunque considero pessimo rispetto a L’occhio nel labirinto) mi lascia un po’ perplesso. Potresti spiegarmi che son curioso?

E’ difficile da spiegare, è più una questione di sensazioni. Ci sono alcuni film che per motivi “ignoti” il mio cervello colloca nei medesimi neuroni. Probabilmente l’ambientazione della villa e il clima morboso che pervade la vicenda…anche i personaggi, nella loro recitazione così teatrale, contribuiscono a tutto ciò. Affiancherei, per le stesse motivazioni anche “Il diavolo nel cervello” e “Libido” di Gastaldi. A parole sarebbe forse più semplice…

Potrebbe trattarsi del master che fu approntato per Mediaset anni fa, ma poi mai andato in onda. Circola comunque un’ottima copia integrale presa da pellicola che bypassa quella in oggetto.
La dicitura mi pare giusta.

La copia da VHS che circola con doppio audio dura esattamente 1.29.36…quando vi riferite a versione “non censurata” intendete questa? anche perchè quella con il “visto censura” dura 1.30.01…

Un buon giallo, molto all’italiana ovviamente… mi aspettavo un folle colpo di scena finale che facesse a schiaffi con quanto visto fino a quel momento, e non sono stato deluso. Ottimo Celi, come al solito.
Anche io ho visto la versione con il visto censura del 1999 all’inizio.

Qualcuno sa se la colonna sonora di questo film è reperibile in qualche modo?

Mi riferisco essenzialmente a un rip del vinile in flac/mp3, visto che a quanto ne so la soundtrack originale è uscita solo in vinile, ha quotazioni folli e non è mai stata ristampata in cd (legalmente o meno).

Sarei però felice di essere smentito, comprerei il cd al volo.

Se ci riesco, ti faccio un fischio…valga il reciproco comunque.
Ne avevo parlato nella sezione dedicata sul davinotti dove ho messo un audioclip…disco fenomenale :rolleyes:
Si ristampano tante cose, ma questa è una dimenticanza colossale :ignoranza: :suicide:

però dopo aver avuto conferma della località in un’agenda di lui

comunque mi schiero con quelli che hanno avuto una mezza delusione da questo film, inutilmente complicato e quindi abbastanza faticoso come visione (causa anche la qualità video pessima) e, quel che è peggio, senza particolari emozioni

Code Red annuncia sulla sua pagina fb che il film di Caiano

is planned on HiDef restoration and will be on dvd.

Molto probabile che esca la versione americana in AR 4:3, doppiata in spagnolo e in bianco e nero, dato che il master italiano pare sia in pessime condizioni, tali da renderne un miraggio l’uscita.

Pare abbia avuto un ottimo esito il lavoro della Code Red, sembra un altro film con questo master, anche il titolo
è un altro in questo trailer che hanno fatto con i titoli digitali e montando una musica morriconiana, L’occhino nel labirinto :smiley:

si conosce la data d’uscita?

E’ uscito il 9 febbraio, audio inglese e region free.
Il BR della Code Red dura circa 94’40" (24 fps), però

…the version Code Red released is longer and did not have audio for the extended bits. Some new sound effects were added by Code Red

Ho visto che è uscito il bluray spagnolo, e sulla fascetta è riportato anche l’audio italiano. La casa di produzione si chiama “Llamentol”, e oltre a non averla mai sentita, diciamo che non mi suscita chissà quale entusiasmo. Il prezzo però su amazon è ottimo, 10 euro circa. Qualcuno ne sa qualcosa? Perchè se non è un bootleg, lo acquisterei volentieri.

È un bootleg.

Hanno rippato il blu ray USA della CodeRed e ci hanno aggiunto l’audio italiano.
La qualità è buona ma resta comunque un’edizione bootleg.

Grazie mille Brass. A questo punto il disco resterà sullo scaffale.

ragazzi scusate l’ignoranza ma più dettagliatamente cosa vuol dire bootleg?non è buona come edizione perchè?quali sono le differenze da una “normale”?grazie

È un’edizione illegale, realizzata senza la regolare licenza e usando materiale altrui (in questo caso il master CodeRed) senza aver pagato chi di dovere.

grazie Giorgio,ho capito :slight_smile: