Lords of Salem - Le streghe di Salem (Rob Zombie, 2012)

Ieri mattina con grande entusiasmo (dimezzato da alcune disorganizzazioni del Torino Film Festival che mi ha fatto perdere quasi 10 minuti del film) decido di gustarmi l’anteprima del nuovo film di Zombie. Le aspettative erano molto alte, il trailer mostrava delle scene graficamente eccessive e barocche e molto promettenti.
Alla fine è risultato un film che punta anche sulla sceneggiatura, sui personaggi, sulle atmosfere inquietanti, misteri e soprattutto sull’ottima interpretazione di Sheri Moon Zombie, ottima nella sua calata lenta ed inesorabile negli inferi. Locations molto funzionali nella sua semplicità ed estetica e comparto sonoro molto adatto. All’uscita dal cinema mi aveva lasciato un pò freddino perchè mi attendevo qualcosa di diverso come ha potuto notare Tuchulca che ho finalmente conosciuto di persona :slight_smile: Senza contare Lucifer Rising che ciclicamente ci incontriamo in più occasioni :wink:

Gran film, arriverà a marzo nelle nostre sale con il titolo di “Le streghe di Salem”, vediamo se taglieranno qualcosina.

//youtu.be/T-ssRuc1qjs

Killer volevo chiederti visto che ho dato un occhiata al trailer, ci hai visto un po di Suspiria in questo nuovo lavoro di Zombie? Perchè vedendolo un po così mi pare che lo ricordi parecchio.

Mah, non direi. Ci sono magari alcune scelte stilistiche che possono ricordarlo ma personalmente non userei Suspiria come paragone. Mi sembra un pò azzardato.

E, a ripensarci per l’Italia mi sa che qualche taglio lo faranno. L’spettativa era alta, anche io sono uscito un pò freddino, ha buone cose, però ecco, forse ceresce alla distanza

Boh Suspiria non direi. Semmai si ritorna alla visionarietà de La casa del 1000 corpi ma più estremo, il finale in certe cose mi ha ricordato il Von Trier di Antichrist anche se qui siamo a livelli da cinema “di genere”. Sembra un album di King Diamond trasformato in film.

Riporto in auge questo thread per chiedere se qualcuno è al corrente di una data di uscita

Mi rispondo, esce il 18 Aprile

Filmone! Zombie firma quella che probabilmente è la sua opera cinematografica più sentita frullando tutti gli elementi che fanno parte del suo background, sia musicale che cinematografico, riuscendo a realizzare un film molto personale e riportando allo stato di arte pura il cinema di genere. Pur essendo palesi le influenze di registi come Bava, Fulci, Argento, Kubrick, Polanski, Carpenter, il Von Trier di Antichrist, Zombie riesce a filtrale attraverso la sua visione senza cadere mai nel giochetto apprezzabile ma oramai inflazionato della citazione diretta, dando così la sensazione di aver capito la lezione ma di voler portare avanti il discorso a modo suo. Ne viene fuori un film visionario e delirante ma allo stesso tempo irresistibilmente affascinante e che nonostante il lento incedere della vicenda inchioda lo spettatore allo schermo. Personalmente l’ho visto da 3 giorni e ancora non me lo levo dalla testa, anzi più ci penso e più mi piace…e pensare che appena uscito dalla sala ero rimasto un po’ spiazzato perchè non avevo visto ciò che mi aspettavo :rolleyes:

Il film si avvale di una fotografia magistrale (Brandon Trost) che contribuisce infinitamente a creare l’atmosfera sulfurea, marcia e onirica che pervade il film. Zombie gira benissimo e utilizza sempre inquadrature funzionali al racconto senza strafare e dimostrando anche un’ottima tecnica, inutile dire che l’utilizzo di musiche e sonoro è praticamente perfetto. Bellissime anche le scenografie.

Curiosità: per la prima volta in vita mia i pochi presenti in sala, ai quali il film ha fatto cagare (escluso ovviamente me e chi era con me), son rimasti fino alla fine dei titoli di coda…sarà per l’ammaliante panoramica che fa da sfondo ai titoli? :smiley:

P.S. Come potete leggere qui il film aveva inizialmente ottenuto il divieto ai minori di 18 anni ma la Notorious, che ha distribuito la pellicola nelle sale, ha fatto ricorso ed è riuscita a far abbassare il divieto ai minori di 14 anni ed a mantenere l’integralità dell’opera. Complimentoni!

A Milano questo film si trova in una sola sala con un unico spettacolo alle 22:30 e solo fino a Lunedì…che merda…

Purtroppo, il film ha incassato ben poco, prevedibilmente peraltro. Ennesimo titolo perfetto per il recupero in dvd e br…

Dvd che è già uscito in UK http://www.play.com/DVD/DVD/4-/42280181/The-Lords-Of-Salem/Product.html

Curioso: nel Regno Unito, il film di Zombie è uscito praticamente in contemporanea, nelle sale e in dvd… Mossa bizzarra.

Anche a Reggio E. non è uscito, si trova solo una visione in una multisala in provincia alle 22.45 unica visione.A Parma addirittura non l’ho trovato tre giorni fa a meno che non sia uscito adesso.

La distribuzione ci ha creduto poco. Comprensibile, in Italia al botteghino Rob Z non ha mai fatto sfracelli e questo poi è parecchio sopra le righe, conosco appassionati che non lo hanno gradito. però boicottarlo così è un suicidio, dal punto di vista economico.

più che di distribuzione che non ci ha creduto il problema è la maniera mafiosetta con cui sono gestiti i multicess: la Notorius non ha un listino che le permetta di imporsi e così il film è stato relegato nei tappabuchi e alle sale d’essai ovviamente un film del genere non interessa. Spero i conti torneranno a pari con pay-tv e home video.

Visto qualche settimana fa: wow! Non mi aspettavo di certo quello che invece ho trovato, oppure mi aspettavo il solito Rob Zombie ma obiettivamente qua c’è di più. C’ho visto un tentativo di superare il linguaggio horror “classico”. C’è chi lamenta la trama inesistente o poco comprensibile eppure a me sembra tutto lineare (nello stesso modo in cui lo era per L’aldilà). Grandiose scene (quadretti) horror surreali. Innegabile che il trucco di certi morti rimandi a quelli di Fulci. Stupendi! Impiego furbacchione ma ad effetto di due pezzi dei Velvet, e anche il pezzo dei Lords mi ha intrippato a canna. Nota negativa per la protagonista che non mi è sembrata troppo adatta al personaggio ed è sempre vestita come una fighetta finto alternativo stile Avril Lavigne (per ampliare pubblico attirando i ragazzini? gli stessi ragazzini che poi non hanno capito il film). Finale in crescendo da esaltazione totale. Però il finalissimo con lo spiegone fuori campo che riporta la storia alla realtà ha smontato un po’ tutto quanto visto fino a quel punto, come se Rob non avesse avuto le palle di andarci fino in fondo ad un film surreale. Dicevo ad un amico, L’aldilà di Fulci sarebbe lo stesso se alla fine i protagonisti, ad esempio, si svegliassero da un sogno? Mmh… Mi voglio sbilanciare e dico che è tra i migliori horror post-2000. Vedremo nei secoli.

Visto una decina di giorni fa, nel br a nolo (master ottimo, ma titoli di testa in italiano). Premesso che forse è l’opera di Zombie meglio girata, con inaspettata “sottigliezza” ed eleganza, secondo me è un tipico “gran film MANCATO”. Nel senso che per la prima ora o quasi son stato molto preso dalla trama (molto “fulciana”, sì, ma con vari rimandi a certo filone “demoniaco-cospirazionista” anni '70, e non scordiamo il nostro “Il profumo della signora…”), nonchè dalla “sinuosità registica” (minchia, m’è uscita bene…) del sor Zombie, ma poi, al dunque…son rimasto un pò pensando “e alura?!”. Mi attendevo insomma una botta di visionarietà, eccessi e/o sangue a profusione, e invece…vabbè, niente spoiler, dai. Comunque, un ottimo film, con attori (anzi, soprattutto attrici, Sheri Moon in testa, che sfoggia ancora chiappe da…mordere!) sapientemente utilizzati. Però il capolavoro del regista rimane “La casa del diavolo”, niente cazzi…
P.S. A proposito, sono accreditati Sid Haig e Michael Berryman, ma sinceramente non li ho riconosciuti. Che la versione italica sia tagliuzzata? Chi sa, si faccia avanti…

Mah, io l’ho trovato veramente molto noioso.
Sono partito con le migliori intenzioni ma già il sabba nell’incipit del film non mi ha ben disposto, una scena abbastanza ridicola soprattutto per via di una fotografia sbagliata. Dimenticata quella scena il film mi ha preso abbastanza per i primi trenta o quaranta minuti, poi però tutto diventa prevedibile e ripetitivo, con il ridicolo che ogni tanto spunta da qualche parte. E soprattutto, alla quindicesima declamazione stregonesca enunciata con voce stentorea stavo per spegnere tutto.

A me è sembrato un film perso a mezza via: come horror puro e semplice non funziona perché soprattutto il secondo atto è ripetitivo, senza alcun senso di escalation, vedi

le donne di Salem risvegliate dalla musica demoniaca all’inizio del film e che poi spariscono del tutto per ricomparire solo nel finale.

Come intento visionario è fallimentare per mancanza di visionarietà, a meno che si considerino tali le solite inquadrature a base di corpi nudi, make up sindacale e martellate di sound design.

Devo quotare Cosmodrome.
Non mi è piaciuto granché, quelle che dovevano essere delle scene ansiolitiche hanno sfiorato più volte il ridicolo. A cominciare dalle tre sorelle per finire con quel nano (Satana? Berlusconi?) malefico.
Si salvano solo Sheri Moon e i due tizi della radio.

P.S. il doppiaggio italiano fa pena.

che delusione il bluray uscito per Notorious pictures. una vera delusione.
menù statico e desolante, zero extra… nemmeno un trailer… nulla.
master audio dts inglese e italiano… sub ita per non udenti.
spero in qualche edizione estera che tratti questo capolavoro come merita di essere trattato.
sono già alla terza visione… e il mio giudizio non cambia.
per me è il film del 2013.
gioiello assoluto.

Haig e Berryman sono i due “boia” che torturano la strega Madre durante le visioni della protagonista :wink:

PS: nel frattempo ho scoperto che anche l’edizione R1 della AB delude rispetto agli extra, ma almeno ha il commento audio del regista.
bah, speriamo che prima o poi esca una versione degna.
http://www.blu-ray.com/movies/The-Lords-of-Salem-Blu-ray/70820/#Review

Mi schiero con i delusi, forse era troppo alta l’aspettativa, ma a parte qualche momento qua e là e qualche virtuosismo visionario, devo dire che stavolta Zombi non ha colpito nel segno, almeno non nel mio. Si parte bene, ma poi ci si perde e ci si barcamena ai confini della noia. Peccato, attendo il prossimo sperando che si ritorni ai livelli della Casa del Diavolo quello sì, e concordo con Zardoz, un vero capolavoro.