L'uomo, la donna, la bestia (SPELL, dolce mattatoio)

Regia: Alberto Cavallone
Con: Jane Avril, Martial Boschero, Paola Montenero
Anno: 1977

Mi è arrivato oggi questo titolo nell’edizione Lamberto Forni…Qualcuno mi potrebbe fornire qualche notizia in + su questo film, prima della mia personle “visione di rispetto”? Grazie anticipatamente a tutti gli amici del forum.

Se non ti piace lo compro io.

Più che altro ho sentito e letto che si tratta di una pellicola alquanto difficile da reperire, ma soprattutto molto “singolare” (visionerò cmq stasera). Gradirei più che altro sapere se qualcuno tra i forumisti ha qualche aneddoto interessante da raccontare o qualche curiosità aggiuntiva sul titolo in questione o sul regista che forse, non a caso, ha scelto questo interessante titolo per restare in sintonia, con il suo cognome:) …

un grande film (ovvio è il mio parere).
uno dei film italiani che prediligo da sempre.
visionario, surrealista, uno spaccato feroce della provincia italiana che non fa sconti a nessuno.
sogni ad occhi spalancati chiusi, fantasie sessuali, frustrazioni, preti che spacciano immaginette sacre ai bimbi che hanno venduto più biglietti della lotteria, incesti e violenze domestiche, tra baretti e feste paesane, mentre la banda continua a suonare, e il premio per chi vince la lotteria organizzata dalla parrocchia è un televisore a colori!
gli abominii più indescrivibili scoppiano sfiorati dallo sguardo estraneo del vagabondo.

una sorta di “teorema” pasoliniano ma desacralizzato.
lisergico.

bellissima colonna sonora.
ottima fotografia.
bravi gli attori.
Monika Zanchi una Dea.
Cavallone dirige al meglio. testimonia di essere uno dei più grandi surrealisti italiani.

battuta:
Martial Boschero, comunista in crisi, ad un militante del PCI che attacca su un pannello foto di massacri in guerra: “questi sono solo detersivi per la coscienza”.

l’edizione Lf è una buonissima edizione.
hai fatto un ottimo acquisto, e per il film, e per l’edizione;)

Dvd in uscita dal 21 novembre :

http://www.videociak.net/customer/product.php?productid=17978&cat=188&page=1&more_pages=1

Uscita posticipata al 5 Dicembre…però sui vari siti non c’è ancora la cover, appare quella vecchia (e splendida) della vhs LF

umm ma quanti film attesi da tempo e tempo devono uscire il 5 dicembre?:rolleyes::rolleyes:
credo proprio che per il mio compleanno dovrò farmi un bel pò di regalini:D

di certo questo dvd sarà mio;)

Anche la cover -finalmente ufficializzata- non è male, anzi…

anche perchè sono indicati un paio di loghi che fanno presagire una vera e propria collana che speriamo proporrà varie chicche…

io credo che si tratterà dello stesso master LF:confused:
così come per altri titoli della stessa collana.
si vedrà.

se anche fosse così, cmq, quel master era -secondo me- ottimo.
la cover è davvero notevole, ho sempre amato questo manifesto di Spell, lo stesso che impreziosiva la custodia della vhs;)

azz però dicembre è lontaaaanooooooooo:(

Orca boia mi ero perso questa news. Cavallone è fra gli autori peggio trattati dalle uscite in dvd, mi pare sia la prima uscita. Se sarà il master LF già è buona cosa.

Il film è a mio parere il migliore di Cavallone ma nn lo considero in ogni caso un capolavoro. So che sarò linciato da molti ma Cavallone proprio non mi convince come regista (che peraltro ha firmato film che mediocri è dir poco); vi è sempre una discrepanza tra le ambizioni dell’autore e l’effetiva messa in scena. E’ lo stesso caso di Spell per quanto, ripeto, a mio avviso, è comunque il più riuscito (assieme a Blue Movie).

Io non ti lincio di certo, anzi…
Cavallone mi è sempre sembrato un regista enormemente sopravvalutato.
Gli riconosco certi motivi di interesse (più che altro concettuali) ma per il resto mi sembra davvero poca cosa. Con buona pace dei suoi estimatori…

io di certo non ti lincerò, rispetto sempre le opinioni altrui anche quando si tratta di convinzioni lontane dalle mie.
concordo sul fatto che Spell e Blue Movie siano i film più riusciti del regista (anche se, almeno io, ancora non sono riuscito a vedere titoli come, per esempio, Le Salamandre… e dunque non ho la possibilità di fare una comparazione completa e seria di tutta quanta l’opera) concordo meno, invece, laddove si sostiene che c’è una discrepanza tra le ambizioni dell’auore e l’effettiva messa in scena.
ritengo la messa in scena di Spell convincente, preziosa, acuta.
di rado mi sono imbattuto, anzi, in un film italiano di tale potenza. in un film tanto disarmante e irriducibile. radicale sotto tutti i punti di vista.

ovviamente esprimo un mio personalissimo parere che non ha la pretesa di essere vangelo.
resta il fatto che quando vidi per la prima volta il film di Cavallone me ne innamorai senza dover aspettare una seconda o terza (re)visione. e il mio amore fu sincero, il tempo non lo ha ancora compromesso e, anzi, dopo ogni visione mi innamoro un tantino di più.

de gustibus;)

Per quanto riguarda Cavallone, come qualunque altro regista di vero o presunto cult, non posso che consigliarvi di non portare il cervello all’ammasso. Incominciate a giudicare i film con il vostro metro, non con quello dei mercenari al soldo di questa o quella società.
I brutti film rimangono brutti film, ma ciò non toglie che si possano, anzi si debbano, studiare. Da qui al gridare al capolavoro per qualsiasi mulata, ce ne corre.

rispondo senza voler fare alcuna polemica, ma rispondo.
per quanto mi riguarda, posso assicurarti che io ho sempre giudicato i film secondo il mio metro, e di certo non con quello di qualsivoglia mercenario al soldo di questa o quell’altra società.
non appartengo a nessuna “parrocchia”, così come in vita mia non ho mai avuto tessere di partito.
le etichette “cult” e compagnia bella mi hanno sempre lasciato freddo e non è in base alle mode recenti -o passate- che io adoro questo o altri film.

i film brutti ovviamente rimangono brutti, così come quelli belli rimangono belli.
spell, io, l’ho sempre trovato bello.
se piace anche a tizio o non piace a caio poco mi cale;)

Appunto. Intanto collocherei Blue Movie tra il porno di quarta categoria e la cagata pazzesca… Spell è spassoso, ma cinematograficamente davvero brutto.

> spell, io, l’ho sempre trovato bello.

E ci mancherebbe anche che ti negassi questo fondamentale diritto. De gustibus, come direbbe un noto jettatore esperto (non solo) in latinorum.

io ritengo che liquidare blue movie in tal modo sia riduttivo.
se poi ritieni Spell cinematograficamente brutto… beh… non posso che quotare Grattarola: de gustibus.

non so però, purtroppo, chi sia sto noto jettatore:confused:

Non so perchè ma tutto ciò mi ricorda tremendamente le questioni che contornano i dibattiti circa la filmografia di Polselli…