Mia madre (Nanni Moretti 2015)

Con Nanni Moretti, Margherita Buy, John Turturro, Giulia Lazzarini



http://www.imdb.com/title/tt3013610Link Imdb

Il nuovo film di Nàni Moretti, sempre con la Buy ovviamente, stavolta a sorpresa manca Silvio Orlando, se lo sarà scordato. Io non so se me la sento, francamente.

Esce giovedì.

Il trailer ha confermato una mia sincera convinzione: quando vedono la Buy, i gatti neri si grattano i coglioni. Indi, no grazie Nanni: detesto i lacrima-movie…
P.S. E Turturro torni piuttosto con Michael Bay. .

A giudicare dai moltissimi apprezzamenti che circolano da ieri in rete, mi sa che invece potrebbe esserne venuto fuori un bel film…

La Buy, nei film di Moretti, è sopportabile. Anche perché i film di Nanni Moretti sono migliori del 99,99% dei film che solitamente interpreta la Buy.

Ieri sera mi sono rivisto Habemus Papam, per preparami alla nuova uscita: un film che migliora di visione in visione, doloroso e umanamente divertente.

Non mi pare malvagio L’Habemus e tuttavia lo vedo come un nulla di fatto, sicchè si spreca un Piccoli gigante in un micromondo minuscolo minuscolo… in fondo la prostazione del Papa se non fosse per Piccoli non ci sarebbe; comunque la seconda visione ha migliorato l’opinione della prima. Di “Mia madre” ho visto solo tre scenette e mi son piaciute: mi ha colpito Moretti attore.

Di sicuro lo vedrò, i film di Moretti mi divertono parecchio, li trovo comunque (quasi sempre) buoni film.

Secondo me è insuperabile nella parte del politico Cesare Botero ne Il portaborse, film da vedere assolutamente del buon Luchetti… Lì è
veramente insuperabile, mostra tutta la sua spocchia che comunque diverte e non irrita :slight_smile:

Ufficiale: il film di Moretti sarà in concorso a Cannes 2015 insieme ai nuovi film di Garrone (Il racconto dei racconti) e Sorrentino (La giovinezza).

Non male per una volta la nostra selezione, anzi… di solito ci presentiamo con qualche regista del cazzo più un vecchio rincojonito tipo Pupi Avati, stavolta magari la palma ce la portiamo a casa.

Viva il campanilismo, eppure, sommessamente, penso che i premi, gli oscar e le palme servono a ben poco: i premi vengono dati in base ad un giudizio formulato da poche persone che non possono esprimere (e non lo si può fare comunque) un’universale attestazione di qualità. Su Pupi Avati: è vero ormai si esaurita la sua vena creativa (il suo ultimo TV movie con Laura Morante è osceno), però voglio anche ricordati che Nanni Moretti vinse a Cannes il premio alla regia per “Caro diario” grazie all’interventismo, in giuria, di Pupi Avati.

Ma sono d’accordo con te, personalmente frega cazzi dei premi, mica è la Champions League. Voglio dire, sarà meglio un capolavoro come C’era un volta il west o Ieri oggi domani di De Sica, che ha vinto l’Oscar? Tanto per fare un esempio…

E comunque Avati ha fatto troppi film urendi per i miei gusti, la palma la poteva dare pure a Joe D’Amato che il mio discorso non sarebbe cambiato

In giro si leggono, dappertutto, buone recensioni da parte dei primi spettatori: qui, addirittura, si parla di unadelle opere migliori dell’intera filmografia del regista http://www.ilfattoquotidiano.it/2015/04/17/mia-madre-nanni-moretti-e-un-film-che-mi-ha-spiazzato/1598995/ :oops:

La sensazione l’avevo già dal trailer: è il film di Moretti con lo spunto narrativo meno forte e orginale. Non ci sono gli omicidi di “Bianca”, il film su Berlusconi de “Il caimano”, il gesto sconsiderato dimenticato di “Palombella rossa” etc.

In questo il film mi è sembrato meno folgorante degli altri.
Resta la solita forza, dell’ultimo Moretti, di raccontare la morte in maniera lieve, come perdita di qualcosa di meraviglioso e irripetibile, forse di impossibile da tramandare (si veda il discorso sui libri).

E c’è il ‘solito’ finale shock, presente da “Il caimano” in poi.

Questo dato, credo, dopo la visione del film (comunque toccante e non poco) é condivisibile da parte di tutti coloro l’hanno visto a prescindere da ogni altra valutazione (positiva o negativa) del film stesso da parte dei medesimi soggetti. :frowning:

Lo andrò a vedere sicuramente. Piaccia o non piaccia, Moretti è uno dei pochi autori veri che sono rimasti al cinema italiano. Poi film italiani che meritano d’essere visti al cinema oggi, capirai, ne capitano talmente tanti… Anche se vedendo il trailer e leggendo la trama mi sa un po’ di mattonata sui coglioni, però magari no, comunque sti cazzi, nanni lo vedo a priori…

P.S. Cristo santo!! Turturro se ne torni con bay? :D:D:D Madonna! Vederlo in quelle merde dei transformers fu una tortura allucinante, adorandolo come attore e come persona. Preferisco con moretti 100 volte, almeno qua stiamo a parlà di cinema, là si parla dellammerda!