The Keep - La fortezza (Michael Mann, 1983)

Visionato questa sera su sky (pessimo master, pareva da vhs):


Regia: Michael Mann
Interpreti
:
Scotte Glenn, Ian McKellen, Alberta Watson, Robert Prosky, Gabriel Byrne, Jürgen Prochnow
Durata: h 1,36
Nazionalità: Usa 1983

Visionato alla cieca dopo aver letto una trama decisamente esaltante, un gruppo di nazisti diretti a Mosca attraverso la Romania, bivaccano in un paesino rurale sito in un passo alpino dei Carpazi, qui trovano una misteriosa fortezza, decidono di rimanervi, ma fatti strani avvengono, una misteriosa e impalpabile creatura si aggira per le mura e per i soldati sarà dura, cominciano a morire uno per volta in modi misteriosi.

Dopo aver letto una trama del genere, mi aspettavo un qualcosa tipo “Return to castle of Wolfenstein” e invece no, deludente sin dall’ inizio quando fa la sua comparsa " Jürgen Prochnow" in un’ approssimativa uniforme da ufficiale tedesco, tutti i soldati sono vestiti a caso, quasi caccia & pesca, tanto meno credibili gli abitanti del villaggio.
Film decisamente deludente, una trama troppo pretenziosa con una sceneggiatura sconclusionata.
Peccato da un regista del calibro di Mann (cronologicamente precedente a Manhunter) mi aspettavo molto di più.
Sconsigliatissimo ai tutti.

1 Mi Piace

Concordo. Troppo estetizzante a tratti (con momenti anche buoni, ma solo momenti) e scenograficamente confuso (un villaggio da Puffi e una fortezza che sembra che l’abbiano spazzata la mattina stessa).

La sceneggiatura è claudicante soprattutto in alcuni momenti importanti, comel’impazzamento del prete (e in generale nel villaggio, cosa poco messa in evidenza, rendendo il tutto confuso) o il rapporto tra Scott Glenn e la ragazza ebrea. Mi viene il dubbio che o la versione italiana è tagliata o è montato male l’originale. E sempre che non sia la sceneggiatura a far schifo di suo.

Quello che non capisco è “pessimo master”? Non mi sembrava, ma mi viene un dubbio: tu Sky come lo ricevi? Satellite o telefono? Non è che ci sono delle differenze? Qualcuno ne ha notate?

Satellite, i titoli di testa (rosso su blu) erano decisamente illeggibili.

Pensa che invece io amo molto questo film, proprio per l’estetizzazione tanto cara a Michael Mann. Bellissime le musiche che accompagnano la scena in cui i due soldati liberano incautamente Molasar. L’unica noticina dolente ritengo essere proprio la caratterizzazione del mefistofelico Molasar, troppo impersonale e decisamente privo del carisma che lo rende invece memorabile nel bellissimo romanzo ispiratore di Paul F. Wilson (in Italia lo pubblicò Mondadori negli anni 90). Romanzo che ha avuto numerosi seguiti, ambientati man mano dagli anni 60 ai giorni nostri (ritorna anche l’antagonista di Molasar).

Riguardo la pazzia del prete, si ricollega al fatto che Molasar non soltanto si nutre della malvagità umana, ma in qualche modo la amplifica. Nel sequel letterario la rinascita di questo tenebroso personaggio coincide con numerosi fatti di sangue e follia, fra cui l’assassinio di Bob Kennedy. Forse hai visto una versione cut, a quanto ricordo il film era parecchio lungo (ma a dire il vero credo che molti dettagli del romanzo Mann li abbia tralasciati, come avviene in Manhunter - vi siete mai domandati perchè Dente di fata fosse ossessionato dal ritratto del Dragone di William Blake? :wink: ).

Altra nota dolente delle musiche del master sky, singhiozzavano per non so quale motivo, al limite dell’ insostenibile.

Il film è pluritagliato! Potete trovare la lista delle scene eliminate su imdb.

Tuchulcha, in italia i seguiti letterari sono stati pubblicati? Con quali titoli?

Onestamente non li ricordo, i titoli; confermo che sono usciti anche da noi. Comunque son tutti fuori catalogo, li aveva editati la Mondadori nella defunta collana Mystbooks. Io li avevo recuperati in lingua originale ed edizione tascabile. Il titolo in Inglese del secondo capitolo della saga era Reborn. Prova a fare una ricerca in rete digitando il titolo The Keep e affiancando il nome dell’autore, F. Paul Wilson. Ora che ci penso, ho un suo romanzo edito da Gargoyle. Mo’ provo a dare un’occhiata, può darsi che elenchi le altre sue opere in appendice (e quindi anche la saga iniziata con La Fortezza).

Leggo or ora che il romanzo ha ispirato una saga di ben sei titoli, di cui tre pubblicati appunto anche da noi per Mondadori. Io credo di aver letto i primi tre in lingua originale, degli altri tre nulla saccio. Se trovo info più specifiche aprirò un thread apposito nella sezione Libri.

Dovrei aver trovato quello che cerco.
Sono sei libri si, però a quanto ho capito, tre di essi si allacciano ad un’altra saga dell’autore(Quella di Jack il riparatore). Ovviamente da noi in italia questi romanzi o sono spariti dal catalogo o non sono mai stati pubblicati.

Tornandoal film, la trasposizione è assolutamente pessima. E’ palese inoltre che McKellen, Glenn e Mann erano tutti ad inizio carriera. Con gli anni ci hanno abituato molto meglio.

La nostra versione tra l’altro è talmente piena di tagli, che il finale risulta incomprensibile.

Mah, io come trasposizione la trovo suggestiva. A Mann non è mai fregato granchè di logica e spiegazione, vedi Manhunter come ho già citato sopra:alla fine lo ricordo con piacere, c’erano già in embrione le idee che avrebbe ripreso nei suoi film successivi di maggior successo. Questo è semi-sconosciuto, un po’ come La Mano di Oliver Stone; risente dei difetti tipici del lavoro di un principiante, ma dimostra già le doti tecniche di un regista che poi si sarebbe affermato.

Visionato per la prima volta stasera dopo che ne avevo sentito molto parlare ma, piu’ per curiosità che per altro… anche perchè un mio amico lo aveva confuso addirittura con “2013-La Fortezza” (!), che tra l’altro devo ancora vedere ma che francamente non m’ispira per nulla, vabbè poi posterò il mio giudizio appena lo vedrò; per questo film pure io l’ho visto ai limite del visibile e pure per le musiche, mi ricollego al discorso già fatto da SWAT e dagli altri… per il resto, mi aspettavo molto di piu’ ed il finale m’è sembrato “troppo sbrigativo”… però non conoscendo il romanzo da cui è stato tratto, non posso aggiunger di piu’… per concludere, se uno lo vuol vedere per curiosità come ho fatto io, va bene, altrimenti lo puo’ tranquillamente evitare che intanto, non è sicuramente il miglior film di Mann!!! :oops:

//youtu.be/y7t0B2URcT8

Secondo me Swat te lo dovresti rivedere, il film merita, anche se è stato macellato dai produttori e non è più uscito causa problemi di copyright per la splendida OST dei Tangerine Dream. Io conservo gelosamente il laserdisc, migliore edizione realizzata a tutt’oggi.

http://www.kitrae.net/music/The%20Keep%20Soundtrack%20by%20Tangerine%20Dream.html

3 Mi Piace

Laserdisc italiano?

2 Mi Piace

Ovviamente no, ma hanno mai fatto laserdiscs in Italia? Questo è USA, NTSC:

Comunque l’anno scorso è uscito in Dvd per una label australiana, ma il master è lo stesso di quello in streaming, pessimo. Leggo però una un po’ più rosea rece di dvd beaver:

http://www.dvdbeaver.com/film9/blu-ray_review_124/the_keep_DVD.htm

3 Mi Piace

Un messaggio è stato spostato in un nuovo argomento: Laserdisc in Italia

Ho un riversamento da 35 mm (1920x1080p 24fps, trovato su myspleen.org) a cui ho sincronizzato l’audio italiano preso da una registrazione tv (raimovie).

3 Mi Piace

Dvd annunciato da Sinister per fine marzo:

3 Mi Piace

Un bootleg del dvd australiano?

Tra l’altro, vi risulta su Prime?

2 Mi Piace

non qua da noi, mi pare

2 Mi Piace

su prime cermania c’è :de:

4 Mi Piace

La fortezza di Michael Mann a me piace.
Lo trovo un progetto affascinante, dove pesa l’intervento dei produttori sul primo montaggio di Michael Mann che mi sembra fosse di 210 minuti.
Credo sarebbe stata un grande versione da vedere.
Mi dispiace che i produttori non gli abbiamo voluto distribuire il film con il montaggio che voleva lui.

Mi dispiace che Mann non voglia ritornare sui materiali originali di questo film e fare una sua director’s cut.
La fortezza ha avuto un destino simile al Dune di Lynch.
Solo che mentre di Dune abbiamo molte versioni blu ray e anche 4k, di la fortezza a parte le scansioni amatoriali 35mm non esistono vere è proprie edizioni ufficiali in alta definizione a parte un blu ray bootleg.

2 Mi Piace