Unbreakable (M.N. Shyamalan, 2000)


DVD/BR https://amzn.to/3nvHOh2

Prendo spunto da questo scambio di pareri per dire la mia su Unbreakable, che trovo ben lungi dall’essere un brutto film, e che ritengo anzi il capolavoro di M. Night Shyamalan. Certo, a chi non è fanatico o quantomeno lettore di fumetti può benissimo non aver fatto l’effetto che ha fatto a me, ma a mio avviso si tratta del miglior film in assoluto sui supereroi, con buona pace dei vari Uomo Ragno e X-Men… perché questo non è un film su un eroe di carta in particolare, ma sul SENSO dell’essere un supereroe in generale, e sotto questo punto di vista il film porta avanti una sorta di drammaticità epica davvero commovente e che non può non toccare il cuore di chi si appassionava (o appassiona) leggendo certi comics…

Bruce Willis, poi, è in totale stato di grazia. E lo stesso può dirsi di Samuel L. Jackson. Insomma, un gran film.

Anche per me è il miglior film di Shyamalan, anzi, è proprio bellissimo (nulla a che vedere con gli altri suoi film che per me sono pura fuffa).
Concordo assolutamente sul fatto della drammaticità epica citata da Slogun e aggiungo che il twist finale (realmente inatteso, almeno per me) è stato davvero sconvolgente e straziante, altro che Il Sesto Senso…

Boh, sarà che ho passato l’età per i supereroi. Per me una delusione totale, visto al cinema e volevo il rimborso. Bravi gli attori, per carità, ma la storia proprio non m’ha interessato.

Concordo ovviamente in toto, il film é perfetto.
Poi quando Willis il giorno dopo l’atto guarda il figlio in una sorta di commovente autocompiacimento é da antologia.
Per non parlare poi di Jackson, una performance incredibile.
E alla fine da pianto.

…Ti condivido dalla prima all’ultima parola e, peraltro (non avendo tantissimo da aggiungere a quanto hai analiticamente detto), segnalo l’ottima edizione in dvd doppio Touchstone (ottimi audio, video e disco di extra) per un gran film che (sicuramente) sarà rivalutato negli anni…:wave:

Lo vidi al cinema…piacque anche a me.
Fantastico l’uomo di vetro Samuel L Jackson che gira ancora sulla Chevrolet Bel Air del 1957 coi capelli a barbabietola e si rifiuta di vendere le locandine dei fumetti ai mocciosi:D:D:D

Come ho già detto, io invece non ho apprezzato il film…forse come dite voi mi ha penalizzato di non essere un lettore di fumetti dei vari supereroi (per me i fumetti cominciano e finiscono con Walt Disney, o quasi)…quindi la storia del “io sono la tua nemesi, tu hai bisogno di me” eccetera mi ha lasciato alquanto indifferente. Ribadisco però che la prima mezzora -più o meno- mi aveva intrigato

Non ho mai amato Shamalayan, anzi. Ogni suo film è stata una delusione, a partire dal tanto osannato Sixth Sense. Ma devo ammettere di aver apprezzato moltissimo Unbreakable, l’interpretazione di Bruce Willis è straordinaria e la trama non è assolutamente scontata

Il primo post di Slogun dice tutto. Un mio caro amico, appassionatissimo di fumetti, ha sempre sostenuto che questo film possono apprezzarlo fino in fondo solo i lettori dei vecchi comics e che riesce ad inquadrare perfettamente la “vera” figura di un supereroe: spaesato, impacciato, che scopre lentamente i suoi poteri e che diventa via via sempre più consapevole fino allo scontro finale con il cattivo di turno.
Lo ammetto: amo questo film. Per me il migliore di Shyamalan, senza alcun dubbio.
Non riesco a trovargli nessun difetto, solo pregi.
Nel dvd, tra gli extra, c’è una scena tagliata secondo me bellissima: quella del piccolo Elijah che al Luna Park sale su una giostra un po’ pericolosa all’insaputa della madre e man mano che la giostra gira più veloce si procura un mucchio di fratture in seguito agli urti.
E’ talmente bella che per me è un vero peccato che non sia stata inserita nel montaggio finale.
Mi avete fatto venir voglia di rivedermelo…

Sono pienamente d’accordo a metà col mister… :smiley:
Anch’io amo Unbreakable però non disdegno Il sesto senso. Da Signs in poi, il disastro…

Adoro anche io questo film sicuramente ottimo,ma non mi sbilancio dicendo che sia il capolavoro di Shyamalan ,sicuramente tra i migliori, ma come per le altre opere il regista va preso con le pinze osannato per alcune opere detestato per altre.
Mi riprometto una Revisione…

Ecco, questa è una cosa molto superficiale da dire a mio avviso… ci sono supereroi e supereroi, e soprattutto ci sono storie di supereroi e Storie di supereroi. Come in tutte le cose, non è tanto importante il mezzo che usi, quanto COSA vuoi raccontare e COME riesci a raccontarlo. Ci sono storie di supereroi, come “L’ultima caccia di Kraven” de L’Uomo Ragno, o “Return to Big Nothing” del Punitore, o “Il ritorno del Cavaliere Oscuro” e “The killing joke” di Batman (e sto citando solo la punta dell’iceberg) che tutto sono fuorché roba da bambini… non si passa mai l’età per le belle storie, secondo me…

Totalmente d’accordo sulla bellezza della sequenza, ma la scena forse è un po’ troppo pesante… una delle cose veramente belle di Unbreakable è che funziona sul serio come un’ottima storia a fumetti, ovvero è fruibile sia a livello “minimo” (lo spettatore bambino che prende solo l’immediato, quello che vede scorrergli davanti) e uno più profondo (il senso della storia, i suoi risvolti, i riferimenti)… una scena così -se me la ricordo bene, ma credo proprio di si- avrebbe forse fatto pendere la bilancia troppo in favore del pubblico adulto del film, impressionando troppo i più giovani. Imho, ovviamente.

Sorry, ti capisco e non volevo urtare la tua sensibilità. Mi spiego meglio: da piccolo non sono mai stato un grande fan dei supereroi classici (Marvel), e la maggior parte di questi film mi lascia indifferente. Non ho apprezzato X-Men, Spiderman e via dicendo, apprezzo solo il Batman di Burton. E sono d’accordo che se la storia è bella, non ha età, ma forse il “fanciullino” che è in me è meno predisposto per questo genere di storie.

Rivisto ieri notte in blu ray e leggermente ridimensionato.
Il film, per me, funziona, è bello e ha una storia potente e profonda che non si regge solo sul twist finale (comunque di tutto rispetto). Quello che mi ha fatto un po’ storcere il naso è la regia di Shyamalan che, sempre secondo la mia visione del mondo, abusa di giochetti e pseudo virtuosismi gratuiti che non vanno da nessuna parte.
Ci sono troppi piani sequenza che non servono a nulla e troppe inquadrature con la camera praticamente fissa con i personaggi che dialogano. Poi ci sono diverse scene che sembrano fatte come per voler dire “visto come sono bravo?” e che in me hanno sortito l’effetto contrario tipo il dialogo tra Willis e la donna sul treno prima dell’incidente (un piano sequenza con la camera che si sposta dietro i sedili davanti a loro, mah…) o la scena di quando Jackson ha il suo primo comic book (con la camera che fa un inutile e brutto movimento rotatorio che vorrebbe essere sincronizzato col movimento delle mani del bambino che ruota il fumetto).
A parte questo il film resta molto bello (sicuramente il migliore dell’ubersopravvalutato regista indiano, anzi, per me è proprio il suo UNICO film riuscito) perché si regge su una storia molto bella e molto più profonda di quanto possa sembrare.

Bella anche la scena tagliata che ha citato Giulio. Shyamalan negli extra dice che non è stata inclusa nel montato finale perché era una scena troppo forte per essere inserita così presto nel film.

Il blu ray è molto buono, non è uno di quei blu ray da tirar fuori per mostrare le potenzialità del supporto ma è comunque molto buono, fedele alla resa in sala e fedele alle intenzioni del regista che voleva un film molto cupo e scuro.

Ah, la pettinatura di Samuel L. Jackson sfida le leggi della gravità e del buongusto ma per questo film (e per il personaggio che interpreta) è perfetta.

Nel ricordo (della visione in sala, e poi in dvd) un gran film, insieme a “The village” la cosa più INTERESSANTE realizzata dal regista (persosi abbastanza, ma forse “After earth” lo recupererò). Due grandi protagonisti (complementari e opposti, appunto), grandi scene (la lotta nella stanza, vista dall’alto e senza stacchi di montaggio, è magnifica) e l’analisi del CONCETTO di supereroe è di rara intelligenza e bellezza. Oltretutto, è probabilmente il miglior film “supereroistico” NON tratto da un fumetto. Insomma, mi è tornata la voglia di rivedere il film, per confermare o ridimensionare il giudizio, chissà…

Pure io ho buoni ricordi di questo film che, vidi al cinema e dopo lo acquistai nell’edizione speciale in dvd… la storia mi ha sempre affascinato fino alla fine che ho trovato originale ed inaspettata, nonchè per certi versi sconvolgente in quanto se si pensa a tutti i disastri che Samuel L. Jackson aveva provocato, al solo scopo di riuscire a trovare un “supereroe”, viste le sue passioni fumettistiche e le precarie condizioni di salute che lo avevan condizionato fin da piccolo; insomma, per me è un film da vedere… poi, non sarà un capolavoro ma, come dico spesso… c’è di peggio!!! :wink:

//youtu.be/R_f1uCWKZQs

Per info In uscita a breve il sequel e crossover “Glass” incentrato sul personaggio dell’uomo di vetro e di Split.


Oh Tra l’altro ho avuto un flash proprio adesso di quanto era figa la moglie di Bruce Willis quando uscivano per bere qualcosa :dribble:
No, giusto per buttarla ogni tanto giustamente e doverosamente sulla figa