Antrum: The Deadliest Film Ever Made (D. Amito, M. Laicini 2018)

A fine ANNI 70, nell’est europa viene prodotto un film, un film maledetto, che chi lo guarda muore, è la storia di fratello e sorella che iniziano a scavare una buca per raggiungere l’inferno…
Fortunatamente il film ha avuto una diffusione ridotta, le uniche copie sono quelle inviate ai festival dell’epoca che non lo hanno proiettato, proprio quando lo si credeva perduto per sempre.

Disponibile a sbafo per gli utenti primevideo in lingua originale sub-ita


Un mockumentary/found footage da non sottovalutare, con le sue piccole imperfezioni lo si guarda volentieri, è un film cupo che se vuole può rapirti e crearti del vero disagio.

ANZI, il film è creato a tavolino per far paura, sfruttando le peggio tecniche narrative, le immagini spesso subliminali, i simboli e soprattutto i suoni, non so se avete mai sentito parlare dei Toni Binaurali, in base alla frequenza possono stimolare diverse sensazioni, sonno, meditazione, concentrazione, o in questo caso… paura e disagio, chiaramente è un fenomeno soggettivo, non è detto che a tutti sortisca lo stesso effetto

ma per godersi a pieno il film consiglio vivamente di guardarlo con cuffie o auricolari! :headphones:

Un dettaglio odioso è quello del diavolaccio che vedete nella locandina, decorato con piastre di freni a disco da bicicletta, prodotti solo negli anni '90, errore anacronistico IMPERDONABILE, l’ho segnalato immediatamente nei goofs dell’IMDB :smiley:

Che poi nel film è una sorta di Toro di Falaride, ne avete mai sentito parlare? Nell’antica Grecia, un umile fabbro propose al suddetto Falaride, allora tiranno di Agrigento un simpatico strumento di tortura, che praticamente era un toro di bronzo cavo all’interno, dove veniva inserito il malcapitato, una volta chiuso dentro veniva acceso un fuoco sotto di esso e la vittima arsa viva al suo interno, le grida e i fumi che uscivano da due buchi in corrispondenza del naso della scultura, simulavano i muggiti di un toro, personalmente preferisco gli scarichi Lamborghini. Chiaramente il simpatico Falaride, lo collaudo sullo stesso disgraziato che lo aveva progettato.

2 Mi Piace

Visto qualche settimana fa sott in inglese, direi abbastanza evitabile. Tutta la parte iniziale chiaramente fake delle finte interviste e della storia del film maledetto è a dir poco risibile. Ormai hanno provato (da William Castle in poi) a farci bere qualsiasi balla possibile e inimmaginabile, quindi tutto già visto e già sentito. E ci si riprova anche nel finale

Il film in sè non è malaccio. Abbastanza originale come storia (2 fratelli con un vecchio grimorio vanno alla ricerca dell’Inferno per riportare indietro il loro cane appena deceduto), ma è ovvio che in film di questo tipo si possa mettere qualsiasi cosa passi per la testa senza alcuna spiegazione logica
E quindi ci si sbizzarisce in non-sense a porfusione

Mettici anche che di sangue praticamente non ce n’è…alla fine lo si segue solo per curiosità sperando che rispetti tutto il (finto)[/spoiler][spoiler] battage pubblicitario

Ma si resta delusi

1 Mi Piace

Soddisfatto a metà, forse perchè non sopporto più quello che appartiene alla categoria mockumentary (dei POV neanche ne parlo).
Dopo il fintissimo prologo, il film si sviluppa tutto sommato bene anche se il rimando a The Black Witch Project è totalizzante e ti spinge a continui confronti.
All’effetto pellicola anni '70 con le sue spuntinature ed i salti ti ci abitui quasi subito (o forse il regista ad un certo punto alza il piede da questo effetto, dovrei rivederlo). Sei quindi conscio che stai vedendo qualcosa di attuale.

Parte poi la sagra delle immagini subliminali che subliminali non sono se le vedi e te le ricordi. All’inizio mi ha divertito ma dopo mi è diventato stucchevole.

Il film comunque è girato bene ed alcune intuizioni visive degli inserti possono creare disagio. Il mockumentary esplicativo finale mi sembra molto più efficace dell’introduttivo anche perchè arriva alla fine della visione di un film che si potrà criticare quanto si vuole ma non è sicuramente rilassante.
Alla fine mi sono abbastanza divertito (?!) ma non lo rivedrei mai più.

2 Mi Piace