La verità sul caso Harry Quebert (J.J. Annaud, 2018)

1975, lo scrittore Harry Quebert scappa dalla caotica NY nella tranquillità delle coste del Maine a Sommerdale un tranquillo paesino di provincia, lì conoscerà una misteriosa ragazza quindicenne di nome Nola.
Nel 2008 verrà accusato dell’omicidio di quest’ultima, Marcus Goldman, altrettanto affermato scrittore ed estimatore di Harry indagherà sull’accaduto…

Ispirata all’omonimo romanzo di J. Dicker del 2012, mi era sfuggita questa mini-serie in onda su sky.
Stilisticamente la trovo vicinissima a True Detective, una vicenda ricca di mistero e colpi di scena che si svolge a cavallo tra gli anni settanta e il decennio scorso, bellissima e intrigante la si guarda tutta di un fiato, dato che siamo in quarantena perché no?

1 Mi Piace

Un noto romanzo di Joel Dicker, edito anche in, Italia, come retroterra più immediato https://it.wikipedia.org/wiki/La_verità_sul_caso_Harry_Quebert
La verità sul caso Harry Quebert
Recupero subito la miniserie su sky box sets, Grazie Davide dell’imbeccata… :wink:

1 Mi Piace

Visto il primo dei dieci episodi di questa miniserie e , devo dire, ho constatato un climax davvero coinvolgente che (nel metodo) assomiglia molto allle tre sequenze cronologiche della prime e dell’ultima serie di true detective… :roll_eyes:
True Detective - Stagione 1 :grinning:
True Detective - Stagione 3 :wink:

1 Mi Piace

Dopo la visione della seconda e della terza puntata, sei ormai risucchiato nell’ingranaggio e non puoi più uscirne…
…quasi, se si può dire, una dipendenza ricca colpi di scena perennemente dietro l’angolo… :writing_hand:
Avvincenti e devastanti la quarta e la quinta puntata, in un attimo sono quindi giunto a metà mini serie più attratto che mai…
…il tempo vola, il ritmo incalza e non mi rendo conto del tempo che passa…
…aumenta la qualità, procedono gli eventi sovente inaspettati… :open_mouth:

1 Mi Piace

Concordo con l’entusiasmo, quelle serie che ad avere tempo libero si guarderebbero tranquillamente tutte di fila.

Per chi non ha sky segnalo il BR italiano: https://amzn.to/3nkJdHK

1 Mi Piace


…grazie alla dritta di Davide mi sono procurato il cofanetto italiano a tre bluray della Eagle che, a fronte di un video davvero strabiliante e di ottimi audio 5.1 dts master hd italiano ed originale (con possibilità di sottotitoli, italiani, opzionali) purtroppo ha due brutte sorprese: la prima è la totale mancanza di extra , la seconda il fatto che il video é interlacciato 1080/50i anziché a1080p come nella versione bd edita in Francia (con il titolo “La Vérité sur l’affaire Harry Quebert”: https://www.blu-ray.com/movies/La-Verite-sur-laffaire-Harry-Quebert-Blu-ray/219350/ ) che invece ha il video progressivo:
:roll_eyes:
La serie è altamante emozionante e le puntate dalla sesta alla nona (6 e 7 viste su sky, 8 e 9 su bd eagle) sono un crescendo inarrestabile di tensioni…
…sto rallentando alquanto, prima di vedere la decima ed ultima parte, per godermela fino in fondo…
…strano che non lo avessi ancora detto ma l’intera serie é, magistralmente, diretta dal grande Jean-Jacques Annaud (regista, tra gli altri di “sette anni in tibet” - “il nome della rosa” e “il nemico alle porte”)…
…dopo il finale posterò, quindi, le impressioni conclusive… :wink:

1 Mi Piace

Vista l’ultima puntata in cui tutto finisce rimettendo, senza svarioni, ogni casella al suo posto e credo nessuno (ma proprio nessuno, eccettuati i lettori del libro di Dicker) abbia potuto indovinare il finale.
E’ stato bello gustarsi la serie ed è un peccato che sia finita ma, reputo, anche nella durata non si poteva fare differentemente.
Finale per nulla melenso tra l’altro, senza stucchevoli ripetuti crepuscolarismi ma con un eccellente mix di sentimento e ragione…
…con molteplici colpi di scena e continue sorprese, inarrestabili, fino ai titoli di coda.
Mi sento spinto, peraltro, a rivedere qualcosa ma non subito tutto però…
…anche l’assenza, terminate le puntate, amplificherà in me le sensazioni lasciandomi avvertire in modo consistente la presenza di ciò che è stato e di ciò che mi è rimasto dentro perché resta e resterà (a mio umile avviso) una pietra miliare di un genere per stile e contenuti. :upside_down_face:

1 Mi Piace