Los Cronocrímenes - Timecrimes (N. Vigalondo, 2007)

Un uomo recentemente trasferitosi nell’ hinterland spagnolo concedesi del relax in giardino lurkando qua e là col binocolo, quando in mezzo al bosco vede una donna misteriosissima spoglarsi senza ragione apparente, si addentrerà nella foresta per indagare…


Quando ho avviato la ricerca e non ho trovato nulla su questo film ho esclamato un OMH che ha rimbombato in tutto il quartiere.(spero di sbagliarmi).
Inutile fare gli enigmatici quando il titolo la dice lunga sul tema principale, viaggi nel tempo e paradossi, tensione a livelli siderali. Molto in comune con un altro film recentemente discusso in questi lidi, il quale deve molto a quest’ ultimo. (in modo decisamente spudorato)
Assolutamente da vedere.
2 Mi Piace

Visto in sala al Science+Fiction '07,dove vinse IMMERITATAMENTE il premio principale.Personalmente,l’ho odiato:troppe incongruenze a livello di sceneggiatura,e un protagonista tortellone panzuto davvero antipatico.Fosse durato una mezz’ora,due-tre cazzate di meno,attore diverso,sarebbe stato un lavoretto riuscito:così,è un episodio di “Ai confini della realtà” stiracchiato e venuto male.

Invece è una cosa che ho apprezzato particolarmente, un uomo comune, un uomo qualunque, chi ci volevi? Raul Bovola?

Dissento anche sulla durata del film, personalmente l’ho trovato spalmato bene in tutto il suo svolgimento, non puoi dire che ci sono punti morti da grattamento maronico.

Macchè Bova,mi sarei accontentato di un attore bravo,non di un cotechino ambulante che aveva l’aria di dirsi “che mi hanno portato a fare,qui?”.“Punti morti” non ce ne sono,d’accordo:insulti a intelligenza,logica e buon senso,sì.

Thank’s to the dick, a mio avviso è un discorso che non si può fare con un film su base fantascientifica.

Eh,no:ci sono film fantastici o proprio fantaSCIENTIFICI che,pur avendo cose che ad analisi accurata non stanno in piedi (per logica e/o buon senso),grazie a regia,sceneggiatura,attori sono assolutamente apprezzabili e riusciti.Nel caso di “Cronocrimenes” le cazzate in questione sono troppe,l’intelligenza dello spettatore è TROPPE VOLTE insultata,e nè regia,sceneggiatura o attori possono compensare ai succitati difetti.Mica tutti i registi che “baloccano” con lo spazio-tempo sono Zemeckis,o Richard Kelly…

Ce l’ho in dvd, preso da poco, ma non voglio guardarlo perché mi è stato detto che vedendolo ridimensionerei parecchio il mio amato Triangle.
Lo lascio maturare sullo scaffale…

(per la cronaca, ho il dvd UK che costa 6 euri)

Ah,assomiglia a QUEL film,dici?Bè,almeno lì la protagonista è carina,su…

Bello, mi è piaciuto parecchio.
L’ho visto se non ricordo male durante la mia pausa feriale durante il Ferragosto, bello macchinoso e con una sceneggiatura ad orologeria (è il caso di dirlo!) come piace a me.

Ma fatemi capire… la sceneggiatura è a orologeria, o è piena di incongruenze??

Perché state dicendo uno il contrario di quello che dice l’altro, e in teoria una sceneggiatura o fila o no. Come stanno effettivamente le cose?

Solito discorso:visto “da destra” o visto “da sinistra”.Per quanto mi riguarda,appunto di incongruenze ce n’erano troppe,più “il contorno” (regia ecc) non riusciva a compensare,indi a farmi accettare,i difetti.Ma qui nel forum c’è gente che è “passata sopra” a tali cose,e alla fin fine gli è piaciuto.Spassionatamente:guardalo.Così poi ti unisci al club degli entusiasti,o a quello degli “indignados” (come me)…
P.S.La sceneggiatura,così com’è,è da buttare nel cesso.IMHO…

A me è parso funzionasse tutto, anche se quando guardo questo genere di film non sono mai nel pieno delle mie facoltà mentali.
Dove sarebbero gli errori?

Guarda,i dettagli non me li ricordo,dovrei rivedere 'sto film,sono passati 4 anni.In compenso,ricordo bene la sensazione di essermi fatto solennemente prendere per il culo dal regista,SANS vaselina…

Visto.

Dunque… a tensione è messo abbastanza bene (nulla di trascendentale però), il protagonista ci sta, la durata è ottimale, e rimani effettivamente bello attento tutto il film per capire come si sbroglierà la matassa. Questi punti se li porta a casa tutti.

La sceneggiatura è effettivamente solida, nel senso che torna tutto. Ogni singolo avvenimento viene spiegato, prima o dopo, e di buchi non ne ho proprio riscontrati. Potrebbe anche essermi sfuggito qualcosa, ma dati i discorsi che si erano fatti ci sono stato abbastanza attento e mi sentirei di escluderlo. Quindi anche qui direi che ci siamo.

A mio avviso, mancano due cose: una è un po’ di verosimiglianza a livello “psicologico”

ovvero: ok che il protagonista è un coglione, ce ne accorgiamo dai primi 5 minuti di film, ma per tutto il resto della pellicola è la fiera della scelta sbagliata e della decisione ad minchiam, eccezion fatta verso il finale l’altra è è la quadratura del cerchio, ovvero il finale

che non ha nemmeno un briciolo della potenza di quello di Triangle, se proprio devo fare un paragone, e che alla fine comunque non spiega (e nemmeno “volutamente-non-spiega”, vedi ancora Triangle) un beneamato cazzo, lasciandoti con l’effetto “Beh, e allora?”.

In conclusione: l’ho trovato gradevole e ben girato e ben dosato come tempi, di certo non lo stronco, ma secondo me vale la pena guardarlo solo per l’idea di fondo. L’idea è appunto una figata, ma poteva essere svolta molto meglio. Sotto questo punto di vista, Triangle ha fatto un po’ lo Steve Jobs della situazione: ha preso qualcosa che già c’era, e l’ha migliorata.

Siccome voglio RIparlarne con esatta cognizione anch’io,ho appena preso il dvd,ex nolo,da “Blockbuster”.Cercherò di visionarlo con la massima calma e senza pregiudizi,MA la prima osservazione “spoiler” rilevata da Slogun la rammentavo bene,dimodochè-usando un francesismo-sò cazzi,sul resto della pellicola…
P.S.Comunque l’“altro” film di cui si parla l’ho ordinato,dvd UK.Così potrò fare i debiti paragoni,su come due registi han trattato praticamente il medesimo spunto…

Alla fine ho ceduto e l’ho visto ieri notte.
Carino ma nulla di trascendentale. L’altro film del quale si parla (e che ha effettivamente preso in prestito un sacco di cose da questo film spagnolo) se lo mangia in un boccone su tutti i livelli.
A me il protagonista sovrappeso e poco carismatico è piaciuto proprio per il suo essere un tipo qualunque, ordinario.
A livello di sceneggiatura non ho trovato incongruenze, tutto torna anche se è vero che ci sono un po’ di passaggi che fanno storcere il naso, non tanto perché non sono verosimili (grazie al cazzo, che verosimiglianza ci può essere in un film con una vasca piena di liquido bianco che ti porta indietro nel tempo?) quanto perché alcune scelte e alcune azioni sono un po’ “discutibili”, diciamo, proprio a livello di logica.

Comunque non è male, l’idea è buona ma la realizzazione non è proprio all’altezza. Si guarda piacevolmente, in ogni caso.

Il dvd UK è buono, sottotitoli in inglese removibili (il film è in spagnolo) e niente extra se non il trailer (non indicato nella cover).

Buffo, visto anch’io ieri sera e ho esattamente l’opinione opposta. Mi pare il classico esempio di piccolo gioiellino europeo da un lato, rozzo quanto si vuole ma quantomeno originale, e baracconata yankee (lo so che in realtà è UK ma il concetto è lo stesso) dall’altra parte, più che Steve Jobs mi viene in mente il remake de La cena dei cretini, ovviamente con la supponenza di chi vuol migliorare il prodotto originale e quindi s’inventa storie assurde da servire a quelli di bocca buona. Mah, mi tengo il film spagnolo, grazie della chicca suatte. E devo dire che oltre al personaggio principale perfetto, tutto quanto risulta logico e senza forzature, financo al finale:

dove è chiaro che il protagonista s’è rotto alla stragrande di capire tutti questi casini spazio temporali, manda tutti affanculo e si siede con la moglie aspettando la polizia.

Tra l’altro, almeno questo ha il pregio di non prendersi troppo sul serio, al contrario dell’altro che credendoci fin troppo risulta più inverosimile.

Beh, il finale può essere anche interpretato come l’attesa che il clone svanisca

Sul finale non concordo con Almayer

(ma come, prima fai il delirio e ti incasini a scatola cinese, e poi tutto a un tratto ti rompi il cazzo e via, sarà quel che sarà?) così come non concordo sul fatto che tutto abbia logica

(metà delle scelte del protagonista sono quantomeno discutibili, per usare un eufemismo).[/SPOILER] E poi insisto che Triangle, baracconata sino a che si vuole, ha un finale [SPOILER]cento volte più potente.

Vorrà dire che sono uno “di bocca buona”… che poi è un modo elegante per dare del mentecatto a quelli che non hanno i tuoi stessi gusti/non la pensano come te…
Sarai un uomo di mondo, ma forse la lezione sullo stile l’hai saltata. Eri indisposto? :wink: :smiley:

Alla fine lui si siede con la moglie e aspetta gli sbirri perché ha fatto tutto quello che doveva fare, non è che si è rotto il cazzo di tutto il casino che è successo.
Ha preparato tutto, ha persino conciato la ragazza per farla sembrare come la moglie tagliandole i capelli e dandole i suoi vestiti in modo da ingannare il suo clone… Quando si siede tranquillo con la moglie è per evitare che lei possa interferire con i fatti e quando si sente l’urlo della ragazza vuol dire che il cerchio si sta chiudendo perché il suo clone del passato si convincerà di aver ucciso la moglie e correrà verso il laboratorio per tornare indietro nel tempo e una volta che entrerà nella capsula sparirà perché cesserà di esistere.