Mandy - Panos Cosmatos, 2018

1983, il boscaiolo Red (N.Cage) e la sua giovane compagna, vivono una vita tranquilla e solitaria in un non ben precisato bosco costantemente illuminato da variopinte aurore boreali, fino a quando una setta di fanatici si metterà sulla loro strada…

Insolito film con un Nicholas Cage più fuori posto che mai, tant’è che originalmente era stato contattato per interpretare il capo della setta, ma lui si sentiva gggiovane, che gli è bastata una barba tinta e una t-shirt variopinta per sentirsi un disinvolto trentenne.
Ho visto il film come un materializzazione della cultura Heavy Metal (omaggiando persino l’omonimo cortometraggio), c’è una colonna sonora all’altezza, sette sataniche, bande di terrificanti motociclisti a metà strada tra gli uomini pesce di Martino e i Cenobiti, e non mancano cose più raffinate:

tipo Red che si forgia un’ascia che altro non è che la “F” dei Celtic Frost

Tra gli omaggi al cinema che fu, il duello tra motoseghe palese citazione al mio cult Phantasm 2

A tratti lento a tratti vuoto nel suo stile acido e visionario, si lascia guardare tranquillamente dall’inizio alla fine ottenendo a mio avviso la sufficienza, da vedere.

Scelta definitiva il box bluray crucco:

Altra curiosità, anche se pretende di essere negli Stati Uniti, il film è girato in Belgio, do you remember Calvaire?

Koch Germania ne ha anche fatto un’edizione esagerata: http://www.kochmedia-film.de/blu-ray/details/view/film/mandy_ultimate_edition_1_blu_ray_2_dvds_1_cd_1_lp/

Ma panos cosmatos è George pan Cosmatos con un altro nome?

C’è il link imdb in alto, non ti funziona? :wink:
E’ il figliol prodigo.

Visto al TFF, piaciuto nada. L’inizio mi faceva pensare ad altro, statico ma elegante a suo modo; poi appunto il riferimento a Hellraiser e altre cose, poi… buh dal momento in cui prende la piega “revenge” lo trovo fastidioso e insopportabile, Cage gigione come non mai e dialoghi deliranti. Un po’ come il Miike ultima maniera, che egualmente non reggo. Ha diviso abbastanza il pubblico, c’è chi lo adora e chi tende a rimuoverlo (io non lo adoro ma l’avevate capito già). Effettivamente la colonna sonora è molto bella, il resto buh.

In uscita anche da noi, a febbraio. In dvd e br.

Non vedo l’ora. M’ispira tantissimo!

Attualmente disponibile su amazon prime video

L’ho trovato così oscenamente brutto ed irritante che nemmeno voglio parlarne.

Visto su Prime.
Ci sono film, per fare categorizzazioni della domenica, che non funzionano per problemi produttivi, che escono osceni per i disastri accaduti durante la preparazione, le riprese o la postproduzione, creando opere in cui nessuno degli autori si rispecchia.
Ce ne sono altri che non funzionano, invece, proprio per le scelte a monte.
E direi che Mandy faccia parte di questa seconda categoria.
Cosmatos gira il film che vuole, che ha in mente, ma è tutto talmente fiacco, ovvio, oltre che sbilanciato nella creazione di un mondo, di un’atmosfera, da risultare peggiore dei più velleitari film arthouse, più cretino del più becero dei revenge movie.
Mandy sta appunto tra la ricerca e il cazzeggio, tra la raffinatezza della messa in scena (estenuante nelle sue dominanti cromatiche viste milioni di volte, inerte nei suoi inserti animati) e la rozzezza dei caratteri e dell’azione degni di un b-movie, ma di cui non condivide l’immediatezza, l’efficacia liberatoria.
I dialoghi sono l’abc del cinema, sia quando sono ironici, sia quando cercano il delirio; il crescendo è senza tensione alcuna, tutto accade velocemente - pur durando 2 ore il film -, e senza alcun interesse.
Per me, un disastro totale.

Vedere nello stesso film scritte Black Metal, la dentiera di Cage, motociclisti assetati di sangue e asce mi fanno già gridare al capolavoro. Lo recupererò a breve.

Condivido appieno! Non esistono altri aggettivi per descriverlo meglio. Tempi esageratamente dilatati, 2 ore sono davvero eccessive per una film che ha veramente poco da dire, 1 ora e 15 sarebbe stata giusta. Tra l’altro notavo anche, tra le molteplici e inutili scene visionarie “macchiate di rosso”, che il leader della setta satanica aveva al collo una normalissima croce(così come la loro chiesa/quartier generale)…quando sarebbe stata più coerente una bella croce capovolta.

Le uniche cose che ricorderò di questa amenità sono gli omaggi/citazioni a Venerdì 13 la protagonista dichiara di abitare a Cristal Lake e a Phantasm II lo scontro con le motoseghe e poi il ghigno finale del nipote di Coppola:shock::no:.

ps: non credevo che una partita tagliata male di lsd potesse trasformare dei motociclisti in creature assetate di sangue e con la passione per gli abiti in pelle ed i quad.