Moon - Duncan Jones, 2009

http://www.imdb.com/title/tt1182345/
http://www.mymovies.it/film/2009/moon/

Film di fantas=scienza, minimalista, psicologico. Aggiungo, Inglese!. Un occhio a Solaris, uno a Blade Runner, un terzo a 2001. 33 giorni per girarlo con meno di 5 milioni di dollari, un Sam Rockwell da urlo e Kevin Spacey che dona magistralmente la sua voce al computer Gerty. Film che fa il botto al Sitges di Barcellona, incassando i premi di miglior film, attore, sceneggiatura e production design. Bellissimo, struggente, senza parole. Assolutamente da vedere. Peccato solo che dopo la visione mi sono imbrattato le pupille con quella porcata di Terminator Salvation. Uno dei più bei film di fantascienza degli ultimi 20 anni.

visto a Londra, davvero bello. Rockwell un gran interprete. concordo che del genere sia uno dei film più belli degli ultimi anni

il regista è il figlio di David Bowie.

Film che riesce ad avere una sua sensibilità, pur trattandosi di uno sci-fi. Realizzato senza particolari tecniche intente a stupire, Moon ha un’atmosfera rarefatta e la caratteristica di poter accattivare anche chi non ama la fantascienza nel cinema.
Carina l’idea dello Smile per l’umore del Robot Gerty.
Come lati negativi, invece, ci sono i troppi riferimenti a film come 2001 Odissea nello Spazio e Solaris, nonchè un pochino Alien.Inoltre, c’è un ritmo a volte lento e, ciliegina sulla torta,Rockwell non brilla di simpatia.

Uno dei film dell’anno per me… sicuramente il miglior sci-fi (insieme a “il mondo dei replicanti”, che però è molto più ‘fracassone’). Come dice Grazie,marì uno dei pregi maggiori è che, dato il tema del film, può appassionare anche i non fanatici della fantascienza.

Riguardo le citazioni… oltre ai film che hai citato secondo me è Moon è molto affine a [i]Silent Running[/i] di Douglas Trumbull (ovvero il creatore degli effetti speciali di “2001” di Kubrick, - oltre che di “Incontri ravvicinati” di Spielberg e di “Blade Runner” - caratteristica che sicuramente ha spinto i distributori italiani dell’epoca a farlo uscire in Italia come “2002 la seconda odissea” pur non avendo alcun nesso col film di Kubrick) con Bruce Dern, bellissimo ma purtroppo sconosciuto ai più e perciò sottovalutatissimo.

Non sono d’accordo invece riguardo le citazioni viste come aspetto negativo. Quando cita Tarantino (quando non copia pedissequamente) tutti a dire che è un genio, mentre se cita Duncan Jones vuol dire che non ha saputo inventare niente di nuovo?

Sam Rockwell cmq secondo me se la cava egregiamente con un personaggio che non deve necessariamante essere simpatico. Infine menzione speciale per la splendida colonna sonora di Clint Mansell

//youtu.be/twuScTcDP_Q

Infatti per me Tarantino non è un genio perchè copia…
Cmq le musiche si, mi hanno colpito moltissimo…
Però ribadisco: Rockwell nun lo reggoooo!

Infatti… sai che anche io la penso così sul buon Quentin :wink:

Le musiche sono assolutamente in sintonia con la pellicola: non riuscirei a pensare a delle musiche diverse!

Ma Sam Rockwell lo reggi di più o di meno di Moritz Bleibtreu? :smiley:

Ammetto di aver visto questo film solo per curiosità, essendo il regista il figlio di Bowie. Ebbene da poco che mi aspettavo, il film coinvolge e mi è piaciuto. Io poi sono sempre affascinato da questi film con pochi attori e in spazi ristretti. A tratti ho respirato l’aria di “2001: Odissea”, e la faccenda dei cloni è parecchio inquietante. Molto buono.

Vero, le musiche, così tenui e melanconicamente correlate alle situazioni del film, sono le uniche possibili…e il punto di forza maggiore su quel film…

Quanto a Bleibtreu…non ha eguali…in negativo, ovviamente

Riesci ad elaborare? No, perché magari mi sbaglio, ma a prima vista mi pare una grandissima stronzata.

no, una stronzata no, diciamo che nell’insieme mostra un’atmosfera particolare. Logico, il fatto della clonazione è ingarbugliato

Ehm… temo tu abbia frainteso, Almayer si riferiva a quello che hai scritto tu, non al film. :oops:

cosa avrei scritto di tanto strano,scusa?

Beh, di certo non si sta riferendo al film, visto che il thread l’ha aperto lui e il suo giudizio sulla pellicola mi pare esplicito…

quindi Grazie,Marì e Dan880 sono la stessa persona.
o perlomeno condividono lo stesso metodo d’elaborazione di sillogismi del cazzo.

io e dan880 non siamo la stessa persona e mi dà fastidio che ci sia qualcuno pronto ad offendermi per aver detto che non tutti i film di fantascienza mostrano sensibilità…siete davvero presuntuosi se vi basta poco per prendere di mira una persona…qui nel forum c’è chi mi conosce di persona e sa come sono e che non dico sillogismi del cazzo…maleducati!

Intervengo perché mi sembra che da una semplice divergenza di opinioni in merito al genere sci-fi il thread, oltre ad andare OT, ha assunto toni un po’ troppo accesi…

Da quanto ho capito leggendo il thread almayer si è ‘offeso’ per la frase di grazie,marì che lasciava intendere che la maggior parte dei film di fantascienza per lei non avesse spessore… poi lei ha frainteso il suo intervento e i toni sono un po’ andati sopra le righe rispetto a una discussione civile, soprattutto con il post gratuito de L’Infame…

Evidentemente la fantascienza non è il genere prediletto da grazie,marì, ma fino a prova contraria ha cmq il diritto di esprimere la sua opinione in merito, anche se non condivisa dai più… o sbaglio?

Io stesso peraltro non condivido questa sua affermazione perché, oltre ad essere un’appassionato della sci-fi più adulta, ritengo la “fantascienza” (anche se il termine italiano contribuisce ad alimentare i pregiudizi) un genere con cui si possono dire molte cose interessanti anche sulla realtà odierna, oltre a prevedere scenari futuri puntualmente verificatisi ai nostri giorni… credo cmq che il suo giudizio fosse basato, proprio perché non appassionata al genere, soprattutto in riferimento ai titoli della sci-fi “versione blockbuster” più recenti, che peraltro io stesso non amo e non ritengo all’altezza. Esemplare in questo senso l’orrido Io sono leggenda, versione “willsmithiana” del grande romanzo di Richard Matheson, imho nettamente inferiore ai film precedenti ispirati dallo stesso libro. Inoltre c’è da dire che né MoonIl mondo dei replicanti (per citare due titoli sci fi recenti da me apprezzati) possono essere assimilati ai “blockbuster” in quanto sono entrambi, benché in maniera diversa, esempi di fantascienza adulta, con ben altro “spessore” rispetto a film come Indipendence day o similari.

Penso che ora l’equivoco di fondo sia chiarito… cmq ho aperto un thread apposito
[-il-cinema-Sci-Fi"]http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?21876-[Generi]-il-cinema-Sci-Fi](http://www.gentedirispetto.com/forum/showthread.php?21876-[Generi) sul genere sci-fi dove vi invito ad approfondire l’argomento e continuare la discussione in maniera più tranquilla

Posso dire una cosa veloce veloce, da osservatore esterno?

Se una frase come quella di Grazie,Marì l’avesse detta davvero un Dan880 o un qualsiasi altro niubbo dell’ultima ora, si sarebbero sprecati i post di sfottò o di insulti, come se non peggio di quelli di Almayer. E probabilmente alla giostra avresti partecipato anche tu che ora fai il paladino dei deboli e degli oppressi, visto che in passato non ti sei mai tirato indietro.

Parliamoci chiaro: il commento le è uscito MOLTO male… che poi Alma abbia i modi di un lord solo quando vuole lui è un altro discorso, ma ogni tanto se si fanno affermazioni “forti” bisogna anche mettere in conto reazioni altrettanto “forti”.

Questo per dire: take it easy, è solo un forum. Mi pare che ci sia un po’ tanta gente che non è in grado di reggerne la pressione.

Amen, succede. Resta il fatto che la stronzata le sia uscita, e per giunta in un thread su Moon. Ma vabbè, che ci sia gente limitata in giro che inscatola i generi in contenitori non è una novità. E per pietà ho tralasciato su Sam Rockwel… :smiley:

Vabbè ma stiamo parlando di Almayer, dai…l’unico che crede ancora che gli americani sulla Luna ci siano andati veramente :brockman: