Prey (Dan Trachtenberg, 2022)

Dan Trachtenberg aveva girato l’ottimo 10 Cloverfield Lane, poi poca roba, tra cui un episodio di Black Mirror. Qui riporta in auge un personaggio iconico che era stato fin troppo “abusato” cinematograficamente parlando, soprattutto nella saga Alien vs Predator. Ma questo spacca, l’idea di uno dei primi Predator che arriva nell’America del Nord del 700 e se la vede con Comanchi & trappeurs è azzeccatissima, e lo svolgimento pure. Si ritorna alle origini del primo, la foresta/giungla, silenzi e azione, adrenalina a manetta. Per me promosso, è inferiore solo all’originale, e ovviamente spero in un seguito. Chicca particolare la pistola…

4 Mi Piace

Non riesco a condividere a pieno l’entusiasmo di @almayer per questo Prey. Sicuramente è un film gradevole e superiore ad altri della saga (secondo me non a Predators) ma la messa in scena mi è sembrata piuttosto superficiale, a partire dalla scelta degli attori per fare i Comanche che mi hanno dato l’idea degli Arrapaho di squalloriana memoria quanto a credibilità.
Ci mette un po’ a decollare ma poi fa il suo lavoro. Sono d’accordo sul fatto che la location è sostanziale ed infatti non ho apprezzato praticamente nessuno dei Predator in ambiente urbano.
Consigliato ma con riserva.

3 Mi Piace

Mi sono divertito e tanto, sincero e gustoso omaggio alla saga dei predatori, abbiamo visto ben di peggio, vedi Alien Vs Predator e compagnia bella.

Curiosa ma non propriamente condivisibile l’idea di rudimentalizzare il predatore a 300 anni prima, potrei capire nell’abbigliamento e gli equipaggiamenti, ma nella fisionomia no, non approvo, per quanto esteticamente gradevole la trovo incoerente.

https://gentedirispetto.club/t/warrior-predator-chris-r-notarile-2019/37538/2