Roma Violenta (M. Girolami, 1975)

Vedo, con alcune rare eccezioni, un trend assolitamente negativo: il mercato è saturo, i magazzini pieni di invenduti, le LABEL risparmiano su ogni aspetto. Il tutto a discaspito della qualità.
I prodotti cialtroneschi sono in evidente aumento e la cultura del “recupero” e del “restauro” è andata a farsi benedire.
Provate a fare un paragone del prodotto medio rispetto ad un paio di anni fa e ditemi se avete le mie stesse impressioni.

No, in Napoli han fatto un ottimo lavoro. Roma violenta invece, lo confermo pure io anche se non ve n’è bisogno, fa schifo.
Negli extra: intervista di 7 minuti a Magni e Giobbio, i due nuovi profeti del poliziottesco (han fatto le scarpe ai Manetti bros…) e una intervista a Ray Lovelock, abbastanza insignificante.

Assai peggio. Appena inserito il DVD ci si può rendere conto di come sarà l’audio del film attraverso la musica dei fratelli De Angelis presente nel menu: dannatamente frusciosa (mi pare di usare un eufemismo), stile vecchio vinile, cosa che, come detto nei precedenti interventi, si trascina fino alla fine. Da denuncia.

Ho visto una paio di volte la versione di Rete 4…è un film che mi piace anche perchè fu il primo poliziottesco che vidi, e quindi mi fece apprezzare il genere…

Nell’intervista Lovelock accenna al finale, forse un punto debole insieme alla seconda parte del film con Merli ‘vigilantes’.

Sottolinea poi la sostanziale apoliticità del cinema italiano poliziesco degli anni '70, ricordando come lui e Merli avessero idee radicalmente opposte.

Nonostante la misera qualità audio-video, il film è fondamentale nel filone del poliziesco italiano anni settanta, quindi un dvd acquistabile.

(Stranamente il lettore del PC lo riconosce come “Roma a mano armata”)

Vero. Ma che c’è di strano nell’errore umano? :mad:
S’è scoperta la vera simpatia di colui che ha editato il titolo… :slight_smile:

Nell’intervista che gli feci a dicembre, Lovelock parla con grande serenità della sua posizione politica definendosi un uomo assolutamente di sinistra e dice che questo fatto non gli hai mai causato nessun tipo di problemi sul lavoro, neanche con colleghi e registi con idee diverse.
Aggiunge anche che la vecchia storia dei “polizieschi reazionari, fascisti e quant’altro” non l’ha mai minimamente preoccupato.

L’altro giorno l’ho visto in vendita da Feltrinelli…il giorno dopo sono andato per comprarlo ma era finito:mad:

Il formato del dvd CG è 1.66:1 circa e c’è pure una vistosa riga bianca verticale sul bordo di sx (va detto però che su un tv normale la safe zone non la visualizza)
Il fruscìo maledetto si sente davvero per tutto il film.
Peccato perchè il film è bello, ma il dvd è pessimo.

Come per Il cittadino si ribella dal 16\1 su dvdstore a 9,90 in offerta.

A tutti coloro che lo hanno preso in edicola con la collana dell’H&W: confermiamo che si tratta della STESSA edizione da negozio?

Anche se l’ho già fatto nel topic sulla collana poliziesca della H&W ti confermo che si tratta della stessa identica edizione da negozio… ovvero con tutti gli extra ma anche con la terribile e già nota resa audio/video :mad:
L’unico vantaggio (se così si può dire) è il libretto interno (che peraltro contiene, illogicamente, la scheda critica di “Milano trema”) e il prezzo di 9.90 inferiore rispetto ai 12.90 che di solito si pagano nei negozi quando il dvd non è in offerta

E comunque,vi do una dritta, se andate da Blockbuster (dove il film in questione costava 12,90 appena uscito) ora costa 8,90 e se prendete 2 dvd 15,90 3 dvd 19,90.Bisogna naturalmente vedere se si trovano titoli interessanti tra quelli da vendita,ma di solito in quelli forniti qualcosa si trova sempre.

Comprato oggi ed appena visionato.
Come prima cosa posso dire ke il film ruota attorno ad una trama non del tutto eccezzionale, composta solo per tutti i 90’ min circa da pestaggi,uccisioni ed inseguimenti in quantità industriale, i quali tolgono un pò il succo principale della storia. Fino a quando il comm. Betti nn viene dimesso il film si può essere considerato tranquillamente discreto, però in seguito delude stilicamente fino al finale a sorpresa ke effettivamente mi ha strappato un “finito così…?tutto qua?”… Una nota di merito la prendono gli inseguimenti in macchina fatti veramente bene e in maniera professionale (e nn grazie a pezzi tagliati ed incollati da altri film). Un Merli abbastanza in forma però nn al max del suo livello.
Il comparto extra buono con interviste interessanti.
Consigliato ai fan di Merli e a tutti coloro ke vogliono un poliziesco non impegnativo e pieno di azione. Voto 7-

Visto oggi per la prima volta nel dvd Federal video (piuttosto scarso come audio e video).Il film mi è piaciuto abbastanza anche se non raggiunge Roma a mano armata (l’unico poliziesco di Merli che ho già visto),però ciò che esalta questo film,girato probabilmente con un basso budget è la crudezza delle situazioni.Bello l’inseguimento di Merli al Chiodo sulla tangenziale.
Alcuni erroretti ma nel complesso molto valido.
Interessante l’intervista ai ragazzi di Bloodbuster…giuro senza quella non avevo affatto capito il finale…

  • una domanda per gli esperti di automobili…la spider guidata dal Chiodo è una lancia stratos?

No Stubby. Quella illustrata è una Porsche 914 (in Europa vW-Porsche) prodotta fino al 1975.

La Lancia la puoi ammirare guidata da Gennarino in un noto poliziesco partenopeo.

Roma violenta è simile a la polizia incrimina… proprio per sfruttare il successo del primo. Infatti roma violenta è molto più “fumettistico” diciamo, più commerciale!

Sono tre le tappe fondamentali per la nascita del poliziesco all’italiana:

LA POLIZIA RINGRAZIA di Steno
LA POLIZIA INCRIMINA, LA LEGGE ASSOLVE di Enzo G(irolami) Castellari
ROMA VIOLENTA di Marino Girolami (papà di enzo e di ennio l’attore e fratello di romolo guerrieri/girolami, il regista di UN DETECTIVE, altro film abbastanza importante per il polizieco all’italiana)

Con ROMA VIOLENTA nasce ufficialmente il poliziottesco, con il classico commissario di ferro inaugurato da Nero ma continuato poi da Merli, che diventerà il vero e proprio simbolo di questo genere, e i commissari di ferro di tutti gli altri poliziotteschi sono tutti suoi cloni (vedi Richard Harrison in LA BELVA COL MITRA).

Merli, purtroppo resterà attaccato a questo personaggio per tutta la sua carriera, è stato la sua fortuna ma anche la sua “disgrazia” diciamo…

E terza uscita della riedizione della collana “poliziesco all’italiana” della H&W da poco riproposta in edicola (1° numero già in edicola).

Peccato…uno dei film culto(nella mia classifica personale
è tra i primi 10 assoluti assieme a Napoli violenta,Milano
violenta,Napoli spara,etc)…con un master pessimo!
E fortuna non ho acquistato il dvd,ho visto lo screenshot
è IDENTICO al master di rete4,se poi dite che ha pure
l’audio graffiato…questo non è un dvd…è un bootleg!
:frowning:
Per quanto riguarda la collana h&w,qualcuno sa se è
possibile ordinarla via internet…e se il dvd di Roma violenta
è superiore al master tv?Grazie

Il dvd della H&W è quello Cecchi Gori. La qualità è appena sufficiente, ma non pretendere di più (nonostante sia da edicola sono compresi gli stessi extra, pochi, dell’edizione in commercio). In generale sembra sbiadito. Purtroppo è così, prendere o lasciare. Per quanto riguarda l’edizione da edicola della H&W a giorni uscirà in edicola (hanno ripreso la collana dal n. 1 (“Roma a mano armata”) e se non vado errato, dopo il “Cittadino si ribella”, uscirà proprio “Roma violenta” come terza uscita. Quindi conviene aspettare. Altrimenti puoi ordinare direttamente alla H&W.