Film indiani recenti

Un altro bel topic cumulativo e, probabilmente, di ristretto interesse :smile: ma da qualche mese seguo le uscite in sala dei film indiani e pensavo di condividere quelli che mi sembravano più interessanti (di alcuni dei quali, tra l’altro, ho già scritto).

In questo primo trimestre del 2024, ho individuato i film seguenti:

Commedie:

  • Teri Baaton Mein Aisa Uljha Jiya di Amit Joshi, Aradhana Sah: presentazione alla famiglia di una fidanzata un po’ particolare
  • Crew di Rajesh A Krishnan: hostess, contrabbando e altri guai

Survival movie:

  • The Goat Life di Blessy (visto): immigrato per lavoro, disperso nel deserto per sopravvivere
  • Manjummel Boys di Chidambaram S. Poduval: gruppo d’amici cerca di salvare l’uno di loro intrappolato in una grotta

Prison movie:

  • Siren di Anthony Bhagyaraj (visto): permesso premio ben movimentato
  • Warning 2 di Amar Hundal (visto): trasferimento da una prigione ad un’altra, sempre ben movimentato

Botte da orbi:

  • Joshua: Imai Pol Kaka di Gautham Menon: bodyguard deve proteggere una donna durante un viaggio
  • Saindhav di Sailesh Kolanu: un padre contro dei criminali per salvare la figlia

Altro:

  • Lal Salaam di Aishwarya R. Dhanush: feste, baseball, colpi di ogni tipo (pugni, coltelli, catene, …)
  • Hanu-Man di Prasanth Varma: questo non saprei, ma ecco la locandina …

BONUS: Captain Miller di Arun Matheswaran (visto) : filmone!

2 Mi Piace

curiosissimo di sapere cosa si sono inventati per schiaffarci dentro almeno mezzora di canti e balli… forse dentro i suoi miraggi?

2 Mi Piace

Se non mi ricordo male, non c’é nessuna sequenza di danza.

In realtà, quando ho cominciato a guardare i primi film indiani sono rimasto sorpreso dal fatto che le scene musical non sono poi cosi presenti come uno potrebbe immaginare (forse nei film del passato ve n’erano di più).

Spesso queste scene sono inserite nei momenti culminanti per sottolineare lo snodo narrativo e non credo di aver visto un film che ne aveva più di 3.

In compenso, sono molto creativi nel trovare il modo di inserire la scritta “Intervallo” all’interno dell’immagine al momento opportuno :grin:

2 Mi Piace

E, dopo qualche ricerca, ecco la lista dei film che vorrei recuperare:

Film Trash:

  • Krrish: un supereroe abbastanza misterioso che é arrivato al quarto capitolo
  • Ram Gopal Varma Ki Aag: il film ha 1,4 su Imdb ed é realizzato dallo stesso regista di Bhoot, che si trova in tutti i peggiori cesti di DVD a basso prezzo

Film Polizieschi:

  • Antim: The Final Truth: poliziotto tutto muscoli e turbante contro ragazzo con pettinatura “da giovane”, sembra ben reazionario ma divertente
  • Bachchhan Paandey: cinema nel cinema con un gangster eterocromo e dei sentori di commedia
  • Singham: poliziotto contro criminale e azione demente, con un seguito e un terzo capitolo in uscita quest’anno
  • Dabangg: anche qui tre capitoli per un poliziotto ben sui generis con i suoi occhiali da soli e il suo stile poco ortodosso

Film Storici:

Film Sportivi:

  • Irudhi Suttru: passaggio di testimone tra un boxer a fine carriera e una pescatrice iraconda, con delle tinte abbastanza inusuali
  • Sultan: anche in questo caso la storia é abbastanza classica (il riscatto di un wrestler), ma l’ambientazione e il tono scelto sono originali

Film Arty:

  • Haider: Amleto in India, con molte ambizioni, che altro serve :grin:

  • Malang: questo mi attira veramente tanto, anche se probabilmente sarà una fregatura, con più di un debito con Spring Breakers! E “Unleash the Madness” come sottotitolo non é male

non vale, il teschio non ha il turbante!

Non definirei così sbrigativamente Ram Gopal Varma un regista trash da 4 soldi. È lui che all’inizio degli anni 2000 ha rivoluzionato il cinema mainstream indiano girando dei crime movie pieni di azione (con stilemi e struttura più maturi rispetto al cinema hindi dell’epoca, una concezione più vicina ad un certo tipo di noir alla francese ma con sequenze mozzafiato all’americana) e soprattutto rinunciando al topos (che era anche un giogo nel cinema bollywoodiano) delle canzoni e dei balletti. Se ora è possibile vedere dei film d’azione in cui le canzoni non sono presenti o cmq sono relegate in secondo piano, è grazie all’innovazione messa in atto da Ram Gopal Varma con Company e i suoi successori.
Certo, poi avrà fatto anche film alimentari e cagate varie ma è comunque un nome che merita una certa considerazione!

Anche Bhoot non è poi male, era sempre un film concepito nel discorso di aprire a Bollywood una strada che potesse convergere verso canoni più internazionali.

Il film di Amleto mi dice qualcosa, forse ce l’ho ma non l’ho mai visto, ti farò sapere.

2 Mi Piace

Grazie per aver contestualizzato la figura di Ram Gopal Varma!

In effetti, ho appena cominciato a fare delle ricerche sul cinema indiano e, a volte, me ne occupo in modo un po’ sbrigativo e superficiale.

Nonostante il fatto che se qualcuno annovera tra le sue ultime produzioni un Coronavirus, un Climax (poco imparentato con quello di Gaspar Noé, ma con una donna che scappa nuda nel deserto) o un Ladki: Enter the Girl Dragon (omaggio a Bruce Lee ma con immaginario alla Playboy), il rischio di fraintendimento é elevato :grin:

Ma negli anni 2000 la sua filmografia sembra decisamente migliore e a breve dovrebbe uscire un cofanetto con le sue opere più rappresentative:


Volentieri ! E tra l’altro il regista ha una passione per Shakespeare, dato che in precedenza aveva già proposto una rilettura del Macbeth!

1 Mi Piace

gli indiani però col deserto hanno un problemino!

oh, in realtà di deserti, in India, ce ne sono assai

il che porta a congetturare l’esistenza del desert-movie come filone…

2 Mi Piace