Filmografia nanesca (ancora spurcellamento coi nani!)

Avendo qualcuno citato alcuni post fa Cavallone, non si può non inserire nell’elenco Pippo Sottile alias Petit Loup, attore nei due hard Baroncorviani nonché in Luce Rossa (1980) di Pannacciò. Cercando il suo nome sui motori di ricerca vengono fuori varie notizie su di lui.

Qui la sua biografia in breve https://www.scomunicando.it/notizie/pippo-sottile-elogio-al-grande-piccolo-attore/

2 Mi Piace

@Carlitos Ho dato un’occhiata alla pagina che hai linkato, Sottile è uno che nella sua carriera artistica ci ha investito parecchio, curioso che sia finito anche su questi set pornografici!

Ho modificato il mio post precedente aggiungendo le info che hai fornito :+1:t3:

PS Se hai voglia di buttare giù due righe di trama su Luce Rossa inseriamo pure quello in elenco!

1 Mi Piace

Scusa Frank, ma anche questa trama spoilera. Se uno non avesse mai visto il film si sputtana tutta la sorpresa finale.

Hai ragione, attivo il tasto spoiler :+1:

no, intendevo talpa e monte carmelo. lepre twin peaks banditi e d’ecclesia ci penserò io a breve. su phenomena andrebbe fatta luce. il personaggio è un bambino deforme ma l’attore potrebbe essere un nano. potrebbe eh. oltre carmineo, de la rosa è brevemente apparso nel remake de l’isola del dr. moreau

ci sarebbe fabio zerba (il già censito non ho sonno), col quale ho avuto dei contatti personali, ma non ama granché essere oggetto di discussione…

@Frank_n_Furter intanto questi:

i banditi del tempo (Terry Gilliam, Regno Unito, 1981)
grande la storia, piccolo chi ne attraversa crono-latitudini e longitudini: un bambino e sei nani più alti del mondo che non temono l’avventura.

leprechaun (Mark Jones, USA, 1993)
folletti irlandesi vallespluga? buongustai! il nano del male secondo la mitopoiesi celtica. a sottrargli involontariamente o meno l’oro si incazza assai. così assai che la saga conta 6 seguiti – uno dei quali nello spazio! - un prequel e un remake a opera del folle kostanski che ci ha fatto fare un salto nel vuoto.

twin peaks (David Lynch, USA, 1990-91, serietv); fuoco cammina con me (D. Lynch, USA, 1992); twin peaks (David Lynch, USA, 2017, serietv)
da piazza oniria, lo psico-nano-demone-archimandrita jazzdancer enigmista della loggia nera dalla parlata in autoreverse e alla ricerca della garmonbozia (in originale lo chiamano the man from another place) sarà una guida nelle indagini di cooper per scoprire chi nella neo-peyton place lynchana ha ucciso laura palmer e perché.
l’interprete micheal j. anderson è apparso anche in mulholland drive e vanta un cv filmico di 18 film.

il mio amico arnold (vari, sitcom, 1978-1986)
dai bassifondi di harlem all’aristocrazia di manhattan: il travaglio giudiziario dell’adozione di arnold e willis jackson, quindi una varietà di avvicendamenti tragicomici legati all’inserimento nella nuova famiglia e nel nuovo status sociale. la serie si è intersecata con l’albero delle mele, il mio amico ricky, i jeffersons e willy il principe di bel air, dove gary coleman è stato ospite d’onore in alcuni episodi. va tuttavia puntualizzato che il nostro non è affetto da microsomia: venne colpito nei primi anni di vita da una disfunzione renale contrastata a suon di cortisone, che ne arrestò irreversibilmente la crescita. per cui in teoria siamo al fuorigioco :wink:

quanto a phenomena, attendo delucidazioni di qualche argentiano tutto d’un pezzo

1 Mi Piace

Non sono tutto d’un pezzo come si sarà capito sul mio post in Trauma ma il bambino era interpretato da Davide Marotta che non era nientepopodimeno che questo famoso alieno…

2 Mi Piace

Per me Marotta accede honoris causa a questo topic :star_struck:

anche horroris causa, dato che è apparso anche in demoni 2, il ritorno di cagliostro e la passione di cristo!!

il più è mettere ai voti se arnold rientra o meno. tecnicamente no, ma lateralmente…

2 Mi Piace

No, la nana non è colei che ha ordito la truffa, ma la vera Claire, la proprietaria della villa all’interno della quale la figurante rubandole l’identità frega Virgil. La nana non è a conoscenza della messa in scena, viene solamente “usata” insieme alla sua villa per ordire la truffa nei confronti dell’antiquario. La vera mente della truffa è il miglior amico nonchè complice in affari di Virgil. Per questo avevo fatto la trama un po’ più lunghetta proprio per evitare missunderstanding come questo perchè l’intreccio della trama è veramente tanto complicato da rendere in pochissime righe per fare capire come c’entri la nana idiot savant.

1 Mi Piace

Comunque l’idea e la decisione di creare un post dedicati a questa categoria mi piace “assai”, è molto interessante e particolare. Magari si potrebbe estendere anche ad altre categorie di nicchia tipo la filmografia gobbesca dove ci sono attori che interpretano personaggi gobbi tipo nel film La Banda del Gobbo o veramente gobbi (al momento non mi viene in mente alcun attore).

1 Mi Piace

Ma sì, la sinossi deve dare un’idea, non per forza spiegare tutto nel dettaglio.
Per me modificala pure come preferisci, basta però che non superi le 3-4-5 righe al massimo!

In effetti credo che ci siano molti più attori nani che attori gobbi! :scream:

qua si rischia di aprire un topic per ogni menomazione facendo sballare il freakometro: gigantismo, attori senza gambe, senza braccia, guerci, con occhi di vetro, macrocefali, microcefali etc

1 Mi Piace

Sinossi aggiunte in elenco!

La migliore offerta (Giuseppe Tornatore, Italia, 2013): Un antiquario battitore d’aste è incaricato di valutare e vendere le opere d’arte contenute nella villa di un’aristocratica ragazza agorafobica. L’uomo se ne invaghisce per poi scoprire che si tratta di una figurante ingaggiata per porre in essere una colossale truffa ai suoi danni. La vera proprietaria della villa è infatti una nana affetta da sindrome da idiot savant (interpretata dall’attrice australiana affetta da nanismo Kiruna Stamell) che, ignara di quanto ordito nei confronti dell’antiquario ed esperto d’arte, affitta la sua proprietà a coloro che credeva produttori, attori e membri di una troupe cinematografica come lei stessa racconta in un bar verso il finale del film.

Ho riadattato leggermente la scheda de “La Migliore offerta” per renderla più affine alla trama del film. Se va bene così potete inserirla all’inizio del post.

1 Mi Piace

Inserita la versione modificata della trama!

1 Mi Piace

Le cronache di Narnia - Il leone, la strega e l’armadio (Andrew Adamson, UK/USA, 2005): Quattro fratelli, mentre stanno giocando a nascondino, finiscono per entrare in una terra magica. Una volta lì, scoprono un mondo abitato da bestie, nani e giganti e si ritrovano coinvolti in una battaglia per sconfiggere la terribile strega bianca Jadis accompagnata e supportata dal fedelissimo aiutante nano Ginarrbrik (interpretato dall’attore afro-indiano affetto da nanismo Kiran Shah).

Le cronache di Narnia - Il principe Caspian (Andrew Adamson, UK/USA, 2008): Secondo film della serie de Le cronache di Narnia. I fratelli Pevensie tornano a Narnia dopo che sono passati 1.300 anni narniani. Adesso che c’è un re cattivo, devono salvare il Principe Caspian dall’esilio e riportarlo al suo legittimo trono nonchè ristabilire la pace e la gloria sulla loro terra incantata. Presso le rovine del loro castello, i sovrani trovano l’aiuto del nano Trumpkin (Peter Dinklage) che li conduce da Caspian. Insieme al nano Nikabrik (Warwick Davis), i giovani tentano di riprendere il controllo su Narnia, grazie anche all’aiuto ed alla guida dello spirito del maestoso leone Aslan. Gli attori che hanno interpretato i nani in stile fantasy in questo film sono persone realmente affette da nanismo.

Le comiche (Neri Parenti, Italia, 1990): Due comici all’interno di un film durante una proiezione cinematografica in fuga davanti ad una locomotiva, “escono” dallo schermo del cinema e si trovano invischiati, loro malgrado, in avventure quotidiane dove per sbarcare il lunario sono costretti a svolgere diversi mestieri che portano avanti in modo goffo e maldestro causando sempre diversi danni e disagi. Nella scena in cui i due lavorano come benzinai arriva alla stazione di servizio un tir che trasporta auto, guidato da un energumeno camonista (Giovanni Cianfriglia) e dal suo collega nano “Pippo” il quale si distingue per la difficoltà ad urinare e per le sue battute comiche come quella in cui prendendosi gioco della sua altezza dice “Mo’ me pijano Corazziere”.

La vera storia di Biancaneve (Caroline Thompson, USA/Canada, 2001): John e Josephine desiderano avere una figlia, ma quando finalmente il desiderio si avvera, e nasce Biancaneve, sua madre muore di parto. John, rimasto da solo con la neonata, si imbatte in una Creatura Verde, che gli chiede di liberarla in cambio di tre desideri. John chiede del cibo per Biancaneve, un regno e una regina come nuova moglie; la creatura, però, ha una sorella che è bramosa di salire al trono. Biancaneve viene salvata da sette buffi nanetti, che si chiamano come i giorni della settimana e hanno il potere di trasformarsi in un arcobaleno per spostarsi da un luogo all’altro, ma solo se sono tutti insieme, infatti ad ogni nanetto è associato un colore dell’arcobaleno stesso.

1 Mi Piace

Ci sarebbero anche praticamente tutti i film della saga di Harry Potter dove i folletti, che in alcuni film hanno anche un ruolo piuttosto importante, sono interpretati da attori affetti da nanismo.

2 Mi Piace

-Casa mia casa Mia (1988) Pozzetto va a visitare l’abitazione di un nano definendola un pò troppo personale
-I Camionisti (1982) nella scena della telefonata alla staione di servizio con gli insulti pesantissimi dell’automobilista che si ferma

2 Mi Piace